Hiddink si dimette. Blind in pole per la guida degli Oranje


Guus Hiddink si è dimesso dalla carica di tecnico della selezione olandese. La decisione non è stata un fulmine a ciel sereno, bensì già si vociferava la possibile dimissione dell'allenatore olandese da circa un mese. Il ciclo targato Hiddink è stato tutt'altro che soddisfacente: sconfitte cruciali contro Repubblica Ceca ed Islanda nel girone di qualificazione ai prossimi campionati europei hanno caratterizzato in negativo la gestione del navigato tecnico arancione, ma oltre le brucianti debacle, gli Oranje non hanno mai espresso un gioco coinvolgente ed efficace. La manovra è sempre risultata farraginosa e lenta, perdendo tutto il lustro guadagnato sotto la gestione Van Gaal. In sintesi Hiddink lascia l'Olanda in una situazione compromessa nel proprio girone di qualificazione e con un'idea di gioco tutt'altro che vincente ed accattivante. 

Il sostituto sarà molto probabilmente Danny Blind, assistente di Van Gaal e dello stesso Hiddink, precedentemente designato come successore di quest'ultimo, ma non prima del termine dei campionati europei del 2016. Una soluzione tutt'altro che casuale, bensì un cambio anticipato che potrebbe dare una scossa all'ambiente e rimettere in carreggiata una nazionale che appare come lo spettro opaco di quella ammirata in Brasile un anno or sono.

(Fonte foto: www.espnfc.com)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top