Europei Under 21 - L'Olanda cade contro la Spagna ed affronterà l'Italia in semifinale

Un accigliato Cor Pot

Uscita sconfitta dalla sfida contro i pari età della Spagna, l'Olanda Under 21 è destinata ad affrontare, sabato, l'Italia di Denis Mangia, in una semifinale che, con ogni probabilità, risulterà spettacolare.
Cor Pot manda in campo, contro le giovani furie rosse, la seconda squadra, lasciando a riposo tutti i titolari visti in campo nelle vittorie contro la Germania e la Russia.
A difendere i pali, così, viene chiamato Marco Bizot, portiere scuola Ajax ma prestato al Groningen. La coppia di centrali difensivi è composta da Mike van der Hoorn e Bram Nuytinck, mentre i terzini sono Van Aanholt e Leerdam. In mediana, chance dal primo minuto per Clasie, schierato insieme a Fer ed il giovanissimo Vilhena. In avanti il tridente è composto da Jozefzoon, Hoesen e Depay.
A differenza del collega olandese, Lopetegui ha mantenuto l’asse dei migliori: De Gea, Thiago Alcantara, Isco e Morata sono tutti in campo dal primo minuto e così la differenza tra le due squadre, una delle quali (l'Olanda) ha decisamente un esperienza internazionale minore rispetto all'altra, è decisamente lampante.
La Spagna riesce subito ad indirizzare la partita sui binari che preferisce: quelli del palleggio e degli improvvisi tagli sugli esterni. Proprio da una delle tipiche azioni iberiche, nasce il goal che sblocca il risultato, firmato da Morata, capocannoniere del torneo con 3 goal, lesto ad approfittare dell'assist servitogli da Sarabia, bravo a recuperare su di un tentativo di spazzata di Van der Hoorn.
Appena cinque minuti dopo, gli spagnoli raddoppiano con Isco, che coglie il delizioso assist di Muniain e batte Bizot, firmando il 2 a 0 che chiude un primo tempo che ha visto gli olandesi in bambola, pericolosi solo con Van der Hoorn il quale, a tu per tu con De Gea, calcia dritto sul portiere del Manchester United, bravo, ad ogni modo, ad opporsi col piede alla conclusione del difensore dell'Utrecht.

Nel secondo tempo l'Olanda si mostra maggiormente determinata a riaprire il risultato. Decisiva, a questo punto, diventa la classe dell'estremo difensore spagnolo, che prima impedisce a Depay di trovare la rete su punizione dalla distanza e, poi, dice no prima al subentrato Maher, venendo graziato dalla traversa, che ribatte il tap-in a botta sicura di Danny Hoesen.
A gara finita, la Spagna arrotonda il risultato con Vazquez, che firma, su assist di Morata, il definitivo 3 a 0.
Cor Pot, conscio di aver attirato su di se numerose critiche per la scelta di affrontare la gara che avrebbe deciso la futura avversaria nelle semifinali con la squadra-B, si è detto, a fine gara, parzialmente soddisfatto di quanto visto in campo: "Ho visto alcune cose buone ed altre meno buone. Di sicuro dovevo far rifiatare alcuni giocatori titolari e questa era una buona occasione".
Ad ogni modo, sabato sera si giocherà, a Petah Tikva, la sfida contro l'Italia. Gli Oranje restano, comunque, seriamente accreditati per la finale, per la quale Cor Pot ha già dato appuntamento al collega spagnolo Lopetegui.
Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

1 Commenti a quello che hai letto:

Back
to top