Eredivisie - Il PSV domina al De Grolsch Veste ma batte il Twente solo nel finale



Dopo l’ennesima brutta figura nelle coppe europee, per il PSV Eindhoven è tempo di rituffarsi sul campionato, dove i Boeren devono recuperare alcune lunghezze alla coppia di testa formata da Ajax e Feyenoord. Buona partita della squadra di Cocu a Enschede, in casa del Twente, dominato in lungo e in largo (66% di possesso palla, 17 tiri totali, di cui 5 in porta e 3 parati dal portiere), ma sconfitto solo nel finale di gara, con il punteggio di 3-1, grazie a due reti di Locadia e Pereiro, con De Jong sempre presente nel vivo del gioco del PSV, che ha segnato ben 14 goal di testa da quando è approdato a Eindhoven, almeno due in più di qualunque altro giocatore dell’Eredivisie. 

Rispetto al deludente pareggio casalingo nel finale contro l’Excelsior della settimana scorsa, Cocu ripropone Maher a centrocampo e recupera De Jong dal primo minuto nel centro dell’attacco, a cui affianca Narsingh e Locadia come ali. Il tecnico dei Tukkers Hake conferma quasi in toto la formazione che aveva battuto il NEC domenica scorsa, cambiando però, oltre al terzino sinistro, anche i due partners del confermato Oosterwijk, che diventano il ghanese Agyepong e il tedesco Holscher: da sottolineare l’età media della squadra in campo dal primo minuto (21 anni e 123 giorni), ovvero la più giovane di sempre per il Twente.  

Davanti agli occhi del C.T. della Nazionale olandese Blind seduto in tribuna, le due squadre chiedono due calci di rigore nei primi minuti, prima per un presunto fallo di Moreno e Guardado su Oosterwijk e poi per una presunta spinta di Bijen su Narsingh, ma in entrambi l’arbitro Blom fa proseguire. Alla mezz’ora Drommel è costretto alla grande uscita bassa per scongiurare il vantaggio del PSV, respingendo la conclusione ravvicinata di Locadia, servito dall’ottimo De Jong, autore di un gran lavoro per servire i compagni nel migliore dei modi. Nel finale di tempo una leggerezza di Guardado consegna palla a Oosterwijk, che però prova il tiro da lontano e spara alto sulla traversa di Zoet. 

Un tocco di braccio di Moreno in scivolata scatena le proteste dei padroni di casa che invoca il penalty, mentre al 52’ è il PSV a trovare la via del goal, con Luuk de Jong che devia di testa nell’angolino basso un traversone perfetto di Maher. Sei minuti più tardi un pasticcio difensivo dei Boeren riporta la sfida del De Grolsch Veste in parità: il solito Hakim Ziyech recupera palla da una rimessa laterale del PSV e si invola verso la porta ospite, con la sua prima conclusione che viene respinta nel peggiore dei modi da Zoet, proprio sui piedi dell’attaccante del Twente, che sigla l’1-1. I padroni di casa prendono fiducia e sfiorano il clamoroso 2-1 con Cabral che impegna Zoet dalla distanza. Al 84’ Jurgen Locadia risolve la partita, spingendo in rete con un bel colpo di testa un assist di Guardado, mentre due giri di lancette più tardi Gaston Pereiro, subentrato poco prima a Narsingh, raccoglie un traversone dell’ispirato Locadia, lo stoppa e batte Drommel con un sinistro chirurgico da pochi metri. La rete del 3-1 dell’uruguaiano mette ormai il risultato finale in cassaforte, ma il portiere del PSV Zoet sbaglia completamente un rinvio da retropassaggio e svirgola pericolosamente il pallone a fil di palo.

Ecco gli highlights della partita:




(Fonte foto: http://nos.nl)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top