Eredivisie: i 5 acquisti e le 5 cessioni più importanti del mese di giugno

Il mercato estivo è entrato già nel vivo e l'Eredivisie si è resa già protagonista di tante cessioni e acquisti. Il mese di giugno ha sottolineato come il campionato olandese sia un punto di riferimento per chi voglia acquistare campioni ad un prezzo più abbordabile rispetto alle cifre che circolano in Premier, Serie A e Liga. In questo articolo vogliamo fare un riepilogo dei movimenti più importanti avvenuti nel mese di giugno. 


ACQUISTI

Tra gli arrivi in terra olandese abbiamo scelto questi 5 particolari trasferimenti:

Klaas-Jan Huntelaar: l'attaccante della nazionale olandese abbandona la terra tedesca e torna casa, nel club che lo lanciò nel calcio che conta. Dopo l'esperienza al Real Madrid, Milan e Schalke, il cacciatore mette nuovamente piede nei Paesi Bassi per andare a ricoprire il ruolo di punta centrale in vista della partenza del tanto ricercato Dolberg. L'Eredivisie riabbraccia un bomber implacabile, abilissimo nello stacco di testa e dominatore d'area. Con gli ajacidi ha già siglato 76 centri in 92 partite di campionato e l'obiettivo è quello di tornare protagonista proprio negli ultimi anni di carriera. Dopo 9 anni un gradito ritorno a parametro 0. 



Cyriel Dessers: l'Utrecht ha dovuto dire addio ad Haller accasatosi nelle fila dell'Eintracht Francoforte e per rinforzare la rosa in vista anche della qualificazione in Europa League ha puntato su Dessers. Il giovane attaccante giunge dal NAC Breda, fresco di promozione in Eredivisie dopo essersi reso protagonista nei playoff. Nel suo primo anno in Olanda, il ragazzo classe '94, ha disputato 36 partite in Eerste Divisie siglando ben 22 reti delle quali 7 nelle 4 gare dei playoff. Una vera e propria macchina da gol che deve essere testata in un campionato più ostico come la massima divisione olandese. Sicuramente far dimenticare Haller non sarà facile, ma Dessers ha tutte le carte in regola per disputare una grande stagione. 

 
Hirving Lozano: anche il PSV non resta a guardare e si rinforza nel reparto offensivo acquistando il talento messicano più promettente del momento. Lozano giunge dal Pachuca dopo 3 anni disputati ad alti livelli e dove si è imposto a suon di gol e accelerazioni imprendibili sulla fascia. Ha calcato il campo in 111 occasioni centrando la porta in 31 e dimostrando di non avere solo il fiuto del gol, ma anche capacità tecniche elevate (dribblig veloce e secco). Riesce a giungere con estrema facilità sul fondo per poi crossare per la punta di riferimento. In Eredivisie creerà seri problemi a qualunque difesa che dovrà limitare le sue cavalcate dalle quali nasce sempre un pericolo. 


Tom Boere: il capocannoniere dell'Eerste Divisie viene scippato dal Twente che si aggiudica con soli 400.000 euro le prestazioni del classe '92. La punta, con l'Oss, ha siglato ben 32 reti in 38 gare dimostrando un elevatissimo senso del gol. L'attaccante vede la porta come pochi sanno fare e in qualsiasi situazione: implacabile da fuori e da dentro l'area, efficace nel colpo di testa e nell'attaccare la profondità. Un vero bomber a 360 gradi che finalmente potrà scontrarsi con grandi campioni direttamente in Eredivisie. Il Twente acciuffa un grandissimo talento che andrà a riempire il vuoto lasciato dal 19enne Unal tornato al Manchester City. 



Tim Matavz: lo sloveno torna in patria dopo una parentesi nel Psv Eindhoven che lo lanciò nel calcio europeo. L'attaccante a 28 anni cerca la ribalta dopo anni di magra in terra tedesca e italiana (lo ricordiamo al Genoa con 7 presenze e nessun centro). Con la maglia biancorossa del Psv gonfiò la rete in 24 occasioni con 70 gare a disposizione. Ora il suo compito è quello di andare a sostituire Van Wolfswinkel al Vitesse essendosi trasferito al Basilea dopo una super stagione coronata anche dalla conquista BNVB Beker. I nerogialli sono approdati anche in Europa League e sarà compito di Matavz trascinare un attacco privo della sua punta di riferimento. 




CESSIONI

Tra le 5 cessioni più illustri del mese di giugno, abbiamo scelto queste:

Davy Klaassen: banale come nome ma importantissimo visto il talento che va a perdere l'Eredivisie e soprattutto l'Ajax. Klaassen, dopo un'annata fantastica, abbandona il club ajacide dopo 6 stagioni in prima squadra, 126 partite in campionato con 44 reti all'attivo. Il centrocampista ha dimostrato di saper svolgere tutti i ruoli di centrocampo, privileggiando la posizione da trequartista. I suoi inserimenti, le reti pesanti, i cross, la capacità di trascinare i compagni nei momenti più bui hanno acceso l'interesse di club europei e alla fine, con circa 27 mln di euro è stato l'Everton a scamparla. 


Rick Karsdorp: il terzino del Feyenoord ha chiuso il suo terzo anno a Rotterdam con un il titolo che mancava da troppi anni nella bacheca dei biancorossi. Grandissimo il suo apporto sulla fascia decisivo sia in fase offensiva che difensiva. Infatti il ragazzo ha potuto regale un apporto di cross dal fondo importantissimo dando sempre un'alternativa alla manovra d'attacco, mentre in difesa, i suoi recuperi e chiusure, hanno permesso a Jones di dormire sogni tranquilli. Grande resistenza e fiato infinito che saranno la gioia della Roma che se lo è assicurato per i prossimi anni pagandolo circa 18 mln compresi i bonus. 



Hector Moreno: il centrale della nazionale messicana e del Psv abbandona l'Eredivisie per accasarsi alla Roma, seguito successivamente anche da Karsdorp. Il difensore prova a dare una svolta alla sua carriera all'età di 29 anni, puntando a palcoscenici più importanti rispetto a quelli intrapresi nelle ultime due stagioni. Grande esperienza europea con un'eliminazione agli ottavi di finale di Champions. Solido, roccioso e fortissimo di testa, oltre a dare un apporto forte in difesa è fondamentale anche sui calci piazzati. Costo? Circa 6 milioni di euro. 



- Eljero Elia: un altro protagonista del successo del Feyenoord saluta l'Olanda per volare in Turchia tra le fila dell'Istanbul Basaksehir. Il laterale d'attacco lascia il club di Rotterdam dopo 2 anni, 55 partite e 17 reti. Non freddissimo sotto porta, l'ex Juventus ha compensato questo gap con grande corsa, facilità di dribbling, inserimenti rapidi e soprattutto passaggi decisi per l'attaccante di riferimento. I suoi campionati sono stati sempre condizionati da infortuni poco pesanti ma frequenti. 



Ricky Van Wolfswinkel: dopo un'annata al di sopra delle righe, il centrocampista Van Wolfswinkel, abbandona il Vitesse per accasarsi al Basilea. Riscoperto attaccante ha concluso la sua esperienza in Olanda con 32 presenze e 20 reti, diventando un elemento fondamentale per la conquista dalla KNVB Beker e della qualificazione in Champions. La sua partenza lascia spazio al nuovo arrivo Matavz che dovrà far dimenticare l'ottimo impatto avuto dall'olandese nell'ultima stagione. 



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top