Eredivisie - Utrecht ancora fatale per l'Ajax. Un goal di Ayoub allo scadere condanna gli ajacidi


In una giornata storica per l'Eredivisie, in cui tutte le squadre tranne l'Ajax hanno segnato un goal (è la seconda volta nella storia che succede!), la squadra di Frank de Boer cade al Nieuw Galgenwaard di Utrecht grazie ad un goal allo scadere di Ayoub.
L'Utrecht risulta un avversario decisamente indigesto per gli ajacidi, che in campionato non vincono il testa a testa fuori casa dal 2009. Dopo di allora, tre pareggi e tre sconfitte, a cui va ad aggiungersi quella di ieri sera. Dal giorno in cui ha iniziato ad allenare l'Ajax, Frank de Boer ha perso ben 20 punti contro l'Utrecht e nella gara di ieri, in cui ritrovava Tete, El Ghazi e Bazoer, ci ha messo del suo, lanciando l'Ajax con uno sperimentale 3-4-3 ideato per prendere il controllo del centrocampo.

In quella che Ten Hag, allenatore della squadra di casa, ha poi definito come "una gara tattica, simile ad un incontro di schacchi", gli ospiti assumono quasi immediatamente il controllo del campo, fallendo però nel rendersi pericolosi se non per un breve tratto del primo tempo.
L'Utrecht, schierato con il consueto 4-4-2, gioca una partita ordinata ed affida ad Haller e Barazite le proprie sortite offensive, rischiando addirittura di trovarsi in vantaggio all'intervallo. Il goal dell'attaccante francese, però, viene giustamente annullato dall'arbitro, su segnalazione di fuorigioco del suo assistente. 

L'Ajax, senza la verve dei propri calciatori più talentuosi, fatica ad esprimere un bel gioco. I tre difensori fanno partire la manovra chiamando sovente in causa gli interpreti della linea mediana. Klaassen, ed ancor di più El Ghazi, Milik e Younes (sostituito poi da Fischer), sono un corpo avulso dal resto della squadra, tanto che gli amsterdammers non tirano mai in porta nel corso del secondo tempo.
Così, dopo una ottima combinazione tra Ramselaar ed Haller, Ayoub trova il jolly che regala i tre punti all'Utrecht, ora a ridosso della zona play-off.

Nonostante si trattasse di una gara difficile da vincere, anche considerato lo score tra le mura amiche dell'Utrecht, tra gli ospiti la sconfitta, arrivata pochi giorni dopo l'eliminazione dall'Europa League, brucia e non poco. Ad addolcirla, però, ci pensano Feyenoord e PSV che, pareggiando entrambi, rosicchiano solo un punto all'Ajax, ancora leader della classifica con 38 punti. 
Domenica all'Amsterdam ArenA arriva il De Graafschap, ultimo in classifica e avversario ideale per tornare alla vittoria. Più che del risultato, però, ad Amsterdam si è alla ricerca di un gioco convincente.
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top