I 3 top e i 3 flop della sedicesima giornata di Eredivisie

Natale si avvicina e anche il giro di boa in Eredivisie: ad un passo dalla fine del girone d'andata, l'Ajax inciampa malamente contro la rivelazione Willem II, permettendo all'AZ Alkmaar di accorciare le distanze dalla vetta. Stenta Advocaat che non perde, ma pareggia per la seconda volta in 3 match: nella bassa classifica sembra condannato il Waalwijk mentre il Venlo tira una boccata d'ossigeno.

I 3 TOP

1. In prima posizione, tra i top, vola l'AZ Alkmaar che riapre un'Eredivisie a senso unico e si avvicina considerevolmente alla vetta con un passo da pretendente al titolo. I numeri dei biancorossi sono incredibili: 6 vittorie consecutive e tutte senza subire reti. Il reparto difensivo resta il migliore d'Olanda con solo 8 gol incassati in 16 partite disputate: il portiere, Marco Bizot, è entrato a far parte dei 5 portieri che hanno avuto il maggior numero di clean sheet, in campionato, in un anno solare. Al momento, l'estremo difensore, si trova in terza posizione con Ed de Goey che vestì la maglia del Feyenoord. In avanti, l'attcco è il secondo migliore della competizione, dietro solamente all'Ajax di Ten Hag: Boadu e Idrissi stanno trascinando a suon di reti la società che ha conquistato i sedicesimi di finale in Europa League e sta sognando l'aggancio al primato nella massima divisione olandese. Grandi numeri per Slot che sta facendo sognare Alkmaar e i suoi tifosi, ricordando il miracolo della stagione 2008-2009.


2. Continua il momento magico del Willem II che sta sorprendendo oltre ogni più rosea aspettativa: i Tricolores riescono ad imporsi contro l'Ajax alla Johan Cruijff Arena, replicando un'impresa già riuscita in passato. Il ko ha scosso Ten Hag alla presa con infortuni e al macht di Champions League contro il Valencia. Gli uomini di Koster, per l'ennesima volta in stagione, si dimostrano compatti, aggressivi e con un gioco che non lascia punti di rifermento. L'attenzione dei rivali non è stata sufficiente e, gli ospiti, ne hanno approfittato volando al quarto posto in classifica con 29 punti in cassaforte, importantissimi per la salvezza ed essenziali per puntare ad un posto in Europa. Il Psv mantiene la terza posizione a 31 e due lunghezze sono alla portata della formazione di Tilburg: quarto risultato utile consecutivo con 3 successi e un pareggio. La sconfitta con il Groningen è acqua passata e le aspettative crescono: il girone d'andata è agli sgoccioli e con un passo del genere, sognare l'Europa League è più che lecito. 


3. Altra sorpresa, delle ultime giornate, è l'Heerenveen che ha risalito lentamente la china e si è posizionata dietro al Willem II con 27 punti in classifica. I frisoni approfittano del passo falso di Feyenoord ed Heracles e scavalcano rivali molto più attrezzati per la corsa al terzo posto. Ovviamente, i biancoblu, hanno nel mirino l'accesso ai playoff di Europa League, ma l'inizio di stagione non era stato confortante: il cambiamento di rotta sta portando ad un girone d'andata abbastanza positivo, ma servirà una spinta maggiore nella seconda parte del torneo per poter blindare la partecipazione al mini torneo finale per l'ultimo pass europeo. La vittoria contro il modesto Waalwijk aumenta la fiducia in una rosa che sta iniziando a regalare un ottimo calcio: il mattatore resta Odgaard, a segno da 3 match consecutivi e autore di 7 realizzazioni in 16 gare. Nelle ultime 8 partite di Eredivisie una sola sconfitta e 2 pareggi per testimoniare l'ottimo rendimento di un club che non merita di essere sottovalutato e che potrà strappare punti importanti anche alle big. 


I 3 FLOP

1. Apriamo subito i flop con l'Ajax, alla prima sconfitta in campionato dopo 15 risultati utili consecutivi formati da 13 successi e due pareggi. Gli uomini di Ten Hag crollano nuovamente alla Johan Cruijff Arena contro il Willem II, autore di una grande gara soprattutto sotto il piano del ritmo e del gioco. Gli ajacidi, senza Promes e Neres, perdono velocità e fantasia, con un attacco sterile e poco preciso nonostante i 17 tiri in porta che non hanno centrato i 7 metri delimitati dai pali. Un ko inaspettato che accorcia la classifica permettendo all'AZ di rosicchiare 3 punti e al Psv di diminutire il gap dalla vetta. L'ultima sconfitta in Eredvisie, per l'Ajax, risale allo scorso torneo, precisamente all'AFAS Stadion per 1-0 contro i ragazzi allenati da Van den Brom (17 marzo 2018): da quel momento in poi 24 risultati utili consecutivi che avevano reso invincibile l'armata di Ten Hag. La delicata partita di Champions ha distratto i campioni d'Olanda che, adesso, devono guardarsi le spalle in vista dello scontro diretto contro la rosa di Slot proprio all'AFAS Stadion.


2. Altra sconfitta fuori casa per il Sittard che continua a sottolineare i grandi problemi fuori dal proprio stadio: al Philips Stadion giunge il 7° ko in campionato, con un andamento che ha relegato, il Fortuna, all'ultimo posto nella classifica delle prestazioni in trasferta: un solo punto racimolato fin ora e nessun successo per i gialloverdi che stanno costruendo la loro salvezza solo in casa. Al Wagner & Partners Stadion l'andamento è positivo con 4 vittorie consecutive ed un pari nelle ultime 5 partite, ma lontano dalla propria città la rosa fa fatica con 5 gol all'attivo e 30 al passivo, con una difesa che non regala tranquillità alla società e all'allenatore. In vista del giro di boa, il Fortuna Sittard è chiamato ad invertire questo trend negativo per poter conquistare la permanenza in Eredivisie con tranquillità senza lottare fino all'ultimo match per non retrocedere in Eerste Divisie.


3. Stesso discorso del Fortuna Sittard vale per l'Emmen, ancora a secco di successi in trasferta: la compagine biancorossa ha lo stesso passo dei colleghi gialloverdi e ha totalizzato solo un punto in 8 gare lontane dal loro stadio. In casa, l'andamento è diverso con 5 risultati utili consecutivi formati da 2 pareggi e 3 vittorie. L'attacco è sterile con solo 4 realizzazioni in 8 partite mentre la difesa fa acqua da tutte le parti con 22 marcature incassate. Numeri disastrosi che restano migliori di Waalwijk e Ado den Haag ma il girone di ritorno dovrà essere affrontato con tutt'altro piglio. 



Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top