Van Bommel si ritira dopo 21 anni di calcio giocato: il 19 luglio la sua partita d'addio nella sua grande "famiglia"

Van Bommel saluta il suo pubblico
Era il 15 maggio 1993 quando il 16enne Mark Van Bommel esordì nel calcio professionistico con la maglia del Fortuna Sittard; da allora ha collezionato trofei su trofei, ben 22, in 4 nazioni diverse, tra i quali la Serie A, la Liga spagnola, 2 edizioni della Bundesliga tedesca e 4 Eredivisie. Nel suo palmares figurano anche il secondo posto nei Mondiali di Sudafrica 2010 (finale persa contro la Spagna) e una Champions League vinta con il Barcellona, nel 2006, battendo in finale l'Arsenal 2-1 in una indimenticabile notte parigina.
Van Bommel passò nel 1999 al PSV Eindhoven, prima di vestire le casacche di Barcellona, Bayern Monaco e Milan. Dopo 21 anni di gloriosa attività, il centrocampista decide di ritirarsi, disputando l'ultima partita ufficiale il 12 maggio 2013, tra l'altro venendo espulso per doppia ammonizione dall'arbitro Danny Makkelie nel match perso dal suo PSV in casa del Twente.


Ma il suo legame con i tifosi è sempre stato speciale: ne sono la prova le lacrime versate al suo addio al Milan, esattamente un anno prima del suo ritiro. "Qui tutti mi hanno detto che questa società è come una famiglia, ed è così" furono le sue parole dopo l'annuncio del suo ritorno in Olanda. E così, dopo l'addio al calcio professionistico, Van Bommel ha deciso di organizzare la sua vera partita d'addio, nella sua grande "famiglia".


Venerdì 19 luglio, con fischio d'inizio alle 20, il Philips Stadion, teatro di gloriose vittorie, ospiterà questo match tutto particolare: il PSV Eindhoven, allenato dal Phillip Cocu, sfiderà il "Team Bommel", sulla cui panchina siederà Bert van Marwijk, genero di Mark, avendo l'ex capitano del PSV sposato la figlia dell'ex allenatore degli Oranje. Nel Team Bommel c'è da scommettere che saranno presenti molti degli ex compagni di Mark, sia quelli del Milan che quelli degli anni passati tra Monaco di Baviera e Barcellona. Già confermata la presenza di Bouma, Bruggink, John de Jong, Vogel, Gomes, Watereus, Nilis e Kezman, suoi vecchi compagni al PSV, oltre che quella di Gio Van Bronckhorst, Makaay e Stam, che con Van Bommel hanno condiviso tante avventure con la maglia della nazionale. In attesa dell'ok dei rispettivi club, invece, ci sono star internazionali come Robben, Zlatan Ibrahimovic, Schweinsteiger, Muller, Thiago Silva, Alex e Ribery, la cui presenza è ancora in dubbio.


Ad ogni modo, per il grande pubblico di Eindhoven sarà l'occasione giusta e decisamente meritata per onorare Van Bommel, che potrebbe tornare anche da allenatore: data l'importanza dell'evento e i prezzo accessibili per tutti (dai 10 ai 25€, i biglietti sono già in vendita alle biglietterie e online), ci si aspetta senza dubbio un Philips Stadion gremito, come tra l'altro è sempre accaduto quest'anno.

Autore: Federico Papi

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top