Rimonta da manuale e manita allo Sparta Praga: il PSV comincia bene il 2015 e vince la Maspalomas Cup


Il PSV Eindhoven comincia l’anno nel migliore dei modi, ovvero trionfando nella 30° edizione della Maspalomas Cup, prestigioso torneo internazionale che si disputa ogni gennaio nell’isola di Gran Canaria, in Spagna, dopo aver superato nelle prime due partite del triangolare Celtic e Sparta Praga e rendendo ininfluente il risultato del match di domani tra scozzesi e cechi.

PSV-CELTIC 1-0 (primo tempo 1-0)
Pasveer, Brenet, Koch, Isimat, Ritzmaier, Guardado (71’ Hiljemark), Paal, Vloet, Jozefzoon, Locadia, Depay (46’ Willems).

Nell’esordio il PSV è stato messo di fronte ai campioni di Scozia del Celtic, battuti nella giornata di ieri per 1-0. Il gol decisivo porta la firma, nemmeno a dirlo, di Memphis Depay, che ha raccolto un cross di Jozefzoon dalla destra dopo la respinta di un difensore avversario e superato con un preciso destro ravvicinato il portiere degli scozzesi, che non sono più riusciti a cambiare il risultato.

SPARTA PRAGA-PSV 2-5 (primo tempo 2-1)
Pasveer (87’ Van Osch), Arias, Bruma, Rekik, Willems (69’ Ritzmaier), Hendrix (30’ Guardado, 81’ Hiljemark), Maher, Wijnaldum, Narsingh, De Jong (81’ Jozefzoon), Depay (69’ Locadia).


Oggi, nella seconda e ultima dei Boeren sull’isola, gli uomini di Cocu si sono sbarazzati dello Sparta Praga per 5-2. Uno-due micidiale dei cechi alla mezz’ora del primo tempo, con i gol siglati in rapida successione da Dockall e Lafata che portano lo Sparta Praga sul 2-0, mentre nell’ultimo minuto della prima frazione di gioco Maher sfrutta un assist di Arias per mettere in rete l’1-2. Nella ripresa la musica cambia e i biancorossi salgono in cattedra: prima Depay ha pareggiato i conti al 67’, poi De Jong ha firmato la sua doppietta al 72’ e al 76’ e, ciliegina finale, al 86’ Wijnaldum chiude la partita con il quinto gol.



(Fonte foto: http://www.voetbalzone.nl)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top