Guida all'Eredivisie 2015/16: l'Heerenveen


LA SQUADRA
Senza Mark Uth, ceduto all'Hoffenheim dopo una stagione straordinaria, la vita in Eredivisie per i Superfriezen sarà davvero dura. Il compito di diventare un valido sostituto dell'attaccante tedesco, autore lo scorso anno di 20 goal in campionato (playoff compresi), graverà sulle spalle di Te Vrede, arrivato dal Feyenoord, e Luka Zahovic, figlio d'arte (il padre Zlatko è stato una stella della nazionale slovena a cavallo tra gli anni novanta ed i primi anni del duemila) e attaccante di buone speranze arrivato dal Maribor.
Altra cessione importante è stata quella del portiere Nordfeldt, rimpiazzato da Mulder, che al Feyenoord non aveva più spazio, mentre il colpo sarà trattenere Sam Larsson, attaccante esterno svedese autore di un campionato di grande spessore. In entrata si registrano anche gli arrivi di Van den Boomen e Cavlan, destinati ad occupare un posto da titolare
Con una rosa giovane, composta da vari calciatori in rampa di lancio e frutto del proprio vivaio, l'Heerenveen rappresenterà una delle incognite della stagione a venire: la forza del gruppo, rimpolpato da qualche intervento di mercato, riuscirà a colmare le lacune createsi in seguito alle cessioni di lusso?

Probabile formazione titolare (4-3-3): Mulder; van Anholt, Marzo, Van Aken, Cavlan; Van den Berg, Van den Boomen, Thern; Larsson, Slagveer, Te Vrede

Obiettivo: playoff per l'Europa League


LA CITTA'
Heerenveen è un piccolo agglomerato urbano, nato nella provincia della Frisia a metà del 1500 come luogo di raccolta e deposito della torba e sviluppatosi, nel corso del tempo, come piccolo centro abitativo alle porte di Leeuwarden, con la quale resta forte la rivalità.
Città con meno di 30mila abitanti, è diventata famosa proprio per la sua squadra di calcio, capace di stabilizzarsi ad un buon livello mediante una accurata attività di scouting e sviluppo del proprio vivaio.


LO STADIO
L’Abe Lenstra Stadion è stato uno dei primi stadi moderni costruiti nei Paesi Bassi. Infatti, fino agli anni ’90 l’Heerenveen disputava le sue partite casalinghe nell’omonimo impianto conosciuto fino al 1985 come Sportpark Nord, ma le caratteristiche di questo stadio che conteneva circa 15.000 spettatori non potevano soddisfare la crescente popolarità del club. La nuova casa dei Superfriezen fu inaugurata il 20 agosto 1994 con un’amichevole contro il PSV, con il principe Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi a effettuare il calcio d’inizio.
Intitolato ad Abe Lenstra, leggendario attaccante dell’Heerenveen dalla metà degli anni ’30 alla metà degli anni ’50 e considerato univocamente come uno dei più grandi calciatori olandesi di tutti i tempi. Alla sua morte, avvenuta il 6 settembre 1985, il club gli dedicò prima il vecchio impianto e poi il nuovo stadio, davanti al quale troneggia una statua di quello che fu il figlio prediletto dei Superfriezen.

L'ALLENATORE LA STELLA
Dwight Lodeweges -Ex difensore, con una carriera a metà tra Deventer ed il Canada, Lodeweges è stato chiamato a sostituire Van Basten sulla panchina dell'Heerenveen mentre allenava la squadra rivale: il Cambuur.
Uomo d'esperienza calcistica e discreto giramondo, ha continuato il lavoro del suo predecessore in maniera egregia, nonostante le difficoltà scaturite da un mercato fatto soprattutto in uscita. La valorizzazione dei talenti cresciuti in casa è uno dei diktat della dirigenza del club frisone e l'ex allenatore del PSV Eindhoven (anche se ad interim) sembra essere l'uomo adatto a proseguire su questa strada.

Sam Larsson -Prelevato la scorsa estate dall'IFK Goteborg, questo brevilineo attaccante classe 93 ha subito stupito per l'impatto avuto nel suo nuovo club, tanto da guadagnarsi numerosi estimatori, in Olanda e fuori.
Rapido e dotato di ottimo dribbling, può essere impiegato su entrambi i lati del tridente, rientrando nel proprio bagaglio tecnico la capacità di calciare sia con il destro che con il sinistro.
In estate il PSV si era interessato a lui per sostituire Depay, salvo puntare su altri nomi, per la gioia dei tifosi in terra di Frisia, che si augurano che in questa stagione riesca a bissare lo score dello scorso anno (8 goal e 5 asssist).



LA ROSA
NOME RUOLO NAZIONALITA'
Erwin MULDER Portiere Olandese
Wieger SIETSMA Portiere Olandese
Marteen DE FOCKERT Portiere Olandese
Joost VAN AKEN Difensore Olandese
Kenny OTIGBA Difensore Ungherese
Jordy BUIJS Difensore Olandese
Lucas BIJKER Difensore Olandese
Robert VAN KOESVELD Difensore Olandese
Pele VAN ANHOLT Difensore Olandese
Jerry ST. JUSTE Difensore Olandese
Stefano MARZO Difensore Olandese
Doke SCHMIDT Difensore Olandese
Caner CAVLAN Difensore Olandese
Simon THERN Centrocampista Svedese
Branco VAN DEN BOOMEN Centrocampista Olandese
Morten THORSBY Centrocampista Norvegese
Joey VAN DEN BERG Centrocampista Olandese
Michel VLAP Centrocampista Olandese
Younes NAMLI Centrocampista Danese
Sam LARSSON Attaccante Svedese
Mitchell TE VREDE Attaccante Olandese
Luka ZAHOVIC Attaccante Sloveno
Luciano SLAGVEER Attaccante Olandese
Pelle VAN AMERSFOORT Attaccante Olandese
Pascal HUSER Attaccante Olandese




CURIOSITA'
  • A dispetto dei risultati ottenuti, l'Heerenveen negli ultimi 15 anni ha sempre prodotto calciatori di altissimo profilo. Qualche esempio? Sinkgraven, Ziyech, Schöne, Tomasson, Huntelaar, Janmaat, Dost, van Nistelrooy...
  • I superfriezen sono stati i primi avversari oranje di Romario, sceso in campo per la prima volta con la maglia del PSV in occasione dell'inaugurazione dell'Abe Lenstra Stadion.
  • La divisa dell'Heerenveen è una delle più facilmente riconoscibili. Il motivo è dato dai petali di pompeblêden, la ninfea rossa, che adornano le righe verticali bianche e blu.
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top