Eredivisie, ecco il 2013 in cifre e statistiche!

L'Ajax di De Boer, pur senza un vero e proprio bomber, è la terza squadra più prolifica, dietro ad Heerenveen e Vitesse
Giunti alla consueta pausa invernale, cogliamo l'occasione per dare uno sguardo alla classifica ed ai dati statistici che hanno contraddistinto questa prima metà di Eredivisie, destinata a chiudersi il prossimo 3 maggio.
In testa alla classifica, dopo 18 turni, c'è l'Ajax, premiato da una migliore differenza reti rispetto al Vitesse, con il quale divide il primato a 37 punti: il saldo tra i goal fatti e quelli subiti dai Lancieri, segna un bel +24, ben 6 in più dei gialloneri di Bosz, che restano la squadra con il miglior andamento fuori casa, avendo vinto 5 delle 10 gare giocate lontano dal GelreDome, totalizzando 18 punti sui 30 disponibili. Merito anche dello straordinario e spettacolare gioco espresso dalle aquile di Arnhem, che restano la squadra con il maggior numero di dribbling riusciti (una media di ben 12,7 giocate vincenti a match) e di tiri a porta a partita (ben 8 in media). Ad aver provato la conclusione più volte, fino ad ora, però, è stato il Twente, i cui dati relativi ai 18 incontri giocati sino ad ora evidenziano una media di 18,8 conclusioni a partita, di cui meno della metà (la media si abbassa a 7,5) indirizzate verso lo specchio della porta.
Spostandoci dall'analisi degli andamenti dei collettivi a quelle dei singoli, curiosamente notiamo che sul podio dei giocatori che hanno la media di tiri a porta più alta, non c'è nè un giocatore del Vitesse, nè uno del Twente: Finnbogason (4,6 tiri a partita), Depay (4,5) ed il nostrano Pellè (4,3) sono i calciatori che più hanno provato la conclusione fino ad oggi, trovando la rete rispettivamente 17, 6 e 13 volte.




Alfred Finnbogason, attuale capocannoniere dell'Eredivisie con 17 goal (sui 42 segnati dai Frisoni)
Non sono solo i goal, però, a rilevare nell'andamento delle squadre di calcio: contano anche la precisione nei passaggi, con l'Ajax che ha la percentuale più alta di passaggi riusciti (86,8%), seguita da Twente e PEC Zwolle. I biancorossi di Frank de Boer hanno una media di 545 passaggi corti a partita, ma non disdegnano il lancio dalle retrovie (72, ben dieci meno del Vitesse) o il passaggio in profondità (3 a partita in media, al pari di Heerenveen, Roda, Twente e PSV). In mancanza di veri e propri esterni offensivi, l'Ajax perde un pò di posizioni nella classifica dei cross effettuati, venendo scalzato da Feyenoord e Twente, che guida il gruppo con una media di 29 cross a partita. Non si tratta di un caso, in quanto tra le fila dei Tukkers gioca Dusan Tadic, secondo miglior crossatore (2,4 riusciti a partita, in quanto sono ben 40 su 170 quelli andati a buon fine) e terzo miglior assistman (7) dell'Eredivisie, dietro a Martens (10 assist in campionato con l'AZ) e Lucas Piazon (8 assist con il Vitesse).
Martens, dal 2006 all'AZ, si trasferirà a parametro zero al PAOK
Tadic e Piazon si contendono anche lo scettro di miglior realizzatore di passaggi chiave, seguiti da Ziyech dell'Heerenveen, diventato imprescindibile per gli schemi di Van Basten. Il serbo del Twente ha una media di 4,1 passaggi chiave a partita, mentre i suoi colleghi ne hanno una di 3,1 e 2,7. Per quanto riguarda i passaggi riusciti, invece, salgono in cattedra i difensori dell'Ajax: Moisander (89,5 passaggi riusciti a partita) e Denswil (87,8) guidano il gruppo, seguiti a distanza da Van der Heijden (74,9) e Kashia (73,1), dimostrando che Frank de Boer ed i suoi giocatori sembrano aver recepito la lezione di Cruijff, secondo cui il gioco deve partire dalla difesa, primo passo per mantenere il possesso del pallone: altissima la media della percentuale del possesso palla (62,9%) degli ajacidi, quasi il doppio del possesso palla medio dell'RKC, ultimo in questa classifica con una media del 38,5%.


Ayoub, 19 anni, titolare alla sua prima stagione in prima squadra ad Utrecht
Anche sotto l'aspetto difensivo, vale la pena analizzare qualche altro numero: AZ Alkmaar e Feyenoord sono le squadre più "toste", avendo effettuato la bellezza di 393 contrasti (21,8 a partita), ma il vero mastino di questa Eredivisie gioca nell'Utrecht e si chiama Yassin Ayoub, re dei contrasti con una media di 4,3 tackle a partita. I più richiamati restano i giocatori dell'Heracles, a cui gli arbitri hanno fischiato un fallo 324 volte (in media 18 per ogni gara): il trio composto da Quansah, Te Wierik e Linssen, però, resta ai margini della Top 5 dei più fallosi di Eredivisie, guidata da Davy Propper del Vitesse, autore di 46 falli in 17 apparizioni in campionato, collezionando, però, solo 1 cartellino giallo. 


Davy Propper, imprescindibile (o quasi..) nel centrocampo di Bosz
Molto più "cattivi", invece, sono stati Frank Demouge (attaccante del Roda) e Mitchell Dijks (difensore dell'Heerenveen), espulsi 2 volte ed ammoniti 3 volte ciascuno. I più sanzionati dagli arbitri, però, sono Van der Heijden (Vitesse), Luijckx (Roda), Bengtsson (Twente) e Magnasco (Groningen), tutti ammoniti 6 volte fino ad ora.
Nel complesso la squadra più indisciplinata resta il Roda, che ha collezionato 39 ammonizioni e 6 espulsioni (dei 45 cartellini totali, 6 sono stati ottenuti per comportamento non professionale), mentre i più corretti sono i giocatori dell'Ajax (19 gialli e 1 rosso, ottenuto da Van Rhijn).

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top