Eredivisie - Il PSV si aggiudica il "Topper". Ajax battuto dalla doppietta di Pereiro


"Certe volte hai solo bisogno di avere l'occasione di mostrare quello che vali. Oggi, per Gastòn, è stata la volta buona". Philip Cocu ha parlato così di Pereiro, match winner della gara contro l'Ajax, che ha ripagato la fiducia del proprio allenatore con una doppietta.
Assente per motivi familiari Lestienne, oltre agli infortunati De Jong, Isimat-Mirin e Willems, l'allenatore del Boeren ha optato per il talento uruguagio come terzo elemento per comporre il tridente insieme a Locadia e Narsingh. La scelta, giustificata dalle tante assenze nella squdra di Eindhoven, si è rivelata subito azzeccata, visto che l'ex Nacional di Montevideo ha impiegato solo 7 minuti per ammutolire l'Amsterdam ArenA, tagliando a fette la difesa dell'Ajax e trafiggendo, grazie anche ad un rimpallo fortunoso, Cillessen.
Infranta l'imbattibilità casalinga del portiere ajacide, l'estrosa ala, arrivata in estate a rinforzare il reparto offensivo del PSV, ha mostrato finalmente il proprio bagaglio tecnico, dialogando a meraviglia con i compagni ed accentrandosi di continuo senza lasciare riferimenti ai diretti marcatori.

Nonostante l'immediata reazione dei padroni di casa, che pareggiano nel giro di due giri d'orologio con Younes (anche lui al primo, splendido, goal in Eredivisie), è innegabile che l'Ajax abbia fallito senza appello il secondo test decisivo di questa stagione e che la posizone di Frank de Boer in panchina meriti nuovamente di essere discussa.
Dopo l'eliminazione ai preliminari di Champions, la gara di ieri rappresentava l'occasione giusta per imporre la propria legge in un campionato che vede gli ajacidi ancora primi in classifica, anche se ora in coabitazione con il Feyenoord.
Al termine dei novanta minuti, invece, la leadership della squadra di Amsterdam viene ridiscussa, con il PSV che accorcia le distanze e si trova ora a -2 dalla vetta, proseguendo un trend davvero impressionante, che vede i Boeren aver raggiunto la ventesima vittoria nell'anno 2015.

Senza Milik, lasciato in panchina in favore di Fischer, schierato come centravanti e, di conseguenza, non a completo agio in questa veste tattica, le speranze dell'Ajax sono rivolte al genio individuale dei propri uomini. Ma se Younes è in giornata di grazia, lo stesso non può dirsi dei suoi compagni di reparto: El Ghazi viene limitato da Brenet e Guardado, mentre Fischer non incide (ma appena spostato a sinistra, il danese classe 94 fa sussultare il pubblico con un destro a giro che si stampa sul palo alla sinistra di Zoet). Klaassen, dal canto suo, vittima di un colpo alla testa dopo neanche mezz'ora, gioca tutta la partita ma è in evidente difficoltà di fronte allo strapotere del centrocampo del PSV, cresciuto in maniera prepotente nella ripresa.

Sono, infatti, i secondi 45 minuti di gioco a decretare la vincente del Topper. La confusione in cui finiscono Klaassen, Gudelj e Bazoer è merito degli avversari, talmente a proprio agio nel possesso palla nella metà campo avversaria, da mortificare, in casa propria, l'Ajax, squadra che fa del possesso palla il proprio marchio di fabbrica. Il PSV fa quello che vuole, approfittando del nervosismo e della disorganizzazione dei padroni di casa, e colpisce di nuovo a 10 minuti dal termine, sempre con Pereiro, il cui colpo da k.o. regala la meritata vittoria alla sua squadra.
Era dal settembre 2010 che all'ArenA non si vedeva un uruguaiano segnare una doppietta. In quell'occasione, l'autore era stato Luis Suarez e vestiva la maglia dell'Ajax.

Frank de Boer sta esaurendo il proprio credito nei confronti di dirigenza e tifosi: gioco balbettante, risultati altalenanti, ostinazione tattica e cambi apparentemente illogici sono i capi di accusa rivolti all'ex difensore di Ajax e Barcellona, il quale ora dovrà guardarsi le spalle, oltre che dal Feyenoord, dalle sorprese Heracles e PEC Zwolle, anche dal rinato PSV. Per Cocu, invece, ci sarà da sciogliere la grana, se così si può chiamare, relativa all'utilizzo di Pereiro. Se il talento sudamericano dovesse giocare altre partite del genere, anche al ritorno di Lestienne sarà difficile tenerlo fuori.

Ecco gli highlights di Ajax-PSV


All Goals - Ajax 1-2 PSV Eindhoven 04.10.2015 HD di giorgio-palamaru

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top