I 3 top e flop della dodicesima giornata di Eredivisie

Anche la dodicesima giornata è ormai da archiviare con altre variazioni nella parte alta della classifica e qualche modifica nella lotta per la salvezza. Si riaccende il Waalwijk, si rianima il Feyenoord e si candida ad anti-Ajax l'AZ Alkmaar.

I 3 TOP

1. Al primo posto, questa settimana, è la volta dell'AZ Alkmaar, l'unica formazione a reggere il passo dell'Ajax. Mentre Vitesse e Psv rallentano, Slot si aggiudica il secondo posto in solitaria e si candida ad essere il vero rivale di Ten Hag. Secondo successo consecutivo dopo il ko rimediato contro l'Heerenveen e vetta che dista sempre 6 lunghezze: la vera forza della squadra resta la difesa, la meno perforata d'Olanda con solo 8 centri al passivo. L'attacco si sta svegliando e ha raggiunto Psv e Utrecht sul secondo gradino del podio, dietro solo a quello dell'Ajax che ha un passo superiore. Il 3-0 al Twente è la dimostrazione di come la rosa sia in piena sintonia con il proprio tecnico e di come si trovi a pieno agio con i suoi, ormai, oliati schemi. Boadu continua a gonfiare la rete con il 7° sigillo in Eredivisie: terzo posto nella classifica marcatori. 


2. Dopo ben 12 partite, arriva il primo trionfo anche per il Waalwijk che prova a risollevarsi da quel bruttissimo ultimo posto: la società aveva incassato 10 sconfitte, con un solo pareggio a dare giustizia ad un buon gioco dimostrato dai ragazzi di Grim. 2-0, in casa, contro l'Heracles e prima gioia per i tifosi della neo promossa, scoraggiati da un avvio pessimo che non ha aiutato la rincorsa ad una difficile salvezza. Primo clean sheet della stagione con la difesa che riesce a tirare un sospiro di sollievo ma che rimane la peggiore d'Olanda: piccolo passo avanti per l'attacco che abbandona l'ultima piazza tra i reparti offensivi. Uno spiraglio di luce che infonde fiducia in una formazione che regala un ottimo calcio verticale che, fin ora, non aveva mai trovato il giusto riconoscimento. Un primo passo è stato fatto, adesso serve la costanza per proseguire sulla giusta strada. 


3. Il Feyenoord cambia allenatore e torna ad abbracciare i 3 punti: Stam abbandona la nave che stava affondando e al suo posto viene chiamato Advocaat che esordisce con un successo importante che infonde coraggio e fiducia in vista del delicato match di Europa League che potrebbe decretare l'eliminazione dei Rotterdammers. I biancorossi si sono imposti 3-0 sul campo del Venlo, in piena crisi di risultati: il vero protagonista è stato Berghuis con una doppietta che gli permette di salire al terzo posto della classifica marcatori con Boadu. Il Feyenoord interrompe la serie negativa di 4 giornate tra Eredivisie ed Europa League, buttandosi alle spalle anche il pesante scivolone nel De Klassieker. Il nuovo tecnico ha ridato grinta e gioco ad una compagine senza obiettivi e senza tattica. Il primo esame è stato superato: un successo contro gli Young Boys al De Kuip riporterebbe la squadra a poter lottare non solo sui campi internazionali ma anche su quelli nazionali per un terzo posto che sembra impossibile da raggiungere.


I 3 FLOP

1. Discesa verticale per il Venlo in piena crisi di risultati e con il penultimo posto in Eredivisie, condiviso con il Fortuna Sittard. La formazione giallonera, in una sola settimana, incassa il ko in KNVB Beker e la sesta sconfitta consecutiva in campionato. Un periodo nerissimo considerando anche che, l'uscita dalla coppa, è avvenuta per mano di una società che milita in Derde Divisie. Il vero tasto dolente è la difesa che si aggiudica la seconda piazza tra quelle più perforate in Olanda: nelle ultime 6 giornate sono bel 19 le reti incassate per una media di quasi 4 realizzazioni ogni 90 minuti. L'attacco non ha saputo aiutare la retroguardia, mettendo a segno solamente 2 gol e strappando il primato di peggiore dell'Eredivisie. Un crollo inspiegabile con il gioco e la concentrazione che latitano: Maaskant rischia il posto mentre il Venlo rischia l'Eerste Divisie. 


2. Continua il momento no del Psv, questa volta bloccato anche dalla sfortuna: gli uomini di Van Bommel pareggiano sul campo dello Sparta Rotterdam dopo aver dominato la partita in lungo e in largo. 2-2 al triplice fischio grazie alla realizzazione di Gakpo in extremis: con due pesanti affondi, i padroni di casa passano per due volte in vantaggio costringendo i Boeren a rincorrere costantemente. Il pari non aiuta a risollevarsi da un periodo pessimo che ha portato i biancorossi a 8 punti dalla vetta e al terzo posto in Eredivisie, scavalcati proprio dal lanciatissimo AZ Alkmaar. Malen è l'assente ingiustificato di questo periodo, con la sua vena realizzativa che si è fermata alla sosta per le nazionali. La difesa continua a traballare ed è troppo perforabile: in 3 partite, quelle dopo lo stop per le qualificazioni agli Europei, il Psv ha incassato 9 reti delle 15 totali. Manca tranquillità (3 espulsioni in 270 minuti) e fiducia in un gioco che ha sempre portato i suoi risultati. Van Bommel è chiamato al miracolo per non compromettere campionato ed Europa League. 
 


3. Bocciato nuovamente il Vitesse che, nel momento del salto di qualità, incassa due ko consecutivi rimanendo bloccato in terza posizione. Peccato per gli uomini di Slutski che non trovano la continuità che sembrava certa ad Arnhem. Un avvio di stagione fantastico che ha incontrato il primo ostacolo: adesso serve un inversione di rotta per restare attaccati al treno per la seconda posizione, occupata dall'AZ Alkmaar a sole due lunghezze di distanza. Il tesseramento di Honda darà sicumente tecnica ed esperienza alla manovra giallonera, alla disperata ricerca dei 3 punti per tornare a sorridere. 4 gol incassati in 2 partite e solo uno messo a segno: la concentrazione non è al 100% e l'appagamento ha giocato un brutto scherzo alla compagine, chiama a svegliarsi per non vanificare tutto il lavoro fatto. 



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top