Il Feyenoord trionfa contro un buon Heracles. Manu domina la scena

Posteshop
Il Feyenoord ospita l'Heracles Almelo al De Kuip di Rotterdam. Le due compagini vengono da due risultati decisamente positivi, il Feyenoord ha superato il Groningen con estrema facilità nello scorso turno. L'Heracles nella precedente partita ha centrato la prima vittoria stagionale umiliando il NAC Breda. Nella prima frazione di gioco la squadra di Fred Rutten, sin dalle prime battute, impegna la retroguardia bianconera. La rete che sblocca il match arriva al 11' con l'uomo del momento Elvis Manu. L'ala olandese sfrutta una indecisione della difesa dell'Heracles ed insacca in rete. Feyenoord in vantaggio dopo una manciata di minuti. La replica arriva cinque minuti dopo con il solito Manu: l'esterno sfrutta al meglio un corner e con una conclusione al volo fulmina l'estremo difensore ospite. Heracles già sotto di due reti dopo venti minuti. Il Feyenoord sta dominando il match, Kazim Richards sfiora la rete del 3-0 con un colpo di testa che si spegne sul fondo. Toornstra centra con un tiro in spaccata Telgenkamp, l'intervento del portiere bianconero è prodigioso e salva i suoi dal tracollo. L'Heracles al 40' si presenta dalle parti di Vermeer con Weghorst, il centravanti bianconero colpisce una clamorosa traversa. 

Nella ripresa l'Heracles Almelo ravviva la partita andando a segnare con Veldmate al 63' un prezioso calcio di rigore. Wilkshire commette il fallo da rigore ed il suo intervento è stato giudicato giustamente irregolare dal direttore di gara. L'Heracles Almelo sfiora il pareggio al 80' con Linssen, ma Vermeer è implacabile in uscita. Toornstra va vicino al 3-1, ma Telgenkamp devia la sua conclusione in angolo con un grande intervento. La partita termina Feyenoord 2-1 Heracles Almelo. I biancorossi centrano una vittoria sofferta, ma meritata ampiamente. Elvis Manu è stato sicuramente il migliore in campo del match.

(Fonte foto: www.spitsnieuws.nl )

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top