Eredivisie: i 5 acquisti e le 5 cessioni più importanti del mese di agosto

Si è ormai concluso il calciomercato che, come ogni anno, ha stravolto le formazioni olandesi. I club hanno pensato a vendere ma, nel giusto modo, sono arrivati anche rinforzi importanti oltre ai talenti del vivaio che vengono promossi in prima squadra. Andiamo ad osservare le 5 cessioni e i 5 acquisti più importanti del mese di agosto, l'ultimo periodo di mercato, gli ultimi 31 giorni fondamentali per poter agguantare il colpo decisivo...


ACQUISTI

-Siem de Jong: il fratello minore di Luuk de Jong torna finalmente in Olanda dopo una avventura inglese che non gli ha portato molta fortuna. Il ragazzo, cresciuto nell'Ajax, è stato poi venduto al Newcastle dove in 2 anni, complice anche qualche infortunio di troppo, ha disputato solo 22 match e siglato un solo centro. Il prestito al Psv, nella passata stagione, è stato per lui una vera manna dal cielo che gli ha permesso di tornare sui livelli del passato. Keizer, durante l'attuale mercato estivo, ha richiesto un centrocampista d'esperienza e chi meglio di lui poteva incarnarne tutte le caratteristiche? Che altro dire: bentornato a casa, Siem. 


-Ricardo van Rhijn: altro ritorno in terra olandese, questa volta con la maglia dell'AZ Alkmaar. Il terzino, dopo un'esperienza in campo belga con il Bruges, torna in Eredivisie per ritrovare forma e condizione. 5 anni con la maglia dell'Ajax con un totale di 111 partite in campionato e 4 realizzazioni: il trasferimento non è stato dei migliori con solo 18 presenze e 3 centri. Inevitabile il suo ritorno a casa, anche se in prestito. Rappresenterà una importante carta da giocare per l'AZ.



-Sam Larsson: la telenovela si è finalmente chiusa e dopo tanti cambi di scenario, l'ala svedese ha scelto di restare in Olanda e ha preferito i campioni del Feyenoord. Tante le formazioni che hanno cercato di strapparlo all'Heerenveen tra cui anche la Fiorentina che è tornata in Italia con la coda tra le gambe. Alla fine, un'offerta di soli 5 milioni circa ha permesso a Van Bronckhorst di aggiudicarsi un laterale d'attacco, importantissimo per dare ancora più peso ad un reparto che è già ben oliato. L'unico problema? I colpi di testa del giovane.



-Ben Rienstra: il classe '90 continua a girovagare per i Paesi Bassi cambiando per la quarta volta maglia. Dopo aver iniziato nell'Heracles ed essere passato allo Zwolle e all'AZ, a fine stagione ha ricevuto la notizia di non rientrare più nei piani del club e che la sua avventura ad Alkmaar era giunta al capolinea. Rienstra non si è perso d'animo ed ha trovato nel Willem la giusta società per rilanciarsi nuovamente alla ricerca della totale tranquilità. Peccato per l'avvio negativo di campionato con 3 sconfitte in 3 partite (una con l'AZ e 2 con il Willem). 





-Ricardo Kishna: l'attaccante di proprietà della Lazio torna in Olanda per vestire la maglia dell'ADO Den Haag. Il ragazzo, poco utilizzato nel campionato di Serie A, riabbraccia l'Eredivisie per tornare sui livelli che gli permisero di mettersi in mostra con la maglia dell'Ajax. Con la casacca biancoceleste solo 16 presenze e 2 gol, poi il prestito al Lille. Proprio nell'ultimo giorno di mercato, il trasferimento in gialloverde per contribuire alla salvezza di una società in netta difficoltà e bisognosa di nuova linfa nel reparto offensivo, troppo sterile fin ora. 






CESSIONI

-Joachim Andersen: il classe '96 danese ha deciso di abbandonare l'Olanda per accasarsi nella nostra Serie A, precisamente a Genova, sponda Sampdoria. Il difensore saluta Enschede e il Twente dopo ha vestito la maglia rossa per ben 4 stagioni dividendosi tra prima squadra, con 49 presenze e 4 reti, e la formazione Jong, con zero entri in 40 partite. Andersen, forte fisicamente e con un buon senso della posizione, arriva in Italia per dare una svolta alla sua carriera e provare ad imporsi in un campionato più tattico soprattutto a livello difensivo. 


-Jay-Roy Grot: altra telenovela lunghissima quella che ha portato Grot a salutare definitivamente il NEC, retrocesso in Eerste Divisie. Il possente centravanti è stato a lungo seguito dalla Fiorentina che ha formulato un'offerta rifiutata e rispedita al mittente. La corte intorno al diciannovenne è stata serrata, soprattutto dopo l'ultima stagione con 24 presenze e 8 realizzazioni. Alla fine, proprio nell'ultima settimana di mercato, l'ha spuntata il Leeds in seconda divisione inglese con un'offerta intorno ai 2 milioni di Euro. 


-Davinson Sanchez: il promettentissimo difensore dell'Ajax, dopo appena una stagione in Eredivisie con il club della capitale, vola in Inghilterra per abbracciare Pochettino e il Tottenham. Gli ajacidi intascano 45 milioni di euro e Sanchez diventa il centrale più costoso della storia del club inglese. Il colombiano, dopo 4 anni all'Atl. Nacional e dopo aver alzato la Copa Libertadores nel 2016, ha visto decollare la sua carriera: in Olanda ben 32 presenze e 6 realizzazioni, che lo rendono essenziale non solo in fase difensiva ma anche in quella offensiva. Grave perdita per la massima divisione olandese e per il club ajacide. 


-Samuel Armenteros: lo svedese continua a girare per l'Europa e questa volta approda in Italia per vestire la maglia del Benevento, neopromossa e società ambiziosa che punta alla permanenza in Serie A. I giallorossi hanno offerto 2/3 mln per strappare l'attaccante all'Heracles che deve ringraziare Armenteros per i 19 centri in 29 match che hanno permesso ai bianconeri di giocarsi l'accesso all'Europa League tramite i playoff di Eredivisie. Ora la nuova sfida sarà quella di continuare a rincorrere questo straordinario fiuto del gol anche in Italia: l'impresa è ardua, ma non impossibile per un attaccante che si è confrontato con tante realtà diverse di calcio. 


-Davy Propper: anche il laterale d'attacco del Psv, dopo l'eliminazione dall'Europa League nei preliminari, ha deciso di cambiare aria e di abbandonare la comapagine di Cocu. L'olandese è volato in Inghilterra per dare una mano alla formazione del Brighton, neo promossa in Premier League. Dopo 2 anni in Eredivisie con 67 presenze e 16 realizzazioni, Propper sceglie di giocarsi le sue carte in un campionato più competitivo per assaggiare il calore del tifo inglese e poter diventare protagonista del calcio più seguito in Europa. 





Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top