Guida all'Eredivisie 2015/16: il Roda JC

LA SQUADRA
Missione compiuta. Da quando fu promosso in Eredivisie nel lontano 1973, il Roda JC era sempre riuscito, tra alti (molti) e bassi (pochi), a mantenere la massima divisione olandese, togliendosi perfino lo sfizio di arrivare secondo alla fine della stagione 1994/95, ovvero giusto vent’anni fa. La brutta retrocessione dello scorso anno aveva fatto ripiombare le migliaia di tifosi dei gialloneri nella più completa disperazione, complice la sterile decisione di esonerare a dicembre 2013 Ruud Brood per affidare la panchina al danese ex Milan Jon Dahl Tomasson, che nulla fece se non portare la squadra di Kerkrade in Eerste Divisie.

L’artefice della pronta risalita della stagione appena conclusa è sicuramente l’allenatore René Trost, che ha plasmato la squadra e ha portato il club a occupare stabilmente il secondo/ terzo posto in campionato, fino al 7 aprile 2014, quando, all’indomani della batosta per 6-0 subita dallo Sparta Rotterdam, la dirigenza giallonera pensò bene di esonerarlo, per lasciare spazio, nelle ultime partite di campionato, al duo composto da Rick Plum e Regillio Vrede, che riuscì a riconquistare l’Eredivisie dopo i play-off, sbattendo fuori Emmen e NAC Breda.

L’obiettivo di quest’anno? Ovviamente, rimanere il più possibile in Eredivisie e, perché no, mettere i bastoni fra le ruote alle grandi e ottenere un piazzamento finale dignitoso come successe più volte in passato, anche se, a vedere il livello medio della squadra, non troppo mutata rispetto alla scorsa stagione e poco “adattata” all’Eredivisie, ci si dovrà aspettare una stagione abbastanza agognata, anche se il calore del pubblico di casa (venduti ad oggi oltre 7.300 abbonamenti) potrebbe essere l'arma in più dei gialloneri..

Probabile formazione titolare (4-2-3-1): Verbist; Dijkhuizen, Biemans, Swinkels, van Peppen; Faik, Van Hyfte; Gyasi, Paulissen, Hocher; Jansen.


Obiettivo: salvezza

LA CITTA'
La storia della città di Kerkrade, abitata soltanto da 46mila persone e situata nel sud-est della provincia meridionale del Limburg, è una delle più particolari d'Olanda: da sempre inglobata nella cittadina, oggi tedesca, di Herzogenrath, Kerkrade ne ha costituito, fino all'indipendenza dei Paesi Bassi nel 1915, la parte occidentale. Dopo la fondazione di un'abbazia nel XII secolo, la città è passata di mano in mano sotto il dominio spagnolo, austriaco e francese, prima che nel 1815 il Congresso di Vienna non stabilì il confine tedesco-olandese al centro di Herzogenrath, con Kerkrade che passò in Olanda. Questo confine passa, curiosamente, al centro di Nieuwstraat (in olandese) o Neustraße (in tedesco), che fino al 1995 era composta da 2 diverse carreggiate, per i 2 Paesi confinanti, separate da un muro alto 30 cm (facilmente superabile a piedi), mentre ora c'è una carreggiata sola, senza alcuna divisione.

LO STADIO
la mia immagineLo stadio del Roda JC, il Parkstad Limburg Stadion, il cui nome deriva dal Parkstad Limburg, l’unione amministrativa di più comuni del sud-est della regione che sono caratterizzati dall’interdipendenza tra campagna e città, è situato a Locht, una quartiere di Kerkrade, a 2 km dal confine tedesco. Progettato fin dal 1993, la costruzione del nuovo impianto che sostituisse il Gemeentelijk Sportpark Kaalheide fu ritardata per anni da alcuni problemi. Nel giugno 1999 il club riuscì finalmente a posare la prima pietra, mentre il 15 agosto 2000 lo stadio fu inaugurato con un’amichevole con gli spagnoli del Real Zaragoza. Sia questa partita che la prima ufficiale di campionato, contro il Twente, finirono curiosamente entrambe sul 2-2. Dopo la sua apertura, lo stadio è stato tutto esaurito finora per quattro volte (gli avversari furono l’Ajax, il Milan in Coppa UEFA nel 2002, l’Heerenveen e, nel derby del Limburgo, i cugini del VVV-Venlo). Dotato di una capacità di 19.979 posti e, tra gli altri, di palestra e hotel, il Parkstad Limburg Stadion è un moderno stadio olandese, simbolo dell’architettura limburghese.
L'ALLENATORE LA STELLA
DARIJE KALEZIC - Nato nel 1969 nell'amena località svizzera di Pfäffikon, nel cantone di Zurigo, da padre montenegrino e madre bosniaca, da ragazzo ha vissuto a Mostar, nella zona meridionale della Bosnia-Erzegovina, prima di trasferirsi, per giocare a calcio, in Olanda, vestendo le maglie di Den Bosch, RKC Waalwijk, AGOVV Apeldoorn e De Graafschap.

Dopo il ritiro dal calcio giocato, rimane come allenatore del settore giovanile della squadra di Doetinchem, per poi diventare allenatore della prima squadra, riportandola in Eredivisie nel 2010. Dopo brevi esperienze in Belgio (Zulte Waregem) e Inghilterra (Stockport County, vicino Manchester), viene nominato allenatore dello Jong PSV in Eerste Divisie, ruolo che ha abbandonato quest'estate per sedere sulla panchina del Roda JC.

MITCHEL PAULISSEN - Trequartista classe ’93 dotato di buona personalità in area di rigore, Paulissen è il talento più cristallino che il Roda JC possa offrire: prodotto purissimo del vivaio giallonero, il numero 19 ha fatto tutta la trafila delle giovanili con la squadra di Kerkrade, riuscendo a debuttare con la prima squadra a 19 anni, il 2 maggio 2012, nel match perso 5-2 in casa dell’RKC Waalwijk, subentrando al 87’ a Djoum. 

Nella stagione successiva ha giocato con la squadra riserve nella Beloften Eerste Divisie, mentre dalla 2013/14 è entrato stabilmente nel giro di quella maggiore, contribuendo con i suoi 6 gol e 4 assist alla promozione della Roda JC in Eredivisie, a cui vanno aggiunti due gol decisivi nei play-off della Nacompetitie, quello contro l’Emmen e quello, nella sfida decisiva, contro il NAC Breda. Con un contratto fino al 2017, Paulissen vuole continuare il suo percorso di crescita a Kerkrade, attirando su di sé l’interesse dei club più blasonati.

LA ROSA
NOME RUOLO NAZIONALITA'
Bram VERBIST Portiere Belga
Benjamin VAN LEER Portiere Olandese
Yannick DERIX Portiere Olandese
Nick WOLTERS Portiere Olandese
Arjan SWINKELS Difensore Olandese
Bart BIEMANS Difensore Belga
Gibril SANKOH Difensore Sierra Leone/olandese
Daryl WERKER Difensore Olandese
Ard VAN PEPPEN Difensore Olandese
Henk DIJKHUIZEN Difensore Olandese
Enock EKONGO Difensore Olandese/congolese
Nathan RUTJES Centrocampista Olandese
Tom VAN HYFTE Centrocampista Belga
Jens VAN SON Centrocampista Olandese
Hicham FAIK Centrocampista Olandese/marocchino
Rostyn GRIFFITHS Centrocampista Australiano/inglese
Jorrit SMEETS Centrocampista Olandese
Mitchel PAULISSEN Centrocampista Olandese
Santiago PALACIOS Centrocampista Messicano/francese
Anco JANSEN Attaccante Olandese
Brian JACOBS Attaccante Olandese
Edwin GWASI Attaccante Olandese
Marc HOCHER Attaccante Olandese
Nayib LAGOUIREH Attaccante Belga/marocchino
Rigino CICILIAAttaccanteCapoverdiano/olandese

CURIOSITA'
Il 21 gennaio 2010, dopo vari tentativi, tutti andati a vuoto, di fusione prima con il MVV Maastricht e poi con il Fortuna Sittard, particolarmente osteggiati dai tifosi, l'allora direttore sportivo Martin van Geel riuscì a salvare il club dal baratro del fallimento ottenendo dal Comune di Kerkrade un prestito decisivo di 5,8 milioni di euro, con una condizione che mai nessuno in Olanda aveva mai osato chiedere: cambiare il nome della squadra da Roda JC a Roda JC Kerkrade, con il nome della cittadina messo alla fine in una sorta di... "sponsorizzazione"!
Negli anni '90, la costruzione del Parkstad Limburg Stadion fu ritardata per anni a causa di alcuni disaccordi tra i Comuni di Kerkrade e Heerlen: in particolare quest'ultimo voleva che il futuro stadio del Roda JC fosse situato all’interno dei suoi confini comunali.
(Fonte foto: Pluimen, Voetbal Zone, 1Limburg)
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese! >

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top