"Juve 1996, che imbroglio", gli ex giocatori dell'Ajax commentano così le indagini svolte da una trasmissione televisiva olandese

La rete di Ravanelli che aprì le marcature di Ajax-Juventus
Quasi in concomitanza con la finale di Champions League vinta in extremis dal Bayern Monaco sul Borussia Dortmund, la trasmissione Andere Tijden Sport, andata in onda sulla televisione pubblica olandese, ha dedicato una puntata alla ricerca della verità riguardo le pesanti accuse di doping che pendono sulla testa dei calciatori della Juventus che, nel maggio del '96, vinsero la più importante competizione europea ai danni dell'Ajax Amsterdam.

In base a quanto riferito, sembrerebbero quasi innegabili le accuse di utilizzo di sostanze dopanti da parte della Juventus nel periodo 1994-1998. La notizia non è certo nuova, ma le prove mostrate dal programma televisivo sono sconcertanti: più di una mezza squadra con dei valori di sangue anormali, controlli antidoping incorretti e medicinali pesanti in sede Juventus. La vecchia signora, insomma, sembrerebbe aver vinto con l'imbroglio.
Secondo quanto confermato da Giuseppe D'Onofrio, Sandro Donati e Raffaele Guariniello, coinvolti nell'indagine riguardante la Juventus in quel periodo, i fatti sono chiari, anche se Pietro Vierchowod e Antonio Conte, gli unici a prendere la parola ai microfoni della NOS, hanno categoricamente negato tutto.

Created by BCL easyConverter SDK 3 (HTML Version)

Inizia la giornata con la tua squadra del cuore: la tua tazza con foto a 2,50 €

I veri tifosi non scordano mai la loro squadra del cuore e certi semplici oggetti aiutano a ricordare la propria fede in ogni momento della giornata. Un esempio originale? La tazza personalizzata con foto di Vistaprint – azienda spagnola leader nel settore delle realizzazioni grafiche.

Con soli 2,50 € potrete fare colazione con la tazza personalizzata con i colori della vostra squadra. Le tazze Vistaprint sono realizzate in ceramica, disponibili in diversi modelli e con stampa a colori. Sono perfette anche come regalo ad amici e parenti!

Acquistando ora la tazza, potrete approfittare della promozione riservataci da Vistaprint e avrete in omaggio anche la maglietta personalizzata con foto!

Clicca qui per scoprire la promozione riservataci da Vistaprint.



La parola è stata, poi, data anche ad alcuni ex Ajacied, che hanno potuto esprimere il loro sconcerto per quanto mostrato in televisione. Laconico è stato Ronald de Boer, apparso profondamente colpito dall'ingiustizia avvenuta in quegli anni. "La prima cosa che mi viene da dire è che questo va severamente punito. Il doping deve stare fuori del calcio e quello è molto facile" ha dichiarato il fratello dell'attuale allenatore dell'Ajax.
Più meravigliato, invece, è apparso il nigeriano Finidi George: "Wow, questo è strano", ha affermato l'ex giocatore dopo di aver visto l'elenco dei fatti. "Se è capitato a sei o sette giocatori in quella partita è un grande imbroglio. Pensarci mi fa davvero male."

Qui potete vedere il documentario a cura di Thomas Blom:




Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

4 Commenti a quello che hai letto:

  1. Sorvolo sulla veridicità della cosa (visto cos'era la Juventus di quegli anni non ho difficoltà a pensare che la cosa sia vera), quello che non capisco è perché si sia aspettato 17 anni per cacciare fuori questa cosa. Non ditemi che ci sono voluti 17 anni per scoprire una cosa che sapevamo da almeno 15 anni...

    RispondiElimina
  2. lo si sapeva da 17 anni ma visto che in italia chi comanda regna impunito e la squadra in questione era la juventus e nn il ravenna!!!! si decise di insabbiare tutto cm capita 100 volte su 99 in italia specie a favori dei potenti!!!! poi zeman rispolverò tutto e quel punto nonostante le confessioni dei vari giocatori della juve di quei tempi(tra cui anke il parruccato alias conte) con la felicità degli interessati tutto fini con una prescrizione.....in pratica....CAPRICCIO ALL'ITALIANA!!!!! anke se passati tanti anni cm mai ad amstrong ben johnson e tatnti altri hanno tolto i vari titoli e vittorie a ritroso e alla juve nn si può!!??? mah!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, si insabbiò tutto proprio alla Juve! Casomai la Juve è l'unica che è stata infangata in un sistema in cui i farmaci erano parte integrante di tutte le squadre e del calcio italiano in generale, da Cannavaro che si fa la flebo di Neoton a Parma, ad Almeyda che nel suo libro confessa di flebo e punture usate di frequente, a Batistuta che non cammina più per tutte le infiltrazioni che prendeva, a Negro e Favalli che in tribunale ammettono che Zeman (si proprio lui) li obbligava a prendere Creatina alla Lazio! Ma fateci il piacere. Inoltre i titoli alla Juve li vuoi togliere in base a cosa? La Juve non ha violato alcuna regola sul doping, perché tutte le sostanze usate erano farmaci leciti, è questo che non capite ancora, la Juve non ha usato sostanze dopanti, ha usato farmaci normali per migliorare le prestazioni, cosa che fino al 2000 (quando ci fu la regolamentazione sulla prescrizione di farmaci ai calciatori) era del tutto regolare! Togliere i titoli alla Juve è come dire che oggi mettono il limite in autostrada a 90 km/h e io ti faccio pagare migliaia di multe perché fino a ieri tu andavi a 130 km/h! Informarsi meglio prima di commentare in giro su internet non sarebbe male come primo passo...

      Elimina

Back
to top