Ufficiale la bancarotta dell'AGOVV Apeldoorn. Il club scompare dal calcio professionistico

Come prevedibile, la KNVB ha revocato la licenza dell'AGOVV Apeldoorn, squadra che fino allo scorso dicembre militava nell'Eerstedivisie, la seconda serie olandese.
Dopo averlo preannunciato negli ultimi giorni di dicembre, l'11 gennaio, infatti, la federcalcio olandese, nel pieno rispetto delle rigide regole di stabilità finanziaria per le società sportive dei Paesi Bassi, ha escluso il club biancoblu dal campionato in corso, dichiarando nulli i risultati precedentemente raggiunti.
A nulla, quindi, è servito il tentativo di salvataggio della squadra da parte del comune di Apeldoorn, offertosi di contribuire alla creazione di un multiplex sportivo che, in futuro, avrebbe potuto rimpinguare in parte le casse dei blauwen, in rosso per una cifra che si aggirava intorno ai 2 milioni di Euro.
Curioso, però, è il fatto che i giocatori non potranno liberarsi immediatamente dal vincolo che li legava all'AGOVV. Fino a febbraio, infatti, chi vorrà acquistare un calciatore che militava nel club di Apeldoorn, dovrà versare una cifra al curatore fallimentare che si è occupato della vicenda, dovendo cercare di appianare tutti i debiti del club.
La squadra che ha lanciato, tra gli altri, Klaas Jan Huntelaar, Dries Mertens e Nacer Chadli, così, cessa di esistere.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top