Poker Oranje: l'Olanda batte la Romania per 4 reti a 0

Robin van Persie esulta per uno dei due goal segnati
All'Amsterdam ArenA va di scena la seconda delle due apparizioni ravvicinate della nazionale olandese. Dopo il 3 a 0 rifilato all'Estonia, i ragazzi di van Gaal si impongono con un perentorio 4 a 0 sulla Romania di Piturca, dimostrandosi, se solo ce ne fosse bisogno, determinatissimi a conquistare anzitempo la qualificazione e prenotare il viaggio in Brasile per i prossimi Mondiali.
Come preannunciato, l'Olanda si ripresenta con la stessa formazione iniziale rispetto alla gara di venerdì. Unico cambio, forzato, riguarda Wesley Sneijder, sostituito da Van der Vaart. Per sostituire il centrocampista del Galatasaray è stato chiamato Adam Maher, inizialmente scartato da van Gaal e, perciò, aggregatosi all'Under 21.
Nonostante gli avversari si schierino con un robusto 4-5-1, creando densità a centrocampo per poi provare a colpire in contropiede, l'Olanda, sin dai primi minuti, prova a spingere alla ricerca del goal: è il 9' quando Lens sfugge al proprio opponente sulla destra e serve, con un bel cross, Robin van Persie, la cui conclusione al volo è di poco alta.

La partita si sblocca immediatamente, ancora una volta su iniziativa di Lens, che ruba palla sulla trequarti e cerca ancora una volta van Persie il quale, stavolta, lavora di sponda, servendo l'accorrente van der Vaart. Il trequartista dell'Amburgo, con un preciso tiro di destro, batte Pantilimon, infilando la palla all'angolino. Secondo goal consecutivo per il trentenne di Heemskerk, che non trovava il goal dal mese di febbraio, quando aveva segnato il goal della bandiera nella pesante sconfitta dell'Amburgo contro l'Hannover.
A risultato acquisito, gli Oranje mollano la presa, lasciando l'iniziativa alla squadra avversaria. Nonostante abbiano in mano il pallino del gioco, nulla riesce ad evitare un brivido in occasione del diagonale di Popa, uscito fuori di un soffio.

La ripresa inizia con le formazioni ancora invariate. Pur avendo mandato a scaldare vari uomini, Louis van Gaal mantiene invariato il proprio schieramento al pari del collega rumeno.
Il goal del raddoppio arriva al 55', quando Robben, dopo un fantastico dribbling su due avversari, crossa in mezzo dalla linea di fondo, trovando Robin van Persie, appostato nei pressi del primo palo. Il colpo di testa dell'attaccante del Manchester United assume una traiettoria impensabile e va ad insaccarsi sotto l'incrocio tra il secondo palo e la traversa, con buona pace del povero Pantilimon, che può solamente guardare la palla depositarsi alle proprie spalle.
La nazionale di casa ora gioca sul velluto e dilaga. Il goal del 3 a 0 arriva su calcio di rigore concesso dall'arbitro inglese Clattenburg per fallo su Lens, davvero una spina nel fianco destro, insieme a Janmaat, per i rumeni. Dal dischetto va ancora van Persie che spiazza il portiere avversario, siglando la propria doppietta personale.
A risultato acquisito, van Gaal ordina finalmente i primi cambi: dentro, in ordine, Maher, Clasie e Siem de Jong, in luogo, rispettivamente, di de Guzman, van der Vaart e van Persie.
Il tabellino, nel finale, si arricchisce anche del goal di Jeremain Lens, sicuramente tra i più positivi della serata: l'esterno del PSV, a tempo scaduto, si fa trovare puntuale per il tap-in sulla respinta corta di Pantilimon in occasione del sinistro dal limite di Maher.

Appaiono, allora, già decise le sorti del gruppo D, che ha un solo e vero padrone: l'Olanda di van Gaal. Impressionante lo score degli Oranje, che nelle 6 gare giocate (e vinte) hanno segnato ben 20 goal, subendone solo 2.
Con 18 punti conquistati, i "cannibali" del gruppo spostano l'attenzione sulla corsa al secondo posto, al momento occupato dall'Ungheria, distante ben 7 lunghezze. L'impressione è che possa essere una corsa a due, proprio con la Romania, ma non è da sottovalutare un possibile inserimento, anche se tardivo, della Turchia, al momento quarta con soli 7 punti.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top