I talenti del calcio olandese: Danny Bakker, centrocampista dell'ADO Den Haag


Danny Bakker è uno dei giovani calciatori che più sono riusciti a mettersi in mostra nel corso dell'attuale stagione di Eredivisie. Siamo, in genere, abituati ad assistere all'esplosione di ragazzi in squadre che puntano forte sul proprio vivaio, come l'Ajax, il Feyenoord o l'Heerenveen, mentre in questo caso il ragazzo proviene direttamente dalle giovanili dell'ADO Den Haag.
Centrocampista centrale, di chiare attitudini difensive, Danny nasce 19 anni fa a Voorburg, nella regione denominata Zuid Holland.
Dopo l'esordio dello scorso anno nella massima serie, nella pesante sconfitta contro il Vitesse (4 a 0 il risultato finale) quest'anno ha raccolto già 18 presenze in Eredivisie, 14 delle quali da titolare. Maurice Steijn, suo attuale allenatore, non ha esitato a dargli un posto da titolare nel corso di una stagione dura, durante la quale i gialloverdi dovranno, ancora una volta, lottare per salvarsi.
Wilfred Van Leeuwen, ex allenatore delle giovanili dell'ADO, ha recentemente mostrato il suo apprezzamento per la promozione in prima squadra di Bakker: "Far sbocciare e mantenere in squadra i giovani talenti delle nostre giovanili è quello di cui un club come il nostro ha bisogno. La società deve fare di tutto per mantenere i propri ragazzi e farli giocare in prima squadra". Una valida risposta contro la crisi economica che da tempo, infatti, affligge il club gialloverde come tanti altri nei Paesi Bassi.

Centrocampista che da il meglio di se quando gioca davanti alla difesa in una linea composta da 3 uomini, Bakker è dotato di un intelligenza tattica non indifferente che gli permette di anticipare spesso la giocata degli avversari. Concentrato e bravo nel posizionamento, difficilmente si tira indietro quando c'è da affrontare i propri opponenti, anche col fisico.
Nonostante parta piuttosto indietro nello schieramento iniziale, non è raro vederlo proporsi in avanti, tanto che fino ad ora ha già collezionato 3 reti: niente male per un mediano alla sua prima, vera, esperienza in un campionato professionistico.

Le sue doti non sono passate inosservate a Wim van Zwam, selezionatore dell'Under 19 olandese, che lo ha convocato, già lo scorso settembre, in occasione della gara contro i pari età dell'Italia, facendolo entrare in pianta stabile nel giro delle nazionali giovanili dell'Olanda.



Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top