Eredivisie: i punti più interessanti dell'undicesima giornata

Dopo undici giornate, continua a dettare il passo il Psv, ancora vittorioso contro il Vitesse grazie ad una realizzazione dell'ormai guarito De Jong, in vetta alla classifica marcatori. A seguire il passo è solo l'Ajax, con un 2-0 rifilato al Willem II con il minimo sforzo e dopo appena 20 minuti. Il Feyenoord si vede rimandare il match a dicembre, dopo che il De Kuip perde l'illuminazione dopo appena un giro d'orologio: bene Groningen e Sittard che provano ad abbandonare la zona retrocessione, mentre l'Heracles rallenta di nuovo con l'Utrecht pienamente rinato sotto la guida di Advocaat. 

1. 11 su 11: continua a migliorare il passo del Psv che sta cercando di battere il proprio record che risale alla stagione 86/87. In quell'occasione, i Boeren si superarono chiudendo con 17 vittorie il girone d'andata composto da 18 incontri. Un vero e proprio ruolino di marcia in grado di garantire il titolo già a dicembre: i ragazzi di Van Bommel cercheranno di migliorarsi e al momento il percorso sembra proprio quello. Il club di Eindhoven ha inanellato l'11° successo consecutivo confermando il miglior attacco e la miglior difesa della competizione: la media realizzativa è di 3.55 a gara mentre il passivo è di circa 0.36 ogni 90 minuti. Un vero e proprio cammino trionfale, capeggiato da De Jong, il bomber ritrovato dopo quasi un anno e mezzo di vuoto: il fiuto del gol sembrava essere sparito con un leggero miglioramento nella seconda metà della scorsa stagione dove Cocu potè beneficiare delle sue marcature. Quest'anno il trend è quello che ha portato l'attaccante a centrare infiniti secondi posti nella classifica dei cannonieri: 9 centri in 11 gare, Luuk spera di poter abbracciare quel titolo da tanto tempo inseguito.


2. Tiene il passo solo l'Ajax che liquida con un facile 2-0 il Willem II, mai in partita e surclassato dopo appena 20 minuti. A far notizia è nuovamente Dolberg al 4° centro in 6 partite. Il danese ha lasciato alle spalle il periodo nero che ne ha minato la scorsa stagione con tantissimi infortuni e ricadute che ne hanno limitato l'utilizzo. Sotto la guida di Ten Hag, la punta è guarita definitivamente con un Huntelaar che ne ha preso il posto con autorità e gol pesanti, soprattutto in campionato. Dolberg conferma di essere tornato e l'attacco ne ha subito beneficiato, riducendo il gap dal tridente del Psv. La difesa, invece è blindata con gli ultimi 3 gol incassati nello scontro diretto con i Boeren: da quel momento in poi 5 vittorie su 5 (con clean sheet) e sempre 5 punti di gap dalla capolista. Ma con un Dolberg così...


3. Rinasce l'Utrecht sotto la guida di Advocaat e lo testimonia anche l'ultimo trionfo per 3-0 contro l'Ado den Haag allo Stadion Galgenwaard. Al tecnico ex Sparta Rotterdam sono bastate 7 gare per far dimenticare De Jong e il suo gioco che stava minando la stagione: con il precedente allenatore, i biancorossi avevano totalizzato solo 5 punti in 4 partite, con alti e bassi che non erano stati graditi ne ai tifosi che alla società. L'arrivo di Advocaat non è stato dei migliori con una pesante sconfitta contro l'Emmen, ma già il ko contro il Feyenoord aveva sottolineato un grande miglioramento. Da quel momento in poi, l'Utrecht non ha più perso con 5 risultati utili consecutivi in campionato (di cui 4 successi di fila) e 2 vittorie anche in KNVB Beker che hanno permesso al club di accedere agli ottavi di finale. La difesa è migliorata con una media di un gol subito a match, mentre l'attacco è nettamente cresciuto con Dessers appoggiato dai centrocampisti Van Overeem e Gustafson e dal difensore Janssen, al secondo centro consecutivo nel torneo. 


4. Il Willem II continua nella sua serie negativa di risultati, incassando un altro ko: il club di Tilburg ha totalizzato solo una vittoria in 10 partite e ha incassato 3 sconfitte nelle ultime 5. Un andamento che sta spaventando tifosi e società che si sta guardando intorno con la rosa che si sta avvicina sempre di più alla zona retrocessione. Il Groningen e il NAC Breda vincono clamorosamente riducendo il gap dalle compagini salve e che non occupano i posti caldi nelle retrovie. Per i biancoverdi finisce la serie senza i tre punti che durava da 7 match mentre era di 8 incontri, il digiuno, dei gialloblu.  


5. Il Feyenoord resta con un match in meno a causa di un guasto all'impianto di illuminazione del De Kuip che ha portato l'arbitro a sospendere l'incontro dopo un solo giro di orologio. Continua a soffrire di mal di trasferta il Vitesse con il terzo ko consecutivo lontano dal Gelredome: nell'ultimo mese 0 punti fuori dal Arhnem che sta diventando un serio problema per Slutki. Rompe il trend negativo l'AZ Alkmaar al successo dopo 3 sconfitte consecutive: a togliere le castagne dal fuoco è Seuntjens che fa tornare il sorriso a società e allenatore. Ulteriore passo falso dell'Heracles, ko contro il NAC e con il terzo posto che potrebbe svanire con un Utrecht sempre più vicino. 




Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top