Guida all'Eredivisie 2015/16: l'ADO Den Haag

LA SQUADRA
Conclusa la stagione 2014/15 senza troppi patemi in chiave salvezza, l’ADO Den Haag riparte all’ottavo anno consecutivo in Eredivisie, con tante cessioni sulla schiena nel mercato estivo ma con alcune conferme e acquisti mirati che potrebbero fare la differenza, soprattutto nel reparto offensivo. “Involontariamente” confermato Michiel Kramer, lo scorso anno capocannoniere degli Zwanen con 17 gol segnati in 32 partite di campionato e quarto miglior marcatore dell’intera Eredivisie (a pari merito con de Leeuw e dietro a Depay, de Jong e Uth), dopo il mancato trasferimento a contratto già firmato al Baniyas, club emiratino militante nella UAE Arabian Gulf League, la squadra dell’Aia ha visto invece la partenza, con direzione Germania, di Mike van Duinen, punta centrale dello scorso anno nell’ADO, acquistato dal Fortuna Düsseldorf, squadra della seconda divisione, la 2. Bundesliga.

Oltre a Kramer, su chi affidarsi per raggiungere la salvezza? I nomi sono tre: in primis il francese Edouard Duplan, classe ’83, abile ala destra sul cui fiuto del gol, però, non ci sentiamo di esaltare troppo, avendo segnato 28 gol nelle complessive 174 partite disputate finora in Eredivisie, mentre di undici anni più giovane è Giovanni Korte, ritornato dal prestito al Dordrecht della scorsa stagione, dove ha siglato la miseria di 3 gol in 17 partita, seppur con molte attenuanti per gli enormi problemi di cui ha sofferto, prima la frattura al perone e poi altri problemi al polpaccio, che hanno determinato, con molti altri fattori, la retrocessione del Dordrecht. Il terzo nome? Sono andati fino in Azerbaigian i dirigenti dell’ADO per pescare l’ennesima ala destra naturale dopo i due già citati: si tratta dell’ex Feyenoord Ruben Schaken, prelevato dall’Inter Baku. La salvezza è un obiettivo decisamente alla portata per il club allenato da Henk Fraser, che ha tutte le carte in regola per fare un bel campionato e regalare belle soddisfazioni ai tifosi.

Probabile formazione titolare (4-2-1-3): Hansen; Zuiverloon, Wormgoor, Derijck, Meijers; Kristensen, Bakker; Alberg; Korte, Kramer, Schaken.

Obiettivo: salvezza


LA CITTA'
L’Aia (in olandese Den Haag, o, più formalmente, 's-Gravenhage, che significa “il bosco del conte d’Olanda”) è una città di 500.000 abitanti, capoluogo dell’Olanda Meridionale, sede del governo dello Stato e residenza della casa reale dei Paesi Bassi. Abitata già nell’epoca di Antonino Pio, come testimoniano alcune pietre miliari rinvenute in zona, L’Aia nacque nel 1230, quando il conte d’Olanda Fiorenzo IV acquistò un appezzamento di terreno vicino ad un laghetto (quello che oggi è situato davanti alla Binnenhof , sede del Parlamento olandese) per costruirvi la sua residenza di caccia. Il 10 maggio 1940, nella Battaglia dell’Aia, i paracadutisti tedeschi subirono la fiera opposizione dell’esercito olandese, mentre il 3 marzo 1945 la Royal Air Force bombardò erroneamente un quartiere orientale, Bezuidenhout, causando 500 morti, volendo invece colpire l'installazione di missili V-2 nascosti tra la vegetazione di Haagse Bos.

Città moderna e multiculturale, oggi L’Aia è sede di tutte le ambasciate straniere presenti in Olanda e di oltre 150 organizzazioni internazioni di primo piano, come l’ONU (è la terza sede dopo New York e Ginevra), la Corte Internazionale di Giustizia (che ha sede nel famoso e magnifico Palazzo della Pace) e la Corte Penale Internazionale. 

LO STADIO
la mia immagineCostruito a partire dal 23 novembre 2005 e inaugurato il 28 luglio 2007 con una partita inaugurale tra l’ADO Den Haag e una selezione dilettantistica dei paesi limitrofi terminata sul 5-0 per gli Zwanen, il Kyocera Stadion è l’impianto di più recente costruzione dell’Eredivisie 2015/16, avendo appena 8 anni di attività. Situato nella zona orientale della città, all’incrocio tra le autostrade A4 e A12, e dotato di una capienza di 15.000 posti, l’impianto dell’ADO è costato appena 27 milioni di euro ed è stato concepito per sostituire il vecchio Zuiderpark Stadion, che poteva contenere solo 11.000 persone e giudicato troppo piccolo per ospitare un club della massima serie olandese, che invece era in pieno centro, nella zona sud-ovest.
L'ALLENATORE LA STELLA
HENK FRÄSER - Da fanalino di coda a un passo dai play-off per l’Europa League, dal 18° posto al 9° in appena 3 mesi, risollevando le sorti di una squadra data per spacciata: si è presentato così Henk Fräser. 

Di origini surinamesi, ha assunto la guida dell’ADO il 5 febbraio 2014, dopo l’esonero di Maurice Steijn, del quale era assistente tecnico. Ex difensore di Sparta Rotterdam, Utrecht, Roda JC e Feyenoord, campione d’Olanda nel 1993 e vincitrice di 6 trofei con quest’ultimi, dopo essersi ritirato dal calcio giocato nel 1999, ha allenato le giovanili dei Rotterdammers e del PSV, prima di giungere all’ADO.

DANNY BAKKER - Centrocampista dotato di un’intelligenza tattica non indifferente, Bakker è l’ultimo talento del vivaio dell’ADO Den Haag, già stabilmente titolare con i Cigni durante le ultime due stagioni nonostante la giovane età. 

Nato nel gennaio 1995, particolarmente abile nel ruolo di centrale quando gioca davanti alla difesa in una linea composta da 3 uomini, il numero 17 dell’ADO nasce con chiare attitudini difensive, non rinunciando, però, ad aiutare i compagni nella fase offensiva, avendo già messo la propria firma su 4 gol in Eredivisie.

LA ROSA
NOME RUOLO NAZIONALITA'
Martin HANSEN Portiere Danese
Robert ZWINKELS Portiere Olandese
Tim COREMANS Portiere Olandese
Rody DE BOER Portiere Olandese
Wilfried KANON Difensore Ivoriano
Vito WORMGOOR Difensore Olandese
Timothy DERIJCK Difensore Belga
Sem DE WIT Difensore Olandese
Aaron MEIJERS Difensore Olandese
Gianni ZUIVERLOON Difensore Olandese/surinamense
Tyronne EBUEHI Difensore Olandese/nigeriano
Dion MALONE Centrocampista Olandese/surinamense
Thomas KRISTENSEN Centrocampista Danese
Kevin JANSEN Centrocampista Olandese
Danny BAKKER Centrocampista Olandese
Hector HEVEL Centrocampista Danese
Roland ALBERG Centrocampista Danese
Mathias GEHRT Centrocampista Olandese/surinamense
Dylan NIEUWENHUIJS Centrocampista Olandese
Ludcinio MARENGO Attaccante Surinamense/olandese
Kenji GORRE' Attaccante Olandese/surinamense
Ruben SCHAKEN Attaccante Olandese/surinamense
Edouard DUPLAN Attaccante Francese
Michiel KRAMER Attaccante Olandese
Giovanni KORTE Attaccante Olandese
Gervane KASTANEER Attaccante Olandese/Curaçao 
Segun OWOBOWALE Attaccante Olandese/nigeriano

CURIOSITA'
Gli ultras dell'ADO, i North Side, noti in Olanda per essere particolarmente violenti, sono gemellati con le tifoserie organizzate della Juventus, in Italia, e del Legia Varsavia, in Polonia. Il 9 marzo 2013, in occasione del 25 anniversario del gemellaggio con i bianconeri, una delegazione olandese ha fatto visita ai campioni d'Italia, assistendo alla partita tra Juventus e Fiorentina.
(Fonte foto: Den Haag FMGelderlander, Hoofdtitels)
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top