Da Serie A alla D, ecco l'analisi della stagione degli olandesi in Italia


Terminato il campionato italiano, analizziamo la stagione dei calciatori olandesi che hanno avuto modo di mettersi in luce nel nostro paese. Partendo dalla Capitale, troviamo l’ex PSV Kevin Strootman, reduce da un grave infortunio al ginocchio sinistro occorso a marzo 2014, che ha collezionato con la maglia della Roma appena 6 presenze in Serie A e 1 in Champions League, tra il novembre e il gennaio scorso, prima di ritornare k.o. a causa di un nuovo infortunio (là dove era stato precedentemente operato) che lo ha condotto ad un nuovo intervento chirurgico ed a lunghi tempi di degenza.

Dall’altra sponda del Tevere, invece, è stata praticamente ottima la stagione di Stefan de Vrij, difensore ex Feyenoord che ha aiutato la squadra di Pioli a raggiungere il terzo posto finale (che vale i preliminari di Champions League), nonostante qualche problema iniziale di adattamento, come l’erroraccio all’esordio in campionato in casa del Milan. 30 presenze in totale e appena 3 ammonizioni per uno dei difensori centrali migliori di tutto il torneo, che nel finale di stagione ha sofferto una distorsione al ginocchio sinistro che lo ha tenuto fuori per cinque match.

Buona anche la stagione, sempre tra i biancocelesti della Capitale, del difensore Edson Braafheid, in prestito dai tedeschi dell’Hoffenheim, che è partito titolare nelle gare della Lazio fino a dicembre, prima che un virus intestinale lo mettesse k.o., per poi venire relegato in panchina ed utilizzato con il contagocce una volta ritornato disponibile.

Interessante anche la stagione di Jonathan de Guzman al Napoli, che lo ha visto scendere in campo 23 volte in Serie A, con 3 gol all’attivo, e 8 volte in Europa League, con 4 reti segnate: da incorniciare la partita disputata al San Paolo contro gli svizzeri dello Young Boys, che ha visto il calciatore nato a Toronto firmare una prestigiosa tripletta che ha deciso il match per i partenopei (3-0 il finale). Alcuni problemi alla schiena, poi, lo hanno bloccato nel finale di stagione.

Sottotono, invece, le prestazioni di Nigel de Jong e Marco van Ginkel con la maglia del Milan, come tutti in squadra, d’altronde. Per il primo sono 29 le presenze in campionato condite da 3 gol e intervallate da alcuni problemi e da uno stiramento alla coscia, mentre il centrocampista in prestito dal Chelsea ha visto il campo della massima serie italiana 17 volte, in particolare da marzo in poi, dopo aver patito la rottura parziale del legamento collaterale della caviglia. Una sola rete in Serie A quest’anno per lui, ma decisamente importante, ovvero quella che ha aperto la vittoria per 2-1 sulla Roma a maggio.

Poche presenze quest’anno con la maglia dell’Atalanta per l’ex Ajax Urby Emanuelson, che è sceso in campo appena 11 volte, quasi tutte nel girone di ritorno, contribuendo poco alla causa dei bergamaschi, anche se ha all’attivo 3 assist, tra cui quello che ha portato Denis a pareggiare il match interno contro la Roma al 93’ a fine aprile.

Scendendo in Serie B, troviamo l’ex NAC Breda Jens Janse, ora terzino destro della Ternana, che ha collezionato 20 presenze con la maglia degli umbri, dando una buona mano alla salvezza della squadra di Tesser.

Sempre in cadetteria c’è anche il portiere classe ’95 di proprietà dell’ADO Den Haag Maarten van der Want, ora alla Virtus Entella, che non è mai sceso in campo con la loro maglia in Serie B, ma solo con la squadra Primavera (appena 6 presenze tra campionato e coppa).

Infine, chiudiamo questa carrellata di olandesi in Italia con il nome di Koen Brack, calciatore classe ’81 con un passato tra Cambuur e Go Ahead Eagles, che ha disputato questo campionato con la maglia del... San Cesareo, in Serie D!
31 presente totali e 2 gol per il calciatore 33enne, che ha portato la squadra laziale vicinissima ai play-off, mancati per un solo punto.


Ph. The guardian

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top