Supercoppa d'Olanda: un guizzo di Pröpper consegna al PSV Eindhoven il primo trofeo stagionale. Feyenoord battuto


È del PSV Eindhoven il primo trofeo stagionale in Olanda. Nello Johan Crijff Schaal, altro nome della Supercoppa d’Olanda, i Boeren battono meritatamente il Feyenoord per 1-0 e sollevano al cielo di un Amsterdam ArenA semivuota il prestigioso Schaal. A decidere l’incontro è stato un goal nel primo tempo di Davy Propper. Record per il tecnico Cocu: è il primo a vincerlo per due volte sia come giocatore (1996, 1997) che come allenatore (2015, 2016). A consegnare il trofeo nelle mani di Luuk de Jong, capitano del PSV, è stata Susila Cruijff, la figlia dell'indimenticato campione Johan, a cui è dedicato il trofeo, scomparso lo scorso marzo.

Nel Feyenoord solo in panchina il portiere Brad Jones, non completamente ripreso da un lieve infortunio muscolare, mentre tra i pali fa il suo debutto nel calcio olandese lo svedese Par Hansson, quarto estremo difensore dei Rotterdammers. Sono ancora infortunati, infatti, anche Kenneth Vermeer (tendine d’Achille, fuori fino a gennaio) e Warner Hahn. Van Bronckhorst preferisce Nicolai Jorgensen a Michiel Kramer al centro dell’attacco, mentre nel PSV Eindhoven il grande assente è il messicano Hector Moreno (problemi al bicipite femorale per lui), con Cocu che non vuole rischiare e schiera il tedesco Daniel Schwaab al suo posto. Sulla fascia destra Gaston Pereiro viene preferito a Luciano Narsingh.
Passano pochi minuti e il gioco viene subito interrotto a causa di un fumogeno gettato dai tifosi del Feyenoord nella porta di Hansson: non inizia al meglio questa Supercoppa, con i pensieri di tutti che vanno alla partita del 2014, interrotta per molti minuti dopo il lancio di decine di fumogeni in campo da parte dei tifosi dell'Ajax.

PRO SHOTS
La prima occasione è tutta di marca Boeren: una ripartenza veloce di Hendrix viene fermata dalla retroguardia del Feyenoord e dalla conseguente punizione è Guardado a sfiorare il goal, colpendo la traversa da ottima posizione e mandando alto il successivo colpo di testa sulla ribattuta del montante della porta di Hansson. Poco prima della mezz’ora Locadia dalla fascia sinistra offre con un tocco morbido un pallone a Hendrix, marcato stretto da El Ahmadi, che lo spinge a terra: l’arbitro Gozubuyuk indica subito il penalty, ma dagli 11 metri Luuk de Jong sbaglia clamorosamente, sparando alto in curva. Sale il nervosismo in campo e un parapiglia a centrocampo viene risolto dal direttore di gara con due cartellini gialli ai danni di Willems e Toornstra. Al 38’ arriva la rete del PSV Eindhoven con Davy Propper, lesto a mandare il pallone in rete con un preciso diagonale nell’angolino basso dopo una situazione di stallo con il pallone a mezz’aria in seguito ad una rimessa laterale. Dopo un primo tempo di dominio dei Boeren di Cocu, la ripresa si apre con una buona occasione capitata sui piedi di Locadia, ma la sua conclusione finisce a fil di palo. Non ha migliore fortuna Botteghin, il cui colpo di testa su un corner viene respinto sulla linea di porta da Guardado, che salva, così, i suoi da un goal certo. Dopo questa grande chance per i Rotterdammers, la partita si apre e regala rapidi capovolgimenti di fronte, con il Feyenoord che assedia la porta di Zoet alla ricerca del pareggio. La squadra di Van Bronckhorst guadagna una manciata di buone occasioni, in particolare con il nuovo acquisto Jorgensen, e lo stesso tecnico del Feyenoord capisce il momento di forma della sua compagine e inserisce forze fresche in attacco, lanciando sul terreno di gioco Basacikoglu e Kramer per Toornstra e Jorgensen. Nel finale non succede più nulla e il PSV vince si porta a casa il primo trofeo stagionale.

FEYENOORD-PSV EINDHOVEN 0-1
Marcatori: 38’ Pröpper.

FEYENOORD (4-4-2): Hansson; Karsdorp, Botteghin, Kongolo, Nelom; El Ahmadi, Kuijt, Vilhena, Toornstra (dal 63’ Basacikoglu); Jørgensen (dal 77’ Kramer), Elia.
PSV EINDHOVEN (4-3-3): Zoet; Brenet, Isimat-Mirin, Schwaab, Willems; Pröpper, Guardado (dal 88’ Koch), Hendrix; Pereiro (dal 60’ Narsingh), De Jong, Locadia.
Ammoniti: Toornstra (F), Willems, Isimat-Mirin (P).

Arbitro: Gozubuyuk.



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top