Europa League - Il Feyenoord si traveste da grande e batte il Siviglia, qualificandosi ai sedicesimi con un turno d'anticipo

Il Feyenoord è la prima squadra olandese ad ottenere la certezza della qualificazione al prossimo turno di Europa League. In attesa del recupero del secondo tempo di Estoril - PSV e che l'Ajax disputi con l'APOEL lo spareggio valido per il terzo posto nel proprio girone di Champions, la squadra di Rutten vince a sorpresa contro il Siviglia ed ottiene la matematica qualificazione ai sedicesimi di Europa League.
La squadra di casa disputa una partita vicino alla perfezione, visto e considerato anche il calibro dell'avversario. A proposito: il Feyenoord è la prima squadra olandese che ha battuto una detentrice di un trofeo europeo nel corso del ventunesimo secolo. L'atmosfera, già rovente di suo, viene ulteriormente riscaldata dalla splendida coreografia dei tifosi del De Kuip, che con un enorme striscione richiamano i tempi della battaglia tenutasi nel 1628 nella baia di Matanzas, quando la Flotta d'Argento olandese sconfisse gli spagnoli.

Dopo un primo tempo intenso, nel corso del quale gli spagnoli non riescono mai ad impensierire Vermeer, nel corso del secondo tempo i Rotterdammers completano il proprio capolavoro. E' prima un goal di Toornstra, tra i migliori in campo, ad aprire le danze, chiuse a meno di 10 minuti dal termine dal raddoppio di El Ahmadi, che fa esplodere il De Kuip. In mezzo, una buonissima occasione sprecata da Boetius ed un goal annullato per fuorigioco al Siviglia.

Il risultato finale è, quindi, ancora di 2 a 0, proprio come negli ultimi tre precedenti incontri disputati dal Feyenoord, contro PEC Zwolle, Rijeka e Dordrecht, al De Kuip.
La vittoria contro il più accreditato Siviglia consente ai Rotterdammers di essere momentaneamente primi in classifica e di potersi confermare primi nel girone se tra due settimane batteranno lo Standard Liegi, già eliminato.
In attesa del sorteggio del 15 dicembre, vale la pena ricordare che sono trascorsi dieci anni (era l'edizione 2004-05 della Coppa UEFA) dall'ultima apparizione del Feyenoord in Europa dopo la pausa invernale. Al tempo, la squadra era allenata da Ruud Gullit ma venne eliminata dallo Sporting Lisbona dopo aver vinto il girone con Schalke 04, Basilea, Ferencvaros e Hearts. Questo risultato dovrebbe bastare a Fred Rutten per iniziare a raccogliere qualche elogio dopo le tante critiche ricevute ad inizio stagione. Con una squadra completamente stravolta e privata di quasi tutti i propri calciatori migliori, l'ex allenatore di PSV e Vitesse ha creato un team versatile, capace di mettere in difficoltà anche squadre di rango superiore, così come ha dimostrato ieri sera al De Kuip.

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top