I 3 top e i 3 flop della diciassettesima giornata di Eredivisie

Si chiude il girone d'andata e le sorprese non sono mancate in Eredivisie: l'AZ aggancia l'Ajax in testa, vincendo lo scontro diretto all'AFAS Stadion. Il Feyenoord strappazza il Psv al De Kuip con Van Bommel che saluta Eindhoven a favore di Faber. Il Willem II consolida il terzo posto e sogna l'Europa. Nella bassa classifica Fortuna Sittard, PEC Zwolle ed Emmen provano ad allontanare la zona retrocessione.

I 3 TOP

1. Come la scorsa settimana è impossibile non partire con l'AZ Alkmaar che riesce nell'impresa e blocca nuovamente gli ajacidi all'AFAS Stadion. L'Ajax si fa raggiungere dalla seconda in classifica: Slot sta compiendo un vero e proprio miracolo con la sua formazione che sta continuando a stupire su ogni fronte. Altro clean sheet che porta a quota 22 il portiere Bizot nella classifica dei portieri meno perforati in un anno solare in csmpionato (lo score è a 31 contando tutte le competizioni). Solo 8 centri al passivo per una difesa solida che da 7 partite non subisce gol. L'attacco mantiene il ruolo di secondo, dietro solo alla rosa di Ten Hag: l'autore della marcatura, che ha portato al successo i biancorossi, è il solito Boadu che vola in testa alla classifica cannonieri con 11 centri in 17 gare. Insieme a lui troviamo anche Berghuis, Malen e Dessers: il diciottenne si gode il momento e ha nel mirino l'ultimo match della stagione, prima della meritata sosta per la pausa invernale. 


2. Subito dopo l'AZ, impossibile non parlare del Feyenoord, rinato sotto la guida di Advocaat e colpevole di aver portato Van Bommel all'esonero. I Rotterdammers vincono per 3-1 al De Kuip e compromettono ulteriormente il modesto campionato dei Boeren, ora quarti e scavalcati anche dal Willem II. Sesto risultato utile consecutivo per il tecnico che ha preso il posto di Stam e 3° posto alla portata per centrare l'obiettivo minimo della stagione. A far scoppiare di gioia i tifosi è Berghuis, autore di una tripletta (due realizzazioni da calcio di rigore): come il collega Boadu, anche lui raggiunge quota 11 agganciando Malen e Dessers. L'attaccante è rinato dopo la partenza di Stam e sta trascinando il Feyenoord verso il terzo posto che garantirebbe l'Europa League. 


3. Prova a rialzarsi l'Utrecht di Van den Brom che aveva perso contatto dal terzo posto dopo un avvio molto promettente di stagione. I biancorossi battono l'Heracles al Polman Stadion e inanellalo la seconda vittoria consecutiva che cancella i 3 ko di fila che stavano portando il club in una profonda crisi. Il passo è ancora incerto con alti e bassi che stanno minando la ricorsa al gradino più basso del podio: il Willem II è l'outsider mentre Psv e Feyenoord cercheranno in tutti i modi di raddrizzare il loro campionato con il pass per accedere all'Europa League. Il passo è stato completamente ribaltato: nelle 3 sconfitte nessuna rete realizzata e ben 8 incassate, mentre con i due successi l'attacco si è risvegliato con 4 marcature e la difesa ha trovato più solidità con un solo gol al passivo. La società sta trovando equilibrio e Van den Brom sta iniziando a farsi apprezzare per il suo calcio: il girone di ritorno dovrà essere intrapreso con più decisione per poter conquistare il pass per i campi internazionali. 


I 3 FLOP 

1. Una settimana nerissima per Ten Hag che vede compromesso tutto quello che di buono era stato fatto nei mesi precedenti. L'Ajax ha un blackout con 3 sconfitte in 7 giorni che portano alla riapertura dell'Eredivisie e all'eliminazione dalla Champions League. Un vero incubo per Amsterdam che dopo il crollo con il Willem II, replica la performance contro l'AZ dilapidando il vantaggio di 6 lunghezze proprio sul club di Alkmaar. Ad una giornata dalla sosta natalizia, Ten Hag e Slot si trovano in testa a pari punti, con gli ajacidi che possono vantare una migliore differenza reti. La mancanza di Promes e Neres ha completamente smontato l'attacco che non è in grado di sopperire alla mancanza dei due ragazzi: Lang è promettente, ma troppo giovane ed acerbo per i grandi palcoscenici. La morale è semplice: il miglior attacco dell'Eredivisie, con 52 centri in 17 partite, non va a segno da 3 gare (contando anche l'impregno contro il Valencia). La difesa incassa qualche gol di troppo con distrazioni dovute all'assenza di Blind. Tanti uomini in infermieria e tante seconde linee poco mature: l'Ajax deve ritrovare la luce che si è improvvisamente spenta dopo un anno di magie. 


2. L'altro grande flop è sicuramente il Psv che incassa un altro ko dopo aver inanellato due successi e un pareggio in campionato: Van Bommel viene travolto dal Feyenoord con l'aggravante dell'infortunio di Malen che resterà nuovamente fermo. Il tecnico, dopo il match contro i Rotterdammers, è stato esonerato dalla società dopo aver agguantato solo 2 vittorie in 12 partite (contando tutte le competizioni disputate). Al suo posto giunge Faber, ex Groningen, che proverà a risollevare le sorti della squadra: il terzo posto è stato perso con il Willem II che ha scavalcato i Boeren in classifica. La stagione è compromessa con un attacco incapace di essere realmente pericoloso e una difesa che fa acqua da tutte le parti con continue amnesie ed errori da concentrazione. Serviva novità, serviva un cambiamento e a pagare è un allenatore che, purtroppo, è riuscito a sciupare ogni occasione possibile per strappare un trofeo in un anno e mezzo di lavoro. 


3. Si è un po' inceppata la macchina di Buijs che ha rallentato drasticamente nelle ultime 3 gare, dal rientro dalla sosta per le nazionali di novembre. Il Groningen, dopo aver inanellato 7 risultati utili consecutivi (compresa gara della KNVB Beker), ha totalizzato solo un punto negli ultimi 270 minuti, vanificando l'ottima salita verso la zona dei playoff per l'Europa League. I biancoverdi vengono bloccati da un ostico Ado den Haag che sta lottando con tutte le proprie forze per non retrocedere, anche se, al momento, occupa la penultima posizione in classifica. La formazione continua a giocare bene, ma è meno lucida sotto porta dove è mancata la vena realizzativa del reparto: il reparto difensivo sta reggendo bene e sta facendo gli straordinari per mantenere in partita la squadra. Serve un acuto, un successo prima della sosta natalizia di un mese.


Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top