Eredivisie: i punti più importanti della ventiquattresima giornata

Il Psv torna alla vittoria in trasferta, superando un modesto Excelsior grazie a Bergwijn che ritrova il gol: l'Ajax riposa e salta la gara contro il PEC Zwolle visto l'impegno settimanale con il Real Madrid. Si infiamma la lotta al terzo posto con Utrecht, AZ, Feyenoord e Vitesse da 3 punti: i gialloneri affossano il NAC, vicinissimo alla retrocessione in Eerste Divisie. Continua il momento positivo di Groningen e Heerenveen che, nonostante i problemi finanziari, si avvicina ad un posto nei playoff di Europa League. Fortuna Sittard ed Emmen non riescono a dare una svolta alla serie negativa di risultati. 

1. Il Psv abbraccia la prima vittoria fuori casa nel 2019: dopo 3 pareggi consecutivi, tutti per 2-2 e un Ajax sempre più vicino, i Boeren trovano il successo in trasferta, lontani dal Philips Stadion. Van Bommel deve ringraziare un'ottima performance di Bergwijn che torna a gonfiare la rete dopo aver siglato l'ultima marcatura nel girone d'andata. L'olandese sale ad 11 realizzazioni in 23 gare, regalandosi il suo record personale di gol in una stagione: lo score migliore lo aveva totalizzato lo scorso anno con 8 sigilli in 32 gare di Eredivisie. Non si interrompe la serie positiva del club di Eindhoven che dura da 10 giornate, dopo il lontano ko contro il Feyenoord al De Kuip. Fa notizia anche il digiuno del capocannoniere De Jong che non esulta da 270 minuti. 


2. Il Feyenoord si difende in casa e, dopo il 4-0 rifilato al De Graafschap, ne arriva un altro contro l'Emmen: i Rotterdammers continuano a consolidare il 3° posto grazie ad un fortino di nome De Kuip. Infatti, nello stadio di casa, i biancorossi hanno inanellato 11 vittorie ed un solo ko contro il Fortuna Sittard. Gli uomini di Van Bronckhorst hanno siglato ben 39 reti a Rotterdam delle 52 all'attivo, mentre hanno incassato solo 9 marcature rispetto alle 29 totali. I reparti si trovano a proprio agio solo davanti ai tifosi. A stupire, nell'ultimo match, è ancora Van Persie: il "giovane" attaccante olandese non ha perso il vizio del gol e ha siglato una bellissima tripletta contro la formazione neo promossa. Il tris calato dall'ex Arsenal lo catapulta al terzo posto della classifica marcatori (insieme a Lozano) e a 2 lunghezze dalla seconda piazza, occupata da Tadic. Non lontanissimo il leader De Jong con 20 centri all'attivo: il 2019 è veramente magico per la punta che ha esultato già in 9 occasioni (condando anche la KNVB Beker). Una triplettta e due doppiette impreziosiscono l'apporto di un giocatore con 35 primavere sulle spalle. 


3. Dopo la pesante sconfitta in campionato e la cocente eliminazione ai rigori in KNVB Beker, torna alla vittoria anche l'AZ Alkmaar, proprio con quegli uomini che hanno fallito dal dischetto nel momento decisivo contro il Willem II. Il Fortuna Sittard dimostra di avere ancora tantissimi problemi in difesa, incassando altri 4 gol: nelle ultime 5 giornate sono 20 i centri al passivo dei gialloverdi che diventano ufficialmente il peggior reparto arretrato dell'Eredivisie con 56 reti. La neo promossa condivide questo record negativo con il NAC Breada, con l'Excelsior e con l'Emmen. Sorride nuovamente Van den Brom che non perde ulteriore terreno dal terzo posto e tiene a debita distanza sia l'Utrecht che il Vitesse: fanno sorridere Alkmaar Til, Idrissi e Koopmeiners (doppietta), proprio coloro che hanno fatto affondare la nave alla lotteria dei rigori in coppa d'Olanda. Til resta in stato di grazia con il 6° centro in 5 partite nelle quali è sempre andato a segno. 6° successo in 7 gare del girone di ritorno e lotta al 3° posto ancora apertissima per la compagine di Alkmaar. 


4. Continua a volare il Groningen con il 4° successo in 5 partite e il 5° risultato utile consecutivo: i biancoverdi stanno sorprendendo e, dopo aver rischiato di retrocede, si trovano a pochi passi dal 7° posto valido per un pass nei playoff di Europa League. L'Heracles dista solo 4 lunghezze e, i ragazzi di Buijs, credono nell'impresa e cercheranno in tutti i modi di giocarsi una chance per poter accedere ai campi internazionali. Il 3-2, tra le mura del Hitachi Capital Mobility Stadion, è la quarta vittoria consecutiva nello stadio di casa che ha permesso all'allenatore di poter ambire a traguardi importanti. Il mattatore della giornata è Mahi che regala una doppietta ai propri tifosi: il centrocampista sale al 7° sigillo in 19 gare, ma resta lontano dal record personale di 17 centri raggiunto nel 2016-2017 sempre con la maglia biancoverde. Passo importante per il Groningen che potrebbe diventare la sorpresa del finale di stagione. 


5. Momento nero per il Venlo che non riesce a migliore l'andamento nel 2019: 5 ko e due vittorie che hanno portato i gialloneri dal possibile posto nei playoff Europa League ad una caduta verticale verso la zona calda della classifica che sta lottando per non retrocedere. La sconfitta contro il Groningen brucia e vede i rivali effettuare il sorpasso in Eredivisie. Quarta sconfitta in 5 partite e terza di seguito troppo facile da perforare: negli ultimi 450 minuti, 14 centri incassati per una media di circa 3 sigilli a partita. La linea è troppo alta e disunita e questo lascia spazio a contropiedi e ampi spazi di azione per gli attaccanti avversari. Di conseguenza l'attacco è diventato sterile, con tante occasioni imprecise e poco pericolose. Grot non ha dato l'apporto richiesto e questo ha influito sulla vena realizzativa del club. 




Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top