Caos Willem II: proteste per il premio salvezza promesso dalla dirigenza


Giorni di tensione tra i giocatori del Willem II e la dirigenza del club della cittadina di Tilburg. Alla base del contrasto c'è un disaccordo relativo ad i premi stagionali, con i membri della rosa della prima squadra che hanno deciso di non partecipare alla festa per l'ultimo dell'anno, come confermato dal capitano della squadra, Jordens Peters : "Lasciatemi premettere che noi non vogliamo assolutamente mettere pressione alla societá. Sappiamo che il denaro è un problema per il club, ma noi vogliamo la garanzia sui nostri premi, che adesso non c'è ancora. " ha spiegato il difensore centrale.

Secondo Peters, tra i giocatori e la società c'era un accordo preliminare relativo ad una remunerazione accettabile nel caso di salvezza e permanenza in Eredivisie, ma fino ad ora la società non ha ancora dato una risposta concreta. Anzi, la gestione del club vorrebbe pagare i premi solo se la squadra raggiungesse minimo il quattordicesimo posto in classifica. “Questo lo troviamo non giusto” ha detto Peters. "Restare in Eredivisie sarebbe già un ottimo risultato, considerato che siamo stati promossi solo lo scorso anno".
La risposta della dirigenza del Willem II, però, non si è fatta attendere: "Noi non abbiamo i soldi per pagare i premi che i giocatori vogliono. Che si rivolgano ai tribunali o alla commissione di arbitraggio, se credono di avere ragione".


Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top