Depay salva il PSV con gol e assist, con il Twente finisce 2-2

Shadrach Eghan festeggia il suo gol.

In una fredda sera di fine estate il PSV conquista un buon pareggio in un campo ostico come quello del Twente, grazie ai gol di Wijnaldum e Depay, mentre per i padroni di casa i gol trovano le firme di Eghan e Promes.
Jansen sceglie un 4-3-3 con il tridente d'attacco formato da Tadic, Castaignos e Promes, mentre il collega Cocu opta per lo stesso modulo, con Depay, Matavz e Park terminali offensivi. L'arbitro del big match di questa sesta giornata è Pol Van Boekel.

L'1-0 dei Tukkers arriva al 17': Castaignos dalla fascia destra pesca al centro dell'area Eghan il quale, libero da marcatura, dribbla Bruma e infila Zoet; nell'occasione l'ex Chelsea non si accorge della presenza di Eghan libero, mentre Hendrix era andato a coprire su Castaignos. Il primo tempo si chiude con il Twente in cerca del raddoppio e con la difesa dei Boeren in affanno, mentre Zoet è molto attento e respinge tutte le sortite offensive dei padroni di casa. Nella prima frazione di gioco prestazione nettamente insufficiente per gli uomini di Cocu, meglio sicuramente il Twente.


Al ritorno dalla pausa Hendrix difende bene su Castaignos in area e manda il pallone in calcio d'angolo, sventando una potenziale minaccia. Dopo una prima frazione in cui ha saputo, tutto sommato, difendersi bene, il PSV si fa vedere anche in attacco: sugli sviluppi di una delle articolate azioni offensive degli ospiti, Depay cade a terra dopo un contrasto sospetto con Rosales. L'ala del PSV protesta con il braccio destro alzato ma l'azione prosegue, con Bengtsson rinvia proprio sul braccio dell'attaccante, costringendo Van Boekel a fischiare il fallo. Al 65' una palla sbagliata del centrocampo dei Tukkers viene intercettata da Schaars che serve Depay, il quale pennella un cross perfetto per la testa di Wijnaldum, bravo a trafiggere Marsman per l'1-1; nell'occasione male Rosales e Koppers che non riescono a tenere rispettivamente Depay e Wijnaldum. Esultano i tifosi ospiti giunti ad Enschede per sostenere la propria squadra. Un minuto dopo il goal del pareggio, la gara si accende: Cocu sostituisce Park e Maher con Bakkali e Toivonen e la manovra del PSV giova particolarmente, visto che ora i Boeren giocano in scioltezza e per poco non si portano in vantaggio con Wijnaldum che spreca malamente una buona occasione da centro area, mandando il pallone alto sopra la traversa. Nonostante il buon momento del PSV, il Twente si riporta avanti con Promes, che raccoglie una spizzata di testa di Castaignos su cross perfetto di Tadic dalla sinistra. Impressionante la decisività dell'ala serba, al momento miglior assistman del campionato ed ispiratore, come in questo caso, di numerose altre azioni interessanti.

All'83' Depay spegne gli entusiasmi del Grolsch Veste siglando il definitivo 2-2 con un bellissimo tiro che viene leggermente deviato dai difensori e inganna Marsman. Nell'ultimo minuto di recupero Bruma rischia di combinare la frittata, appoggiando un cross con il petto che diventa un assist comodo per Djordjevic: Zoet in uscita bassa risolve la situazione, prima che lo stesso Djordjevic falci Hendrix, beccandosi pure un meritato cartellino giallo per il brutto intervento. In precedenza lo stesso montenegrino si era reso protagonista di un principio di zuffa con alcuni giocatori ospiti durante una pausa del gioco e anche dopo il triplice fischio di Van Boekel gli animi sono assai surriscaldati, nonostante i soli 13 gradi di Enschede. 


Per il PSV il pareggio va più che bene, per come si era messa la gara; prestazione comunque da rivedere per i Boeren, tra i quali spicca la grande gara di Depay, autore di un bellissimo gol e di un assist, mentre al contrario match insufficiente per Bruma, che in difesa non dà, al momento, troppe certezze. Bene anche Bakkali, Schaars a centrocampo e il giovane Hendrix in difesa, che nonostante l'età (18 anni) è riuscito a farsi valere con la sicurezza di un calciatore maturo.
Nel Twente bene Castaignos e Tadic, vere mine vaganti per la difesa ospite, mentre la retroguardia non è apparsa in grande forma, soffrendo di conseguenza le veloci ripartenze dei Boeren. In entrambi i gol Schaars è risultato decisivo, servendo Depay che nel primo ha crossato per la testa di Wijnaldum, mentre nel secondo ha ubriacato di finte Rosales, prima di lasciar partire un destro sul quale Marsman poteva, probabilmente, fare di più.

Ecco gli highlights del match:

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top