Twente in difficoltà economica, mentre migliora la situazione finanziaria del Feyenoord. Scopri la solidità finanziaria dei club di Eredivisie ed Eerstedivisie

Come avviene periodicamente, la federcalcio olandese ha stamane reso pubblici i gruppi in cui vengono divise, in base alla loro solidità finanziaria, le squadre di Eredivisie ed Eerstedivisie.
Dopo anni di difficoltà, il Feyenoord viene finalmente inserito nella prima classe, insieme ad Ajax e PSV Eindhoven. Gli sforzi economici fatti dai Rotterdammers nel corso degli ultimi anni consentiranno loro di poter affrontare con maggior serenità le prossime sessioni di mercato. Martin van Geel, direttore tecnico del club di Rotterdam, ha di recente dichiarato che "il club non ha bisogno di vendere tutti i suoi giocatori", lasciando acceso il lumicino della speranza di chi vorrebbe trattenere i vari Pellè, Janmaat, Martins Indi etc.

Meno rosea, invece, la situazione del Twente, inserito nel gruppo delle società con minore stabilità finanziaria. I tukkers, al pari degli altri club in fascia 3, non potranno acquistare nessun giocatore senza prima aver venduto alcuni dei suoi pezzi pregiati. Con Castaignos vicinissimo allo Swansea, i prossimi a poter lasciare Enschede sono Dusan Tadic e Quincy Promes, entrambi giocatori molto interessanti.

Ecco, di seguito, i tre gruppi così come comunicato dalla KNVB:

Gruppo 1: Ajax, Almere City, AZ, FC Oss, Feyenoord, Go Ahead Eagles, Heracles, PSV, Heerenveen, Sparta, Telstar.

Gruppo 2: DO,Den Bosch, Dordrecht, FC Eindhoven, Emmen, Groningen, Utrecht, Volendam, Helmond, MVV, NEC, PEC, RKC, Roda, Cambuur, Vitesse, Willem II.

Gruppo 3: De Graafschap, Excelsior, FC Twente, Fortuna Sittard, NAC Breda.


   Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top