Eredivisie - Il punto sulla 26ma giornata

Il ventiseiesimo turno di Eredivisie si apre con il pareggio, venerdì sera, tra Groningen e NAC Breda.
All'Euroborg, davanti ai propri tifosi, i biancoverdi allenati da Maaskant si presentano con l'obbligo di vincere per dare un senso ad una stagione anonima, mentre il NAC di Gudelj cerca almeno un punto per non sprofondare nel calderone della zona Nacompetitie. Nonostante un gradevole primo tempo, il risultato resta fisso sullo 0 a 0, grazie soprattutto a Jelle ten Rouwelaar, che riesce a mantenere imbattuta la porta del NAC in tutta la prima frazione di gioco.
Nella ripresa è Maikel Kieftenbeld a sbloccare il risultato con un tracciante calciato dalla distanza, dopo che la retroguardia dei Rats non aveva liberato bene la propria metà campo in seguito ad un calcio d'angolo. Il vantaggio del Groningen, però, non dura più di due minuti. Un fallo di Lorenzo Burnet, in area di rigore, comporta l'assegnazione del calcio di rigore che Jordy Buijs trasforma sapientemente, ristabilendo l'iniziale parità che durerà fino alla fine.

Sabato pomeriggio, dopo Heerenveen - PSV (clicca qui per leggere l'analisi della partita vinta dai frisoni di Marco van Basten), nella sfida di metà classifica tra Heracles e NEC, i bianconeri padroni di casa hanno la meglio vincendo di misura. Dopo un primo tempo decisamente non memorabile, uno spunto, nella ripresa, del brasiliano Everton regala all'Heracles la vittoria. Magistrale, ad ogni modo, il portiere Pasveer, che nega il goal del pareggio a Palsson e Rieks. Ultimi 20 minuti di passione, per la squadra di casa, che gioca in dieci per l'espulsione di Bruns.

Vittoria casalinga del Willem II contro la penultima in classifica, il VVV Venlo. La vittoria dei tricolores arriva nei minuti finali, ma è ampiamente meritata: Maenpaa, estremo difensore del VVV, è costretto agli straordinari per tenere imbattuta la propria porta, ma nulla può sulla conclusione di Guijt, al termine di un batti e ribatti in area di rigore. Tre punti che danno fiducia alla squadra che porta il nome del Re Guglielmo II, ultima a 5 punti di distacco dal VVV penultimo, con ancora 8 gare da giocarsi.

Non naviga in buone acque l'AZ Alkmaar, che sciupa un ottimo primo tempo contro l'ADO Den Haag e resta ai margini della zona Nacompetitie, uscendo dalle mura casalinghe con un pareggio strappato in rimonta.
Dopo l'inatteso vantaggio degli ospiti, firmato Van Duinen, è Viktor Elm a trovare la rete dell'1 a 1 con uno splendido goal di destro al volo su assist di Roy Beerens. 
Nella ripresa, nonostante i ripetuti tentativi di Berghuis, Martijn de Zwart riesce a mantenere il pareggio, utilissimo all'ADO, che raggiunge e scavalca il NEC Nijmegen, fermato dall'Heracles.

Domenica, oltre a Roda - Feyenoord (qui il riassunto completo della gara), Ajax - PEC Zwolle (clicca qui per leggere l'articolo) e Twente - Vitesse (qui il link per leggere l'intero articolo), l'ultima gara che completa il turno vede l'Utrecht vincere di misura contro l'RKC Waalwijk. La rete che decide la partita porta la firma di Jacob Mulenga, che a poco più di dieci minuti dal termine, sfrutta al meglio un cross dell'australiano Oar per battere Jeroen Zoet e lanciare i Domstdelingen sempre più in alto, superando anche il Twente.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top