Eredivisie: i punti più importanti della ventiduesima giornata

Il 22° turno conferma la difficoltà che hanno le big in trasferta: il Psv pareggia e il Feyenoord crolla all'Euroborg. L'unica a vincere è l'Ajax, sconfitto, la scorsa settimana, dall'Heracles per 1-0 al Polman Stadion: un 2019 non brillante per le 3 grandi del calcio olandese che stanno facendo molta fatica. Vola invece l'AZ Alkmaar, sempre più vicino al terzo posto: bene anche Groningen ed Heracles con i biancoverdi vicini alla salvezza e i bianconeri alla zona playoff Europa League. Sempre più ultimo il NAC Breda con la fortuna del De Graafschap, anch'esso battuto.

1. Grandi difficoltà, in trasferta, per le 3 big che faticano considerevolmente: il Psv, lontano dal Philips Stadion, ha raccimolato solo 3 punti nel 2019, con 3 pareggi consecutivi. Emmen, Utrecht ed Heerenveen hanno messo a dura prova Van Bommel chiamato a rimontare un doppio svantaggio sia contro i frisoni che con i biancorossi di Advocaat. Medesimo discorso per il Feyenoord che ha raccimolato 3 ko con Excelsior, Groningen e PEC Zwolle: il De Kuip è un santuario dove l'Ajax è stato battuto per 6-2 nella seconda gara del girone di ritorno, ma senza i tifosi i Rotterdammers zoppicano con un calcio sterile, poco fluido e privo di idee. Ultimo, ma non meno importante, è l'Ajax con 2 sconfitte su 2 trasferte nel 2019: la Johan Cruijff Arena non ha mai tradito gli ajacidi che soffrono lontano da essa. Feyenoord ed Heracles hanno lasciato il segno, impendendo a Ten Hag di tenere il passo del Psv che vanta ancora 4 punti di vantaggio: con un cammino più deciso, a questo punto, i capitolini avrebbero potuto essere davanti ai Boeren, non irresistibili nel girone di ritorno. 


2. Oltre al gioco scadente e poco incisivo fuori casa, le tre big mostrano grandi problemi difensivi e in attacco con numeri completamente opposti a quelli raccimolati in casa. Il Psv ha inanellato 3 pareggi per 2-2 mentre, al Philips Stadion, solo 3 reti incassate in 11 partite disputate e tutte vinte con 43 gol all'attivo (73 quelli totali). Sulla stessa falsa riga l'Ajax che incassa un 6-2 nel Klassieker e un 1-0 contro l'Heracles: nel girone d'andata, l'armata di Ten Hag, aveva subito solo 8 realizzazioni al passivo: nelle prime 5 partite di ritorno già siamo a quota 7 e stiamo contando solo le marcature fuori dalla Johan Cruijff Arena. Non mancano le difficoltà anche per il Feyenoord a quota 3 ko di fila: 6 i sigilli incassati mentre solo 2 quelli messi a segno con un Van Persie fondamentale negli equilibri offensivi della rosa. Quando l'ex Arsenal non gonfia la rete, fanno difficoltà sia Berghuis che Larsson con uno Jorgensen sempre più fantasma rispetto a quello che vinse il titolo di capocannoniere nel 2016-2017. 


3. Vero mattatore è l'AZ Alkmaar che nel 2019 resta imbattuto con 5 vittorie di fila: 15 punti e una volata al terzo posto che ha spazzato via rivali come Vitesse e Utrecht. Nel mirino è finito il Feyenoord di Van Bronckhorst, in caduta libera dopo le preoccupanti prestazioni fuori casa. Til sta trascinando a suon di gol la società e Van den Brom se lo coccola, forte dei suoi inserimenti e dei colpi di testa letali. Il centrocampista ha messo a segno il suo 7° sigillo in campionato insieme a 2 assist vincenti e inanella il 3° centro in 180 minuti. Altro punto forte del club di Alkmaar è la difesa: infatti, nel nuovo anno, la difesa ha totalizzato ben 5 clean sheets consecutivi (6 se consideriamo anche il 2-0 in KNVB Beker). L'estremo difensore Bizot è imbattuto da 450 minuti (qualcosa in più con i relativi recuperi) e la difesa si sta distinguendo proprio per affiatamento e sincronia che non lasciano scampo agli avversari, soggiogati dalla forza e dalla puntualità del reparto. Un passo netto e forte che sta portando i suoi frutti: il terzo posto è nel mirino e i Rotterdammers sono avvisati. 



4. Rinasce anche il Groningen che abbandona definitivamente le zone calde della classifica: la retrocessione resta a debita distanza con risultati che proiettano i biancoverdi verso un possibile posto nei playoff Europa League. Infatti, i ragazzi dell'Euroborg, mettono in bacheca la terza vittoria di fila, la quarta nelle ultime 5 partite. 12 punti che sono stati una vera e propria boccata d'ossigeno e che permettono alla società di poter mettere nel mirino un ipotetico 7° posto per accedere ai playoff Europa League (da tenere sotto osservazione anche l'8° nel caso venisse eliminato il Willem II nelle semifinali di KNVB Beker). La difesa migliora notevolmente con solo 4 gol al passivo, mentre si sveglia l'attacco con tutti i suoi componenti a segno partendo da Bruns, passando per Sierhuis e finendo a Bel Hassani. Ottimo impatto del giovane Sierhuis, attaccante classe '98, con 2 centri in sole 5 gare. 


5. Come le big c'è anche il Fortuna Sittard a fare fatica in trasferta con prestazioni veramente pessime: infatti, i gialloverdi, hanno incassato 3 pesanti ko in altretante gare fuori casa. Solo l'ultima è terminata per 6-0 al Polman Stadion, mentre le precedenti 5-0 e 5-1 rispettivamente contro Psv e De Graafschap. La difesa è del tutto inesistente fuori dal Wagner & Partners Stadion con 16 reti al passivo mentre, l'attacco, non è certo differente con una sola rete all'attivo. Tutt'altro passo tra le mura amiche con 6 gol siglati e solo 2 incassi per la bellezza di 2 successi in questo 2019. La neopromossa sta facendo di tutto per non essere risucchiata nel vortice della lotta per la salvezza, ma il passo è troppo altalenante: fortunatamente ci sono club in difficoltà maggiore, ma serve una cambio di rendimento in trasferta per poter centrare tranquillamente l'obiettivo stagionale della permanenza in Eredivisie. 



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top