I talenti del calcio olandese: Santiago Arias, il nuovo terzino colombiano del PSV Eindhoven

Arias insieme a Marcel Brands, d.s. del PSV 
Arrivato insieme a Stijn Schaars, vecchia conoscenza del calcio olandese, Santiago Arias è il nuovo terzino destro del PSV Eindhoven. Colombiano, classe 1992, Arias arriva al Philips Stadion per una cifra che si aggira intorno ai 750mila Euro, dopo aver trascorso solo una stagione allo Sporting Lisbona. I lusitani, l'anno scorso, avevano strappato il ragazzo proprio al PSV, acquistandolo dall'Equidad, formazione colombiana finalista della Liga Postobon.
Terzino di spinta, Arias non ha problemi a giocare anche nel ruolo di centrocampista laterale, vista e considerata la sua facilità di cross e la bravura nel tiro dalla distanza.
Cresciuto nel settore giovanile dell'Equidad, club di Bogotà, capitale della Colombia, è stato titolare nel corso dell'intero Mondiale Under 17 svoltosi in Nigeria nel 2009, raccogliendo 6 presenze ed un goal. Immediato, poi, il salto in Under 20 senza, però, perdere il ruolo di protagonista sulla fascia destra, là dove Arias sembra giocare come un veterano, data la propria spiccata personalità.


Il passaggio del giovane di Medellin al PSV era già in programma nella sessione di mercato invernale del 2011. Una vera e propria asta scatenatasi attorno al ragazzo, con Atletico Madrid, Saragoza, Hercules, Almeria e PSV Eindhoven pronte a chiudere l'accordo con l'Equidad, ha visto spuntarla, a sorpresa, lo Sporting Lisbona.
In Portogallo, però, Arias non ha brillato: trovatosi chiuso da Joao Pereira, il ventunenne terzino colombiano ha trascorso i primi sei mesi a giocare con la formazione B dei Leoes, finendo con l'essere chiuso, l'anno dopo, dall'arrivo del più esperto Boulahrouz.

La non certo florida condizione economica dei biancoverdi ha favorito, oggi, il passaggio del ragazzo al PSV Eindhoven. Il trasferimento di Arias non va interpretato come un fallimento del tenace terzino, quanto, piuttosto, come un sacrificio necessario per lo Sporting Lisbona, intenzionato a ripianare i propri debiti.
Al Philips Stadion, dove Arias dovrebbe rimanere per almeno 4 stagioni, avendo firmato un contratto quadriennale, il ragazzo arriva con la prospettiva di diventare il titolare nella linea a 4 della difesa di Cocu, intenzionato a sfruttare al meglio la corsa e l'ottima tecnica di base dell'ex Equidad.
La personalità e la sicurezza nei propri mezzi consentiranno ad Arias di mettersi in luce anche in Europa. L'Eredivisie, infatti, è un campionato perfetto per un giovane calciatore che deve ancora crescere e disciplinarsi tatticamente ed il PSV, squadra che mira, mai come quest'anno, a spezzare l'egemonia dell'Ajax, può essere il suo vero e proprio trampolino di lancio.


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top