Coppa d'Olanda - Espulsioni e polemiche, in Heracles-Vitesse succede di tutto!

Uno splendido goal, un rigore sbagliato a pochi minuti dalla fine, una rissa che coinvolge quasi tutti gli uomini in campo, tre espulsioni per la squadra ospite ed il goal del pareggio al quarto minuto di recupero.
La sfida di Coppa d'Olanda tra Heracles e Vitesse ha regalato più emozioni di un giro sulle montagne russe e se a cantare vittoria sono i sorprendenti bianconeri di Almelo, le polemiche per l'arbitraggio di Makkelie, in casa Vitesse, si protrarranno a lungo.

In casa di una delle squadre più in forma del campionato (l'Heracles è secondo ed ha appena battuto il PSV Eindhoven), i ragazzi di Peter Bosz giocano inizialmente una buona partita, portandosi in vantaggio con una perla balistica di Olyinyk dopo un quarto d'ora.
Nonostante si tratti del secondo turno di Coppa, gli animi in campo sono sorprendentemente caldi ed il direttore di gara fatica a tenere in mano la partita.
Pochi minuti prima dell'intervallo si scatena il parapiglia a centrocampo, con Leerdam e Bel Hassani protagonisti, nel senso negativo del termine, mentre se le suonano di santa ragione. Calmati gli animi, Makkelie rifila un giallo ad entrambi (oltre che a Weghorst), mandando tutti a raffreddare gli animi negli spogliatoi.




Nella ripresa, dopo aver sussultato per aver fallito una palla goal multipla, Bosz si vede espellere sotto gli occhi Ibarra, che ferma il lanciatissimo Tannane e guadagna anticipatamente l'ingresso negli spogliatoi per la somma di ammonizioni. L'allenatore del Vitesse va su tutte le furie e non le manda a dire a Makkelie, che lo invita più volte a calmarsi, ma sarà tutto inutile, perchè di lì a poco i gialloneri perderanno anche Nakamba e lo stesso Bosz, che espulso dall'arbitro, si è inizialmente rifiutato di abbandonare il campo da gioco, costringendo il direttore di gara a sospendere la partita.
"Non ho mai visto nulla del genere in Olanda", ha dichiarato l'allenatore del Vitesse, che rincara le proprie accuse alla terna arbitrale dichiarando che anche Garcia Garcia, che gioca con la squadra avversaria, gli avrebbe confessato di "aver visto cose del genere solo nel campionato cipriota".
Sei minuti dopo la ripresa del gioco, il Vitesse perde anche Kashia, reo di aver toccato un pallone con il braccio in area di rigore, quando mancano solo tre minuti al termine della gara. Sul dischetto si presenta Tannane, che manda clamorosamente a lato per la disperazione di compagni di squadra e pubblico, ormai fomentatissimo dalla possibilità di pareggiare, avendo l'Heracles tre uomini in più.



La rete che regala il pareggio ai bianconeri di Stegeman (e che di fatto chiude la partita) la segna, al 94', il subentrato Gosens, che tutto solo in area di rigore ha il tempo di battere Velthuizen.
"Ho l'impressione che se non avessero segnato, ora staremmo ancora giocando", ha scherzato amaro Bosz nel dopo partita. La sua squadra, come auspicabile, è crollata nei tempi supplementari, non potendo reggere lo svantaggio numerico con gli avversari. I goal di Tannane (ancora su rigore), Gladon e Wieghorst mandano l'Heracles al prossimo turno di Coppa d'Olanda, ma con quante polemiche!

Vuoi vedere gli highlights della partita tra Heracles e Vitesse? Clicca qui!

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top