Eredivisie: i 10 punti salienti del 18° turno del campionato olandese

Il campionato olandese giunge alla sosta invernale e archivia anche la prima gara del girone di ritorno: il Psv chiude come capolista con i 5 punti di vantaggio su un Ajax che non sente la mancanza di Keizer. Il Feyenoord ne rifila 5 al Roda, ultimo in fondo alla classifica, mentre il Breda liquida Ten Hag e prova a scappare dalla zone retrocessione. Grande vittoria dell'Ado den Haag che augura un buon Natale ai propri tifosi battendo Schip e la sua sorpresa Zwolle con un bel poker. L'AZ non perde terreno e mantiene la terza piazza a 8 punti dal club di Eindhoven e a 3 dalla società della capitale. 

1. Alla sosta, il Psv giunge con la quindicesima vittoria e ben 46 punti in cassaforte. L'armata di Cocu è stata una vera e propria corazzata che non ha trovato mai un vero e proprio ostacolo sul suo cammino. La sconfitta contro l'Ajax e il pareggio con il Groningen sono stati dettati da un calo fisiologico immediatamente accantonato dalla rosa che inanella la seconda vittoria consecutiva. Al Philips Stadion finisce 2-1 contro il Vitesse che può recriminare del vantaggio siglato da Matavz al suo 9° centro stagionale. Importante il gol di Lozano che regala il momentaneo 1-1 e catapulta l'attaccante a consolidare il primato in classifica marcatori con 11 centri e 4 assist vincenti. Secondo miglior attacco per i Boren che chiudono con 49 reti all'attivo e con Van Ginkel, Lozano e Locandia nelle prime 3 posizioni della classifica cannonieri. 

  2. Non perde terreno l'Ajax che vince in rimonta contro il Willem all'Amsterdam Arena. Gli ajacidi non accusano la partenza di Keizer e rifilano un sonoro 3-1 agli avversarti sottolineando di essere ancora lì, in lotta per il titolo. Il gol di Sol, 8° in campionato per lui, illude i tifosi ospiti che esultano rimanendo con l'amaro in bocca. La rimonta è guidata inizialmente da Kluivert che inventa una rete bellissima che ha messo in risalto tutto il suo potenziale tecnico. 5° centro per lui in 14 partite dove è spesso subentrato a qualche compagno. Gli ruba la scena solamente Neres con un tecnica che sta impressionando anche le grandi squadre d'Europa: il brasiliano sale a quota 8 reti in campionato e ben 9 assist vincenti. Il ragazzo ha messo il suo zampino in ben 17 dei 54 gol siglati dal club che vanta il miglior attacco della competizione. Ottimo score anche in difesa con la seconda meno perforata del torneo con appena 17 gol al passivo. 

3. Anche il Feyenoord regala una gioia ai tifosi presenti al De Kuip e rifila un pesantissimo 5-1 al Roda, sempre più ultimo insieme allo Sparta Rotterdam. Doppietta per Jorgensen e Berghuis che raggiunge Lozano in testa alla classifica marcatori con 11 centri all'attivo e 3 suggerimenti vincenti. Grande score per l'olandese che si conferma in forma smaliante, insieme al danese, capocannoniere della scorsa Eredivisie e ora a quota 7. I Rotterdammers mettono in cassaforte il 4° successo in 5 partite e volano in quinta posizione con una partita in meno da recuperare e che potrebbe farli arrivare a 3 lunghezze dall'AZ, terzo e scavalcare lo Zwolle 4°. Ci si aspetta un girone di ritorno importante per i campioni d'Olanda che hanno come obiettivo solo il campionato: la migliore difesa del torneo, con 16 gol al passivo, deve suonare la carica per permettere una rimonta che avrebbe del miracoloso. La distanza dal Psv resta di 14 punti, potenziali 11 dopo il recupero, troppi per ora ma non impossibili da eliminare: serve un girone di ritorno perfetto nel quale non saranno ammessi errori. 

  4. Scivolone inaspettato per lo Zwolle, superclassato per 4-0 dall'Ado den Haag. Al Cars Jeans Stadion, i padroni di casa, annullano gli uomini di Schip con 2 doppiette di Johnsen e Falkenburg. Il norvegese, in un ottimo stato di forma, raggiunge quota 7 centri in campionato, mentre il suo compagno il 4°. Autore di una grande gara il solito El Khayati autore di due assist vincenti che lo fanno salire a 5 in campionato insieme ai suoi 6 gol: un totale di 11 azioni vincenti con la sua partecipazione. Peccato per lo Zwolle, la vera rivelazione di questa prima parte di campionato: i biancocelesti si bloccano al quarto posto in classifica con la terza difesa del torneo. Le ultime 2 gare che hanno visto subire 6 gol dei 19 totali, altrimenti, gli ospiti avrebbero potuto chiudere con uno score difensivo superiore sia all'Ajax che al Psv. Tanti applausi per il girone d'andata: la sosta sarà essenziale per caricarsi al massimo per un girone di ritorno che chiederderà constanti conferme. 

5. Altro ko inaspettato quello dell'Utrecht bloccato per 3-1 sul campo del Breda. I padroni di casa sono cinici e spietati e colpiscono appena ne hanno la possibilità. Gli ospiti, frastornati dalle voci sul loro allenatore, sono molli e inconsistenti: inutile il gol dell'ex Dessers che ha provato a riaprire l'incontro con il momentaneo 2-1. Per il NAC ha aperto le marcature Mari, difensore al secondo gol in competizione, mentre Ambrose ha firmato il 2-0 che ha tagliato le energie ai rivali. Sesta realizzazione in campionato per il ventenne francese che sta facendo veramente bene con una squadra che sta lottando per la salvezza. Il Breda scappa dalla zona retrocessione, superando un Twente in crescita e tirando una bocca d'ossigeno, essenziale per affrontare il girone di ritorno. Ten Hag, coccolato dall'Ajax, perde malamente prima dello stop: che questo riposo gli faccia capire cosa vorrà realmente dal suo futuro. 

  6. L'AZ, dopo la sconfitta contro l'Ajax all'AFAS Stadion, torna a sorridere e riabbraccia la vittoria dopo 2 giornate con un solo punto. 3-1 per gli uomini di Van den Brom che riescono a superare l'Heerenveen solo nel finale come accaduto anche in coppa d'Olanda. In settimana, infatti, il club di Alkmaar si è qualificato per i quarti di finale battendo, in pieno recupero, il 
modesto Sittard. In Eredivisie, l'AZ ha vissuto il medesimo incubo che si è trasformato in sogno solo al triplice fischio: un'autorete e una doppietta di Friday, neoentrato, scacciano tutti i fantasmi e confermano i biancorossi come terza forza della competizione. Van dem Brom affronterà la sosta con molta più tranquillità, forte di un risultato che nessuno si aspettava e che ora fa sognare in grande, visto che la capolista dista solamente 8 lunghezze. La difesa ha subito solo 21 gol, come quella del Psv ed è migliorata notevolmente dopo un avvio incerto e altalenante. Friday, entrato negli ultimi 15 minuti, ha messo a segno i primi 2 gol in questa Eredivisie e questo fa ben sperare per un turnover sempre di alto livello

7. Sempre peggio Sparta e Roda che chiudono l'anno con l'ennesimo ko: la formazione di Rotterdam inanella la quinta sconfitta di fila con una difesa che fa acqua da tutte le parti e una formazione allo sbando che mette a serio rischio la panchina di Pastoor che dovrebbe essere esonerato: al ritorno avremo un nuovo tecnico in panchina per i biancorossi. 37 le reti subite con una media poco superiore a 2 gol a partita e con 18 subiti nelle ultime 5 gare. Solamente 13, quelli messi a segno. Un andamento insufficiente, molto più simile ad una squadra di Eerste Divisie che di Eredivisie. Stesso discorso per il Roda, a 11 punti come i rivali: il club di Kerkrade sta cercando in tutti i modi di rialzare la testa, ma il livello tecnico è basso e i problemi societari stanno scombussolando i giocatori, spesso molli e demotivati. 3° ko di fila, 40 reti incassate e solamente 17 siglate: la palma per peggior difesa del campionato è condivisa solo con il Willem, forte dello stesso score. 

8. Il Venlo si riprende proprio a fine 2017 con la seconda vittoria in due giornate e una classifica che torna ad essere buona e soprattutto tranquilla per la salvezza. 3-1 all'Heracles e 22 punti guadagni per la neopromossa che sta raggiungendo con largo anticipo la salvezza prefissata ad inizio anno. Il vero mattatore della giornata è l'attaccante Thy che mette a segno una tripletta che fa esplodere il De Koel. L'ex St. Pauli e Werder Brema firma il taccuino dei marcatori per la quarta volta in Eredivisie e farà passare un buon Natale alla società. Per una formazione, appena approdata dall'Eerste Divisie, lo score non è niente male: 22 gol all'attivo e 26 al passivo con un attacco che si equivale alla difesa. Ottimi presupposti in vista del girone di ritorno. 


9. Solo un pareggio a reti bianche tra Excelsior e Twente che evitano di farsi male e mettono in cassaforte un punto d'oro per la salvezza. Verbeek continua ad inanellare risultati utili consecutivi arrivando così a quota 3 e con ben 6 punti in 5 gare. L'andamento sta migliorando per i Tukkers che stanno risalendo la china e si sono svegliati dal torpore del girone d'andata. Terz'ultima posizione, ma tante spunti positivi per centrare la salvezza nel girone di ritorno. La difesa non subisce gol e da seguito ad una ritrovata solidità.

10. Si chiude con questi verdetti l'Eredivisie 2017: Ajax, Psv e Az saranno le formazioni in lizza per il titolo, a meno che il Feyenoord non approfitti di qualche passo falso per andare ad intaccare l'equilibrio delle prime 3 posizioni. Deludono Vitesse, Heerenveen e Utrecht, favorite come outsider ma che si ritrovano a metà classifica e in lotta per un posto nei play off di Europa League. Male, anzi malissimo, Roda, Sparta Rotterdam e Twente che chiudono la classifica e dovranno lottare fino all'ultima giornata per non retrocedere in Eerste Divisie. Appalusi per Schip e Van den Brom che sorpredono con AZ e Zwolle, chiudendo in terza e quarta posizione. 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top