Tripletta di Schöne e l'Ajax vola in classifica. Contro l'Heerenveen i Lancieri vincono 3 a 0

In occasione della sfida di chiusura della ventiquattresima giornata di Eredivisie, l'Ajax liquida con un secco tre a zero l'Heerenveen e mette una seria ipoteca sul titolo numero 33, il quarto consecutivo della gestione di Frank de Boer.
Protagonista assoluto della sfida è Lasse Schöne, ventisettenne centrocampista danese che da quando è arrivato ad Amsterdam si è messo completamente a disposizione del tecnico, ricoprendo i ruoli più disparati e risolvendo, in più di un occasione, gare spinose per i biancorossi.
In apertura di gara, però, le luci dei riflettori erano tutte rivolte verso Christian Eriksen e Johan Cruijff, entrambi presenti all'Amsterdam ArenA: mentre il centrocampista del Tottenham ha salutato ufficialmente i propri ex tifosi, così come si usa in Olanda, il leggendario profeta del gol ha ricevuto da Michel Platini un riconoscimento ufficiale dell'UEFA, il "President's Award", per quanto fatto da calciatore, allenatore e dirigente nel corso dei cinquant'anni che lo hanno visto protagonista nel mondo del calcio.



All'ArenA non manca, però, un'altra stella del passato, pronta a rovinare la festa dei Lancieri: Marco van Basten, protagonista alla guida dell'Heerenveen di una stagione decisamente positiva, si affida ad Alfred Finnbogason, capocannoniere dell'Eredivisie, per scombussolare i piani di fuga di De Boer & Company.
L'attaccante islandese, che contro l'Ajax non ha mai vinto, si è fino ad ora scatenato contro i Lancieri, avendo segnato ben 5 reti negli ultimi 3 incontri, terminati tutti in parità.
In porta, tra i padroni di casa, torna Cillessen, così come nell'undici titolare si rivedono Boilesen (che ha festeggiato il suo ventiduesimo compleanno) e Fischer.
Manca per squalifica, invece, tra le fila dei Frisoni, Kenny Otigba.

L'Ajax parte subito bene, cogliendo il palo dopo soli 2', quando Moisander devia di sinistro un pallone scodellato in area da Schöne. Tre minuti dopo, gli ajacied passano in vantaggio con Fischer, ma il goal viene annullato dall'arbitro Van Boekel per un fuorigioco inesistente segnalato dal suo assistente.
Il prezioso lavoro di Siem de Jong, che da punta si abbassa a raccogliere il pallone, favorendo l'inserimento di Fischer, Klaassen o Schöne, viene premiato all'11', quando viene sgambettato da Van den Berg, guadagnandosi un calcio di rigore.
Dal dischetto si presenta Schöne, che spiazza Nordfeldt, segnando l'1 a 0.
Solo cinque minuti dopo, i padroni di casa si vedono premiare da Van Boekel con un nuovo calcio di rigore, assegnato stavolta per un fallo di mano di Marzo. Il copione è lo stesso di pochi minuti prima, anche se Nordfeldt intuisce il lato e riesce a sporcare il tiro, comunque vincente, del centrocampista numero 20 dell'Ajax.
Tutto troppo facile per l'Ajax, che dopo nemmeno venti minuti è già sul 2 a 0 e schiaccia l'acceleratore per partire in fuga solitaria in classifica.
L'avvio della gara frustra un pò i superfriezen di Van Basten. Al 20' si accende una rissa per un duro colpo di De Roon a Boilesen: Serero va a muso duro a scontrarsi con l'avversario e ne nasce un accenno di colluttazione, presto spento dall'arbitro, che ammonisce entrambi i giocatori.
I due tornano a beccarsi nel secondo tempo, quando il capitano dell'Heerenveen commette un fallo ingenuo sul centrocampista sudafricano, rischiando la seconda ammonizione, chiesta a gran voce dai giocatori dell'Ajax.

La gara vive una lunga fase di stanca, dettata dall'abbassamento dei ritmi imposto dall'Ajax, per nulla interessato a scoprirsi e mostrare il fianco ai veloci attaccanti avversari. L'Heerenveen, dal canto suo, offre davvero poco per impensierire Cillessen: Finnbogason ci prova in più di un occasione, ma con scarsi risultati.
La parola fine all'incontro la pone Schöne ad otto minuti dal termine, inserendosi a meraviglia all'interno dell'area e spedendo, con il piatto destro, la palla servitagli da Fischer alle spalle di Nordfeldt. Tripletta e pallone da portare a casa per il centrocampista di Glostrup, certamente tra i migliori uomini della stagione ajacide.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top