L'AZ affronta l'Anzhi negli ottavi di Europa League per vendicare la clamorosa debacle dell'anno scorso e continuare il sogno europeo


Dopo l'eliminazione dell'Ajax per mano del Salisburgo, l'AZ è rimasta l'unica squadra olandese a lottare nelle competizioni europee. La squadra di Advocaat se la vedrà domani sera, alle ore 21:05, con l'Anzhi, nell'andata degli ottavi di finale di Europa League. L'arbitro del match sarà l'italiano Daniele Orsato (assistenti Faverani e Stefani, arbitri addizionali Mazzoleni e Damato, quarto ufficiale Giallatini).

Il percorso europeo della squadra russa è iniziato nella fase a gironi dell'Europa League: sorteggiato nel gruppo K, l'Anzhi ha affrontato avversari del calibro di Tottenham, Sheriff Tiraspol e Tromso, arrivando secondi dietro gli inglesi e qualificandosi così per il turno successivo: l'Anzhi ha perso entrambi i match con gli Spurs (4-1 a Londra e 2-0 in casa) e ha conquistato 8 punti, frutto di due vittorie con i norvegesi (entrambe per 1-0) e due pareggi con i moldavi (0-0 a Tiraspol e 1-1 in Russia). L'Anzhi ha poi eliminato nei sedicesimi di finale i belgi del Genk, dopo un pareggia a reti bianche in casa e una vittoria per 2-0 in Belgio.

L'unico precedente tra le due squadre si giocò nei play-off della scorsa Europa League, dove i russi ebbero nettamente il sopravvento, vincendo 1-0 l'andata in Russia ed espugnando il campo dell'AFAS Stadion con un sonoro 5-0, ma ora la squadra russa è profondamente cambiata: basti pensare che da quell'incontro sono ancora presenti nella rosa dell'Anzhi soltanto 3 giocatori (Agalarov, Tagirbekov e Smolov), ma soprattutto hanno perso gente del calibro di Samuel Eto'o e Lacina Traoré, ora rispettivamente al Chelsea e all'Everton (in prestito dal Monaco). La quanto mai larga vittoria dei russi rappresenta per l'AZ la più pesante sconfitta in ambito europeo, ma gli scenari sembrano radicalmente cambiati e ora l'AZ può dire la sua. Nel campionato russo la situazione dell'Anzhi è assai problematica: la squadra di Makhachkala occupa l'ultima posizione in classifica con 11 punti, con appena 1 vittoria in 20 partite (l'1-0 rifilato domenica scorsa al Rubin Kazan) e soli 4 punti conquistati lontano dall'Anzhi Arena. 



L'AZ è una delle sei squadre che sono rimaste imbattute dopo otto gare di Europa League; le altre sono: il Ludogorets, la Fiorentina, il Siviglia, il Lione e il Salisburgo. Nemanja Gudelj è uno dei quattro giocatori che sono rimasti in campo per tutti e otto i match finora disputati in Europa League (dalla fase a gironi, per un totale di 720 minuti); gli altri sono: il portiere del Siviglia Varas, quello del Salisburgo Gulácsi e il difensore del Ludogorets Caiçara.



Ecco le probabili formazioni del match di AZ-Anzhi di domani sera:

AZ (4-3-3): Esteban; Poulsen, Viergever, Gouweleeuw, Johansson; Elm, Ortiz, Gudelj; Beerens, Johannsson, Berghuis.
Anzhi (5-3-2): Kerzhakov; Tagirbekov, Epureanu, Grigalava, Gadzhibekov, Eshchenko; Akhmedov, Aliev, Mkrtchyan; Bukharov, Smolov.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top