Esclusiva - Intervista a Dario Ravelli, consulente e scout, riguardo al mercato e le giovani promesse


Oggi intervisteremo Dario Ravelli, consulente di mercato e responsabile scouting, che segue con attenzione il campionato portoghese, ma anche esperto conoscitore dell'Eredivisie.

Quali sono i talenti che hai adocchiato nei campionati sudamericani e portoghese che conosci essere in trattativa o obiettivi delle società olandesi?


Non è un mistero che Steven Defour piaccia tanto sia in Belgio che in Olanda. Di sicuro ad Eindhoven ci potrebbero fare un pensiero, considerando che l'ex Standard Liegi è in partenza dal Porto a causa di uno scarso impiego conseguito nonostante la partenza estiva di Joao Moutinho verso il Monaco. Come non è un segreto l'interesse del Heerenveen e del Vitesse verso il giovane Ivan Cavaleiro, classe 1993 in forza al Benfica. i due club hanno più volte inviato loro osservatori per vedere l'esterno in azione e non mi sorprenderei tentassero di portarlo in Olanda con la formula del prestito secco. Si è tanto parlato anche di Kléber, prima punta classe 1990 di proprietà del Porto, ma non mi risultano interessamenti concreti ne da parte di AZ ne da parte dell'Utrecht, due squadre a lungo affiancate al nome della punta Brasiliana dai giornali portoghesi. Credo tuttavia che il club Lusitano maggiormente seguito dalle compagini di vertice olandesi sia lo Sporting Lisbona, come dimostra l'affare Labyad, in virtù dei numerosi esuberi presenti nella rosa dei bianco-verdi. Jeffrèn in particolare è stato a lungo seguito dall'Ajax che adesso ha però un po' mollato la pista, ma il ragazzo vanta tanti estimatori in Olanda. Se devo farti due nomi, andando in Sud America, ti svelo un retroscena: quest estate ho lavorato nei panni di responsabile di mercato per un club Brasiliano ed il Willem II ha più volte sondato il terreno per Norberto, terzino di destra classe 1990 di proprietà dell'America di Natàl. Facendo inoltre i complimenti al sempre straordinario scouting del PSV Eindhoven che è stato il primo club Europeo ad avvicinare Doria, centrale '94 del Botafogo, ormai però fuori portata tecnica ed economica. La cosa non si è fatta a causa delle eccessive pretese del club Carioca, ma non escludo un arrivo futuro in Europa del calciatore in questione. Posso invece dirti che il duttilissimo jolly difensivo classe 1991 Mikael Dyrestam (nella foto in alto), che è libero di firmare un contratto con qualsiasi club dato che l'accordo con il Goteborg è scaduto in Dicembre, ha già in mano offerte di Ajax ed Heerenveen anche se alla fine opterà probabilmente per la Bundesliga.



Quali di questi potrebbero rendere al meglio in un campionato suggestivo come la Eredivisie?

A mio avviso, restando su  Mikael Dyrestam, il suo eventuale acquisto rappresenterebbe scelta ideale per qualsiasi club di alto livello in Eredivisie, centrale in grado di ricoprire anche il ruolo di terzino sia di destra che di sinistra, vanta grande struttura fisica ed altrettante capacità atletiche. Prospetto di futuro e crescita garantita, non ancora prontissimo per un campionato di prima fascia, l'Olanda rappresenterebbe la scelta ideale. So che in Olanda lo avevano cercato insistentemente anche questa estate, conosco bene il ragazzo e meriterebbe davvero una chances fuori dalla Scandinavia. Credo inoltre che un'esperienza in Olanda gioverebbe anche ad un talento ancora inespresso come Jéffren, Bojan insegna...

Quali talenti olandesi più o meno giovani che hai osservato ritieni da top club europeo?

L'Olanda è in assoluto una delle maggiori fucine di talenti a livello globale, merito di una cultura progressista e di profonda convinzione nelle academy e nei centri di formazione. Sparare i soliti nomi è sin troppo facile, io virerei su calciatori ancora meno conosciuti: Ter avest centrale classe 1997 del Twente Enschede ha tutto per poter diventare un centrale di grande importanza. Aggiungerei anche il fortissimo esterno Abdelhak Nouri classe 1997 dell'Ajax e che ho potuto ammirare dal vivo anche in occasione della Lion City Cup in Singapore un anno e mezzo fa, abile nel saltare l'uomo possiede qualità tecniche eccezionali, tuttavia il calciatore che mi ha maggiormente colpito è sicuramente Ezra Walian: un predestinato (classe '97 anche lui e fresco di primo contratto con l'Ajax). Tra i 1996 attenzione a Cihat Celik del NEC, personalità e qualità non facili da scovare come a Sandy Walsh del Genk tra i 1995, nato centrale ormai si disimpegna eccellentemente nei vesti di terzino di destra grazie ad un grande passo ed eccellenti abilità offensive.

Che ne pensi del movimento calcistico olandese, delle sue strutture e delle sue società rispetto al campionato portoghese? Quali sono le differenze più marcate?

Purtroppo il movimento portoghese è arcaico e comandato da procuratori, lo dimostra lo scandalo Bruma-Sporting Lisbona. Il calcio Lusitano è chiaramente gestito dai soliti personaggi che non hanno difficoltà nel sottomettere di conseguenza le società professionistiche. Centri di formazione scadenti (ad eccezion fatta per le 3 big comunque facilmente depredabili da squadre estere) ed una cultura assolutamente da rifondare. La creazione di squadre B sembrava poter regalare maggiore spazio a talenti ancora acerbi o giovanissime promesse, in realtà per la maggior parte le squadre B sono ripiene giocatori di poca qualità o finiti ad alto livello. Il sistema calcio portoghese risente del pessimo stato generale in cui si trova la nazione, un po' come in Italia. Come detto in precedenza il movimento olandese è invece all'avanguardia da ogni punto di vista, lo dimostra la straordinaria qualità dei numerosi ragazzi lanciati in questi ultimi anni. Senza soffermarsi sulle scontate conclusioni a riguardo di impianti e stadi che, in Portogallo, sono assolutamente non all'altezza di un calcio che per assurdo continua a crescere bene dal punto di vista della competitività interna ed esterna. Sono, in conclusione, un accanito appassionato da sempre del calcio olandese come di quello belga. Sono di recente stato in Belgio e probabilmente tornerò, molto volentieri, in Olanda il prossimo Febbraio: è sempre un piacere poter ammirare un calcio la cui filosofia propositiva lo rende uno dei miei favoriti. Ti confido una mia particolare preferenza verso l'Heerenveen...

Bruno Martins Indi, come lo giudichi? Te lo chiedo visto il suo doppio passaporto olandese-portoghese.

Di sicuro uno dei centrali di maggior interesse nell'intero campionato, mi sarebbe piaciuto ancor più vederlo con la casacca della nazionale portoghese, avrebbe rappresentato una grande opzione per il reparto centrale insieme a Bruno Alves e Neto, che a mio parere dovranno essere i titolari indiscutibili in Brasile 2014. E' pronto per la Premier, io all'ipotesi Milan ci credo veramente poco. Il Milan ha ampiamente dimostrato di non avere grande intenzione nello spendere grosse cifre per difensori - anche se uno come Martins Indi sarebbe l'ideale al centro e considerata anche la duttilità dell'atleta potrebbe tappare più buchi nel reparto rossonero - e non so quanto l'arrivo di Seedorf possa cambiare le cose...

Come sta procedendo la stagione di Filip Djuricic al Benfica?

La verità è che Jorge Jesus è uno straordinario allenatore dal punto di vista tecnico-tattico ma potrebbe migliorare dal punto di vista dei rapporti personali. Jesus ha infatti messo alle porte della rosa Djuricic senza motivi apparenti, è vero nella rosa del Benfica c'è grandissima concorrenza sulla trequarti ed anche sull'esterno, ma allora perchè puntare sul giovane Serbo potendo già contare su Markovic, Gaitàn, Salvio, Sulejmani ed Ola John (sino a Gennaio)? Adoro Djuricic ed a mio parere è un giocatore eccezionale da tutti i punti di vista, è chiaro che Gaitàn e Markovic sono due calciatori straordinari ma un prospetto come l'ex Heerenveen meriterebbe maggiore spazio e maggiore considerazione. Si rischia di bruciarlo come fatto con tanti altri talenti passati da Lisbona sotto la discutibile gestione delle risorse umane e tecniche di Jesùs.

Atsu sta facendo davvero un ottimo calcio al VItesse, però Peter Bosz in genere lo schiera centrocampista. Ritieni che sia un azzardo farlo giocare in quella posizione o può rivelarsi un'intuizione geniale anche per il futuro di questo promettente giocatore?

Ti dico sinceramente che ero tra quelli più convinti in un fallimento totale di Atsu, anche se quando ho saputo dell'affare Vitesse ho iniziato ad avere qualche dubbio: il calcio olandese è veramente l'ideale al fine di premiare cambio di passo e la straordinaria velcità di giocata e pensiero del ghanese. Mai avrei pensato però potesse far bene come quarti di centrocampo in un reparto in linea avendo sempre interpretato il ruolo di ala in un tridente offensivo ed avendolo sempre trascurato la fase di non possesso (sia nel Porto prima squadra che nelle giovanili oltre alla nazionale). La maggior rigidità tattica del calcio olandese deve avergli fatto davvero bene, se sommata alla maturazione caratteriale e tecnica del calciatore: sembra un altro atleta rispetto l'esterno timido ed incostante ammirato lo scorso anno. E' uno che ha incantato nelle giovanili dei Dragoni, la vera notizia non è il suo talento bensì la sua definitiva -spero - crescita tattica e personale. Uno dei pochi e rari errori della strepitosa gestione di Pinto Da Costa all'interno del consiglio d'amministrazione del Porto.

Ultima domanda: perché, a tuo avviso, Zakaria Labyad ha fallito con lo Sporting Lisbona?

Non credo sia sia trattato di ragioni tecniche, qualunque cosa si dica è bene precisare che Labyad è un talento cristallino. Purtroppo il calciatore si è ritrovato in uno Sporting alle prese con rivoluzioni tecniche e societarie, una società allo sbaraglio che infatti ha passato una stagione atroce anche dal punto di vista puramente tecnico. Capita, credo bisogni fare attenzione nel scegliere un potenziale nuovo club anche giudicando una società, e quella dello Sporting ha dimostrato di non essere all'altezza lo scorso anno. Questa stagione per Labyad è stata una conseguenza... Ma non ha colpe, il ragazzo è forte e diventerà un calciatore importante.

Grazie Dario per il tuo tempo. Alla prossima. 

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top