Eredivisie: le 5 cessioni e i 5 acquisti più importante del mercato di gennaio

Il mercato invernale è giunto al termine e ha portato qualche stravolgimento: le big hanno provato a rinforzarsi in vista del girone di ritorno. Ci sono addii importanti e acquisti di giovani interessanti, pronti a mettersi in mostra per poter affermare il loro talento. 
Andiamo a vedere meglio i 5 movimenti più significativi sia in entrata che in uscita...


CESSIONI

MILOT RASHICA

L'attaccante kosovaro abbandona il Vitesse dopo 3 anni di onorato servizio: il ragazzo è stato pagato dal club solo 300 mila euro e vola in Germania per una cifra di circa 10 milioni di euro. Un'ottima plusvalenza per il club di Arnhem che si priva di un talento fondamentale per il gioco di Fraser: il suo dribbling secco e la sua velocità gli hanno sempre permesso di saltare l'avversario per tentare la conclusione o l'assist per la punta di riferimento. Essenziali i suoi inserimenti tra le linee per dare imprevidibilità al gioco dei gialloneri. Con la maglia del Vitesse ha disputato 83 match mettendo a segno 13 reti in Eredivisie. Il Werder Brema lo ha strappato alla concorrenza in cerca di una punta che possa migliorare il secondo attacco peggiore della Bundesliga e che permetta di raggiungere una salvezza sicura. 

 
JURGEN LOCADIA

L'olandese abbandona il Psv per accasarsi in Premier alla corte del Brighton dove, in estate, si era trasferito il compagno di squadra Propper. La punta, ferma per un infortunio rimediato alla quindicesima gara di campionato, aveva centrato la porta in 9 occasioni e, fino a quel momento, aveva condiviso con Lozano la palma di miglior realizzatore della squadra. Il ragazzo porta in Inghilterra la sua forza fisica unita ad una conclusione secca che non lascia scampo al portiere avversario. Una vita passata al Psv non è bastata per farlo rimanere saldo nella cittadina di Eindhoven: 17 milioni sono stati sufficienti a far vacillare i Boren che lo hanno subito rimpiazzato con Romero. 


PHILIPPE SANDLER

Sandler, classe '97 del PEC Zwolle, a sopresa viene acquistato dal Manchester City per la modica cifra di 3 milioni di euro. Il club inglese ha vinto la concorrenza di Psv e AZ e strappa il gioiello difensivo alle dirette concorrenti. Il giovane sta attraversando un vero periodo di grazia con la sua formazione che è al quarto posto in Eredivisie a pari punti con il Feyenoord e con la quarta difesa della competizione. Il merito di questo straordinario risultato è anche di Sandler che può vantare 18 presenze in questi due anni di calcio professionistico. Al momento chiuderà la stagione con la maglia biancoceleste per poi trasferirsi in Premier alla corte di Guardiola. 


ADAM MAHER

Maher, centrocampista cresciuto nell'AZ, dopo 3 stagioni con il club di Alkmaar è stato acquistato dal Psv che ne aveva fiutato il talento. In 3 anni viene impiegato spesso, scendendo in campo 71 volte e siglando la bellezza di 12 reti. Il suo carattere esuberante e i suoi colpi di testa non sono mai piaciuti alla società di Eindhoven che, dopo l'ennesimo eccesso, ha deciso di spedirlo in prestito in Turchia con la maglia dell'Osmanlispor (24 presenze e 2 reti). Il ritorno in Olanda non è dei migliori poichè Cocu non lo prende minimamente in considerazione facendogli disputare solo una gara in Eredivisie. Il mercato invernale ha permesso al centrocampista di rescindere il contratto e accasarsi con il Twente dove ha disputato la gara di KNVB Beker contro il Cambuur vinta per 3-1 con doppietta del ragazzo. Il suo fisico e l'ottima tecnica gli permettono di giocare sia come trequartista che come mediano: efficace sia in fase di suggerimento che in quella di interdizione. 


OUSSAMA IDRISSI

L'attaccante ex Groningen, dopo 3 anni, ha deciso di cambiare aria e si è accasato ad Alkmaar con la maglia dell'AZ. Il ragazzo, classe '96 di origini marocchine, ha disputato 62 partite con la sua ex formazione mettendo a segno 12 gol e confermandosi sempre in crescita con una media realizzativa in aumento. Con la nuova casacca biancorossa ha messo subito a segno una realizzazione nella gara di KNVB Beker contro lo Zwolle nella vittoria dei quarti di finale. Sono bastati 2 milioni per strapparlo dai biancoverdi che si sono privati di un talento bravo nell'uno contro uno e nell'inserimento tra le linee. Un ottimo prospetto per il futuro e una freccia in più nella faretra di Van den Brom. 




ACQUISTI

ROBIN VAN PERSIE


Dopo 14 anni, Robin Van Persie torna a casa per abbracciare il De Kuip e la società che lo ha lanciato nel calcio che conta. La punta dopo aver militato nell'Arsenal, nel Manchester United e nel Fenerbahce torna in Olanda per chiudere nel migliore dei modi la sua carriera. Al Feyenoord serviva una punta d'esperienza che potesse risollevare una stagione che non è stata esaltante come quella passata. Nonostante il titolo di Campione d'Olanda, i Rotterdammers sono crollati a 16 punti dalla vetta e sono stati eliminati come quarti dal girone di Champions. L'unica soddisfazione giunge dalla KNVB Beker con la qualificazione alle semifinali rifilando un sonoro 2-0 al Psv. Van Persie è arrivato a disposizione di Van Bronckhorst che lo ha utilizzato solo per 18 minuti in due partite: il suo impiego ancora non è eccezionale, ma il ragazzo ha bisogno di ambientarsi dopo 6 mesi di assenza per un infortunio.


MAXIMILIANO ROMERO

Il Psv continua a portare latinoamericani ad Eindhoven e dopo aver tesserato Guardado, Pereiro e Lozano questa volta tocca all'attaccante del Velez, Romero. Il giovane ha indossato per 3 anni la maglia dei biancocelesti disputando 40 partite e mettendo a segno 9 reti. Ha colpito gli osservatori dei Boren per la sua completezza: è dotato di un'ottima tecnica e ha uno spiccato senso del gol. Pericoloso sia con le conclusioni di piede che di testa, ottimo dribbling e capacità elevata nel battere le punizioni. Sembra non mancare di nulla, ma Romero è un classe '99 e ha bisogno di tranquillità per affinare del tutto le sue qualità. Il Psv ha sborsato 10.5 milioni di euro per aggiudicarselo e se l'investimento sarà profiguo come quello su Lozano (capocannoniere attuale dell'Eredivisie con 12 reti) per il prossimo anno ci dovremmo aspettare un Cocu con un reparto offensivo formidabile. Purtroppo al momento la punta è ancora infortunata e sta recuperando la miglior condizione per tornare a disposizione del tecnico olandese. 


UMAR SADIQ

Conoscenza del calcio italiano, Sadiq sbarca in Eredivisie alla corte del NAC Breda grazie ad un prestito secco. Il ragazzo, poco utilizzato al Torino, voleva più continuità e l'occasione è arrivata proprio dall'Olanda con Vreven in cerca di un attaccante in grado di poter rialzare una società che rischia la retrocessione in Eerste Divisie. Sadiq, ancora di proprietà della Roma, giunge nella capitale nella stagione 2015-2016 dopo aver militato nello Spezia. Il suo impiego, vista anche la giovane età, non è elevato ma in 6 gare riesce a mettere a segno 2 gol. I giallorossi credono in lui e lo cedono in prestito al Bologna dove non disputerà più di 7 partite senza gonfiare mai la rete. La Roma non si perde d'animo e prova a puntare sul Torino, ma anche qui la musica non cambia. A gennaio giunge l'offerta del Breda e i giallorossi danno l'assenso per il trasferimento in prestito. Speriamo che una maglia da titolare possa far esplodere le sue caratteristiche come l'anticipo di testa in area, l'ottima capacità d'inserimento e il movimento perfetto ai suggerimenti: tutte doti preziosissime per il NAC, terz'ultimo a pari punti con il Twente. 


NICOLAS TAGLIAFICO

Dopo anni di Argentina, sbarca in Olanda, sponda Ajax, Nicolas Tagliafico il terzino sinistro paragonato in patria a Javier Zanetti. Il ragazzo è del 1992 e ha maturato una certa esperienza inizialmente con il Banfield e successivamente con l'Independiente. Con quest'ultimi vanta 85 partite e 2 realizzazioni prima dell'interessamento dell'Ajax e del trasferimento nel mercato invernale. Con gli ajacidi ha già giocato due partite sia contro l'Utrecht che contro il Feyenoord portando a casa 4 punti con un bel 2-0 ai Rotterdammers e uno 0-0 contro l'ex squadra di Ten Hag. Il ragazzo ha dimostrato di avere un'ottima corsa e tantissimo fiato che gli permette di correre per tutti i 90 minuti. Bravo nel dribbling e negli affondi per poi concedere assist alla punta di riferimento. Deve migliorare ancora qualcosa in fase di copertura, ma l'affiatamento con i suoi compagni sta crescendo a vista d'occhio. Il costo dell'operazione? Intorno ai 4 milioni di euro. 


RASMUS NISSEN KRISTENSEN

Trovato il terzino sinistro non poteva mancare anche l'acquisto del destro: il danese Kristensen, nato nel 1997, approda all'Ajax per andare ad occupare la fascia opposta a quella di Tagliafico. Il ragazzo è cresciuto con il Midtjylland collezionando 63 presenze, in 3 anni, e 6 gol. Il terzino ha molta gamba e spinta e sa saltare con grande facilità il suo avversario. Bravo anche nei recuperi e negli interventi, sempre precisi e puliti. Ha tutto il tempo di crescere ancora e per questo motivo, dopo l'acquisto di Dolberg, l'Ajax ha voluto tentare nuovamente fortuna in Danimarca. L'operazione è stata chiusa per 5.5 milioni di euro e sicuramente frutterà di più ad una formazione che di giovani talenti se ne intende. 


   

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top