Il Vitesse vince e convince rifilando un 3-0 al Roda ed agguanta il primato in Eredivisie

Jonathan Reis, grazie ad una doppietta, lancia il Vitesse al primo posto
Si prevede una partita facile per il Vitesse, che dopo la vittoria (la settima su sette partite fuori casa) contro il PSV vuole continuare a far sognare i propri tifosi. Squadra di casa che schiera un 4-2-3-1 con Bony libero di agire sull'intero fronte d'attacco, dietro Reis che, sulla carta, dovrebbe fungere come punto di riferimento in attacco. Stessa formazione per il Roda, con Malki avente l'arduo compito di bucare la seconda difesa più forte del campionato. La partita sembra rispettare il pronostico col Vitesse che si porta in vantaggio già al 10', grazie ad un gran sinistro di Marco Van Ginkel che si infila preciso nell'angolino, alla sinistra del portiere. Roda già costretto a rincorrere dalle prime battute, pur non riuscendo a finalizzare come vorrebbe.
Enorme la differenza di potenziale tra le due squadre, tanto che il Vitesse, al 42', si porta sul risultato di 2-0, grazie ad una grande invenzione del fortissimo Bony che serve un assist al bacio per Reis. Il brasiliano, dopo aver fatto un delizioso movimento per superare il difensore avversario, supera agilmente l'estremo difensore polacco Kurto, rientrato tra i pali dopo l'assenza nella partita contro l'Ajax, in cui aveva brillato il giovane Prus.
Alla fine del primo tempo, la partita è già virtualmente chiusa in favore della squadra di casa, a conferma dell'ottimo periodo di forma che sta vivendo il gruppo di Rutten. Si parte con i secondi 45 minuti di gioco con le squadre che non operano nessuna sostituzione. Il Roda, già in ginocchio, non prova neanche a cercare di impensierire la difesa del Vitesse, così per i gialloneri è facile blindare il risultato grazie alla doppietta di Reis: tap in vincente del brasiliano dopo la traversa colpita da Bony, punto di riferimento della squadra di Arnhem. 3-0 quindi il risultato finale. Nuova grande vittoria ottenuta dal Vitesse, per il quale il titolo di campioni d'Olanda non è più un'utopia. Tutt'altra situazione, invece, per la squadra ospite, giunta alla quarta sconfitta consecutiva che la fa piombare al penultimo posto in classifica. Campionato apertissimo quindi, che non smette mai di farci divertire. Tra le tante le pretendenti al titolo, chi la spunterà ?

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top