Feyenoord, tutti i possibili scenari per il dopo-Koeman

La Rotterdam calcistica, o per lo meno quella legata al Feyenoord, è ancora sotto shock per le recenti dichiarazioni di Ronald Koeman, che ha annunciato (al pari del collega Van Basten) di non voler proseguire la propria carriera sulla panchina del Feyenoord.
Il mancato rinnovo del contratto dell'uomo di Zaandam, dopo quasi tre anni alla guida dei Rotterdammers, coincisi con il raggiungimento di un secondo e terzo posto in Eredivisie, pone un grande punto interrogativo sul futuro della società fondata nel 1908, che rischia di perdere, in un solo colpo, il proprio condottiero ed i propri giocatori migliori. Pellè, Martins Indi, De Vrij, Clasie e Vilhena sono tutti in odor di partenza e difficilmente decideranno di rimanere a Rotterdam senza un allenatore di alto livello.
Proprio per questo, le recenti speculazioni mediatiche hanno accostato alla panchina del Feyenoord tantissimi nomi: andiamo a vedere insieme quali sono i candidati per la panchina dei Rotterdammers e quali sono le possibilità reali di un loro approdo al De Kuip.




Peter Bosz 25%50 anni, attuale allenatore del Vitesse

Uno degli attuali protagonisti della straordinaria annata del Vitesse è di sicuro l'allenatore: Peter Bosz, da sempre tifoso (oltre che giocatore per cinque anni e direttore tecnico per altre tre stagioni) del Feyenoord, è il candidato numero uno a succedere Koeman alla guida dei Rotterdammers.
Gli ostacoli sono rappresentati dalla burrascosa relazione tra Bosz e Martin van Geel, d.g. del Feyenoord, e dalla probabile richiesta economica del Vitesse, poco incline a lasciarsi strappare da una rivale il proprio allenatore.
Alle speculazioni mediatiche, in occasione della gara contro il Feyenoord, Bosz ha glissato saggiamente, ma il Telegraaf ha riportato l'esistenza di una clausola, nel contratto dell'ex Heracles, che lo libererebbe in caso di offerta da un altro club...Ammesso che sia vero, se l'altro club dovesse essere il Feyenoord, come si suol dire, al cuor non si comanderebbe.


Co Adriaanse 24%
66 anni, attualmente senza contratto

Secondo la stampa olandese Jacobus "Co" Adriaanse è il principale indiziato per il ruolo di nuovo allenatore del Feyenoord. Dopo il "miracolo" Willem II, arrivato addirittura in Champions League nel 1999, la sua carriera di allenatore non gli ha regalato particolare fama. Dotato di discreta esperienza internazionale (ha allenato in Olanda, Portogallo, Ucraina, Qatar ed Austria), potrebbe non aver mantenuto la simpatia di molti, specie dopo le sue recenti critiche nei confronti dei calciatori, quando apparso in tv come opinionista. I suoi metodi di allenamento, poi, gli hanno fatto guadagnare il soprannome "Psycho Co". Il perchè chiedetelo ai giocatori del Willem II, costretti a correre davanti alla sua macchina per 13 km.

Jean-Paul van Gastel 15%41 anni, attuale assistente di Koeman

La classica soluzione della continuità. Van Gastel conosce l'ambiente ed è ben voluto dai tifosi, avendo sviluppato un rapporto di stima reciproca nel corso degli anni passati al De Kuip da giocatore e da allenatore della squadra riserve. Non è un grande nome, ma affidargli l'incarico non andrebbe ad intaccare troppo le casse del club.

Frank Rijkaard 10%
51 anni, attualmente cura lo sviluppo di giovani calciatori alla Montverde Academy, in Florida

Proprio come Ronald Koeman, Rijkaard ha iniziato la sua esperienza in panchina come assistente di Hiddink sulla panchina dell'Olanda. Dopo aver fatto bene alla guida della nazionale olandese, uscita eliminata ai rigori dall'Italia all'Europeo 2000, ha fatto decisamente meno bene in campionato, considerato il licenziamento dopo una retrocessione con lo Sparta Rotterdam nel 2001.
Nel 2003, però, approda quasi inspiegabilmente al Barcellona, dove rimane per 5 anni e vince due Liga ed una Champions League. Nelle successive avventure in Turchia (Galatasaray) ed in Arabia Saudita (alla guida della nazionale) non ha ottenuto analoghe fortune, rimanendo disoccupato dopo l'eliminazione dalla Coppa delle nazioni del Golfo del 2013.
Fautore di un gioco offensivo, resta comunque un personaggio legato al mondo dell'Ajax e, di conseguenza, un suo arrivo a Rotterdam desterebbe più di qualche possibilità.

Erwin Koeman 7,5%
52 anni, attuale allenatore dell'RKC Waalwijk

La prima esperienza, datata 2005, non fu delle migliori, ma nel calcio mai dire mai. Dopo il buon lavoro alla guida di una squadra di onesti mestieranti come l'RKC, un suo ritorno a Rotterdam non è da escludere. Il suo contratto con i gialloblu scade in estate, qual migliore occasione per mantenere vive le tradizioni di famiglia?


Rene Meulensteen 5%
49 anni, attuale allenatore del Fulham

Avendo vissuto per anni alle spalle di Sir Alex Ferguson, Meulensteen è ancora in attesa di poter provare il proprio valore come allenatore. Al Fulham non sta convincendo pienamente e, magari, l'aria di casa potrebbe restituirgli vigore e credibilità.

Marco van Basten 4%
49 anni, attuale allenatore dell'Heerenveen

Dopo una carriera da allenatore che sembrava precipitare in picchiata, viste le brutte esperienze con l'Ajax e la nazionale olandese, Marco van Basten ha riguadagnato credibilità alla guida dell'Heerenveen. In Frisia, infatti, il cigno di Utrecht ha proposto un calcio offensivo e spettacolare, valorizzando tanti i tanti giovani in rosa.
Il suo annuncio di voler lasciare i frisoni a fine anno lo ha posto immediatamente in prima fila come possibile sostituto di Koeman, ma difficilmente un ajacide come Van Basten potrà approdare al De Kuip, alla guida degli acerrimi rivali dell'Ajax.

Giovanni van Bronckhorst 2,5%38 anni, preparatore del Feyenoord

Sulla scia di Ajax e PSV, che hanno affidato le proprie panchine, con fortune alterne, ai loro ex giocatori, l'ipotesi di vedere "Gio" Van Bronckhorst guidare la squadra di Rotterdam è da tenere in considerazione, anche se rischiosa per via della poca esperienza dell'ex terzino.

Roy Makaay 2,5%
38 anni, preparatore del Feyenoord
Stesso discorso fatto per Van Bronckhorst. Ben voluto dai tifosi, rischia di pagare l'inesperienza e di bruciarsi anzitempo. Più probabile, invece, il suo impiego come vice del prossimo allenatore.

Bert van Marwijk 1,5%
61 anni, attuale allenatore dell'Amburgo

Sotto la sua guida, il Feyenoord ha vinto per l'ultima volta un trofeo continentale. Dalle stelle della finale dei Mondiali 2010 alle stalle degli Europei del 2012 con la nazionale olandese, ha provato a rilanciarsi in Bundesliga, accettando di allenare l'Amburgo. La stagione, però, non sembra delle migliori e non è da escludere un suo addio a fine anno, proprio quando la panchina del Feyenoord sarà libera.

Louis van Gaal 1%
62 anni, attuale Commissario Tecnico dell'Olanda

Non è un mistero che Van Gaal abbia deciso di lasciare la nazionale dopo il Mondiale (con l'incarico che verrebbe affidato, probabilmente, proprio a Ronald Koeman), ma non è ancora chiaro quali siano le intenzioni per il futuro del vulcanico ex allenatore di Ajax, Barcellona, AZ e Bayern Monaco.
Minime le possibilità di vederlo al De Kuip, vuoi per l'ingaggio richiesto, vuoi per la concorrenza di altri club, Tottenham su tutti.

Dick Advocaat 1%
66 anni, attuale allenatore dell'AZ Alkmaar

Con il contratto in scadenza con l'AZ, Advocaat è stato accostato alla panchina del Feyenoord a più riprese, ma ha sempre negato ogni contatto con la dirigenza dei Rotterdammers. 


Ruud Gullit 0,5%
51 anni, attualmente disoccupato

Per l'ex giocatore del Milan si tratterebbe di un ritorno a Rotterdam dopo l'esperienza della stagione 2004/05. Considerati i risultati di allora, piuttosto anonimi al pari di tutti quelli raggiunti dal Gullit allenatore, difficilmente la dirigenza del Feyenoord potrà puntare nuovamente su di lui.

Willem van Hanegem 0,5%
69 anni, attualmente disoccupato

De Kromme non rappresenta una soluzione realistica per la panchina del Feyenoord, ma non è da escludere a priori, specie se accompagnato da un giovane come Van Gastel o Van Bronckhorst. Sotto la sua guida i Rotterdammers hanno vinto la loro penultima Eredivisie e la sua opinione ha un peso relativamente alto per quanto riguarda la dirigenza. 


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top