Coppa d'Olanda: Ajax, PSV e Zwolle completano, con l'AZ, il quadro delle semifinali

La Coppa d'Olanda, trofeo che si assegna dal 1899 
Si è chiusa ieri la tre giorni infrasettimanale di Coppa d'Olanda, apertasi con il secco 5 a 0 con cui l'AZ ha liquidato il Den Bosch. Mercoledì, invece, erano in programma due match: PEC Zwolle - Heracles ed il big match tra PSV e Feyenoord.
Nella prima gara, terminata 3 a 2 per i padroni di casa, decisiva è risultata la rimonta degli uomini di Langeler, che dopo essere andati sotto al 9', quando Marko Veijnovic ha sbloccato il risultato eludendo la trappola del fuorigioco, hanno rimontato con Arne Slot e Fred Benson, nel primo tempo, e Jesper Drost nella ripresa. Con poco più di mezz'ora da giocare, nonostante la rete di Everton al 65', l'Heracles ha dovuto fare i conti con un Diederik Boer in grande forma. Il portiere dello Zwolle, infatti, è risultato tra i migliori in campo ed ora, approdato in semifinale, sogna di ripetere la prestazione di qualche settimana fa, quando in campionato lo Zwolle vinse per 3 a 1 contro il PSV Eindhoven.
Saranno proprio i Boeren, infatti, a sfidare la squadra di Langeler in semifinale di KNVB Beker: al Philips Stadion, infatti, Il PSV supera il Feyenoord e vola in semifinale.

Lo stadio è semivuoto, a confermare lo scarso valore che quest’anno danno i tifosi alle coppe. L'unica cosa che sembra interessare ad Eindhoven è la vittoria del campionato, che manca ormai da troppo tempo. Nel Feyenoord da segnalare il debutto del giovane terzino classe 1994 Sven van Beek, che prende il posto di Janmaat, rimasto a Rotterdam perchè influenzato.
I padroni di casa al 20’ passano in vantaggio grazie a un invenzione di Mertens, che mette a sedere Mathijsen e da posizione defilata con un colpo da biliardo la mette nell’angolino lontano. Mulder immobile non tenta nemmeno la parata, potendo solo guardare la grande giocata dell’avversario. Dopo nemmeno dieci minuti però risponde Pellè: erroraccio di Hutchinson che si fa sorprendere da Boëtius, il giovane esterno crossa immediatamente in mezzo all'area, dove l’attaccante italiano è freddo a deviare al volo in fondo alla rete.
Nella ripresa le due squadre sembrano avere paura di vincere, anche se forse gli ospiti più intraprendenti si fanno preferire. Ma proprio quando i supplementari sembravano inevitabili, il PSV si porta in vantaggio. Accade al 78’: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Matavz va al tiro, Mulder compie un miracolo e respinge, ma van Bommel da due passi è pronto a ribadire in rete. Nei restanti minuti i padroni di casa avrebbero anche la possibilità di incrementare il vantaggio, ma falliscono tutte le numerose occasioni, e la partita si chiude dunque sul 2-1.
Ultima, in ordine di tempo, a qualificarsi alle semifinali, è stata l'Ajax, che ieri, ad Emmen, considerata l'indisponibilità del GelreDome di Arnhem, ha regolato per 4 a 0 il Vitesse, vendicandosi per la concente sconfitta, in rimonta, di domenica scorsa. Il risultato si sblocca subito, quando Danny Hoesen, su assist di Lukoki, batte Room. Il Vitesse, in formazione ampiamente rimaneggiata, a differenza dell'Ajax che, di nuovi, schiera solo Cillesen tra i pali e la linea offensiva, trova il pareggio con Van Ginkel, ma la rete del centrocampista della nazionale olandese viene annullata per fuorigioco.
Nella ripresa l'Ajax legittima il passaggio del turno, trovando il goal con Schone, ben imbeccato da Siem de Jong, e con Sigthorsson, che festeggia il suo ritorno dopo l'infortunio con una doppietta nei minuti finali. I Lancieri, in semifinale, affronteranno l'AZ Alkmaar.


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top