Il PSV rivede la luce: Pereiro firma la vittoria contro il Feyenoord



 La necessità del riscatto: questo potrebbe essere il titolo perfetto per PSV Eindhoven-Feyenoord. Al Philips Stadion saranno fuoco e fiamme per una sfida ad alta intensità agonistica. I padroni di casa si ritrovano ad una sorta di ultima spiaggia per poter avere la velleità di dare una scossa all’ambiente. La sconfitta in Frisia dei Boeren è stata bruciante e ha lasciato uno strascico notevole: la squalifica di Lozano. Il messicano è il prezzo pregiato che mancherà fra le fila dei Boeren e sarà difficile da rimpiazzare. La selezione di Philip Cocu, però, può abbracciare Locadia non colpito da squalifica nonostante lo sputo diretto a Dumfries. Il Feyenoord è reduce da una sonora batosto in Champions League a favore del Manchester City. Il 4-0 subito al de Kuip ha parzialmente destabilizzato l’ambiente e ha inficiato notevolmente la fiducia dei Rotterdamers. La selezione di van Bronckhorst si è dimostrata arrendevole e disorganizzata di fronte al valore tecnico dei Citizens. Una eventuale vittoria contro il PSV potrebbe tagliare le gambe, emotivamente fragili dei Boeren, e dare un segnale importante al campionato.

Il tecnico Cocu sceglie Luuk de Jong per sostituire Lozano, con il dirottamento di Locadia sull’out di sinistra. Gaston Pereiro confermato a centrocampo, l’utilizzo dell’uruguagio in quella zona del campo è una genialata dell’ex centrocampista del Barcelona. Giovanni van Bronckhorst riabbraccia Haps sulla corsia mancina e Diks come terzino destro. L’esclusione dell’ex Viola in Champions League è un mistero ancora non risolto. Ritorna Toornstra a centrocampo, mentre Kramer sostituirà nuovamente l’infortunato Nicolai Jørgensen.

Nella prima frazione di gioco il PSV Eindhoven si porta immediatamente in vantaggio con Pereiro: Locadia lavora un pallone fantastico sulla corsia di sinistra e serve perfettamente l’uruguagio sul secondo palo. Il centrocampista è abile a fulminare Jones al volo al 3’ del primo tempo. Il Feyenoord è alle corde e sotto dal punto di vista fisico: Berghuis rischia il cartellino rosso con un intervento sconsiderato su Luuk de Jong. L’ex Newcastle deve lasciare il campo per il conseguente infortunio per Lammers, centravanti dello Jong PSV. I Rotterdamers prendono campo e Toornstra colpisce una clamorsa traversa dagli sviluppi di un calcio di punizione. I padroni di casa condividono la medesima malasorte: Locadia centra un palo clamoroso dall’interno dell’area di rigore. Il primo tempo è un’emozione continua: gli ospiti devono salutare Berghuis che commette un fallo ingenuo e si becca il secondo giallo. La perdita per gli ospiti è inestimabile, quanto evitabile è l’intervento falloso dell’ex Watford. Il primo tempo si chiude sul minimo vantaggio del PSV.


Nella ripresa gli ospiti vanno ad un passo dal pareggio: Botteghin incorna alla perfezione di testa, ma Zoet oppone una parata da antologia e salva i Boeren. L’estremo difensore si ripete con un intervento ancor più spettacolare sulla conclusione a giro di Boëtius. L’ex RKC è il protagonista positivo di questa gara. Il PSV balla in difesa e solo un Toornstra sprecone grazia nuovamente i Boeren: l’ex Utrecht spedisce alle stelle un pallone da appoggiare comodamente in rete. Il forcing finale del Feyenoord svanisce contro uno Zoet colossale. Il PSV conquista questa partita con una prestazione stoica, ma a larghi tratti rivedibile. Il Feyenoord paga eccessivamente una follia di Berghuis e solo la sfortuna ha salvato i Boeren dalla rimonta. La sconfitta porta con sé delle notizie positive: gli uomini di van Bronckhorst hanno dimostrato carattere da vendere quest’oggi.


Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top