Eredivisie: 22° giornata

Venerdi 5 febbraio

Willem II 1–2 NAC

Sabato 6 febbraio

PSV 2–0 ADO Den Haag
Heerenveen 2–0 Utrecht
Roda 2–1 Sparta
Heracles 4–3 Groningen

Domenica 7 febbraio

Feyenoord 1–2 AZ
RKC 0–1 NEC
VVV 2–0 Vitesse
Ajax 3–0 Twente

L'apertura va riservata, senza dubbio, al match di domenica tra Ajax e Twente. Atmosfera da brividi all'ArenA di Amsterdam, piena fino all'orlo per spingere i ragazzi di Jol nella rincorsa al titolo. A mettere i brividi ai sostenitori ajacidi, però, nei primi minuti di gioco, sono Blaise N'kufo e l'ex Kenneth Perez, che nel momento decisivo dell'azione si dimostrano incapaci di finalizzarla. Così, scampato il pericolo, l'Ajax comincia a tessere la tela che porterà al gol. E' il ventesimo minuto quando, dopo una prolungata azione, De Zeeuw raccoglie un pallone fuori area e lo scaglia nell'angolo basso più lontano con un preciso diagonale. Il vantaggio rincuora i biancorossi, che nel finale raddoppiano con Pantelic -versione Pippo Inzaghi- dopo una bella conclusione di Suarez stampatasi sul palo. Il terzo goal, arrivato a metà del secondo tempo, è firmato dal danese Rommedhal.
L'Ajax, così, accorcia le distanze dal Twente, ma non guadagna punti sul PSV, totalmente padrone del campo contro un ADO che deve solo ringraziare Zwinkels se il tabellino, al 90', segna solo le reti di Rodriguez e Toivonen. La distanza in classifica tra le due squadre (40 punti!) in questo caso può dirsi meritata.

La sfida tra Ajax e Twente di domenica ruba spazio all'altro big match di giornata. La partita giocatasi al De Kuip, tra Feyenoord ed AZ, sembra essere, almeno inizialmente, la classica partita bruttina utile a testimoniare il periodo non proprio roseo delle due squadre. In realtà il gioco è frizzante e succede tutto grazie agli ospiti: in vantaggio grazie ad El Hamadaoui, la squadra di Alkmaar si fa raggiungere con uno sciagurato retropassaggio dello svedese Wernbloom, cui vanno i complimenti per la precisione chirurgica nel realizzare l'autogol. Mario Been, allora, prova a cavalcare l'onda del colpo di fortuna e spinge i suoi uomini alla ricerca del vantaggio, che però viene soltanto sfiorato con Bahia e Tomasson. Nei minuti finali, quando a quel punto sembrava certo il pareggio, l'AZ si conferma squadra poco incline al pareggio. Hector Moreno, infatti, sigla la rete del definitivo 1-2 per la gioia di Advocaat.
Menzione speciale per la partita più divertente della giornata. Ad Almelo si sfidano un Heracles in crisi di risultati nonostante la stagione straordinaria ed il Groningen, finalmente uscito dal tunnel di risultati negativi che caratterizzava la prima parte della stagione. Inizio a tutta birra per gli ospiti, che raggiungono lo 0-2 grazie alla doppietta del danese Enevoldsen e triplicano, dopo che Dost ha accorciato le distanze, con l'altro danese Morten Nordstrand. L'errore dal dischetto di Overtoom sembra condannare ancor di più l'Heracles alla sconfitta, ma la doppia espulsione in pochi minuti di Sankoh e Bacuna mette in ginocchio il Groningen. Ancora Dost, seguito da Overtoom e, nel finale, da Maertens, capovolgono il risultato, fissatosi così, sul 4-3.
Vincono in trasferta il NEC, 0-1 contro lo spacciato RKC, ed il NAC, impostosi a Tilburg per 2-1 sul Willem II. Vittorie casalinghe del VVV (2-0 al Vitesse), del Roda (che si impone per 2-1 sullo Sparta) e dell'Heerenveen. Da sottolineare, soprattutto, la vittoria dei frisoni contro l'Utrecht, firmata ancora da Gerald Sibon (doppietta), che rialzano così la testa dopo le recenti cattive prestazioni.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top