I calciatori olandesi che hanno giocato in Italia



Il campionato italiano di calcio è sempre stato uno dei migliori sia a livello europeo che mondiale, ed è per questo che nel corso degli anni ha attratto moltissimi calciatori stranieri. Uno dei gruppi più numerosi è senza dubbio quello dei calciatori olandesi, alcuni dei quali hanno fatto la storia del nostro campionato.
In questa stagione sono 14 i calciatori olandesi che calcano i campi della serie A, suddivisi in varie squadre. I più conosciuti sono il difensore juventino De Ligt, l’interista De Vrij ed il centrocampista atalantino De Roon, oltre ad un figlio d’arte Justin Kluivert, che dallo scorso anno milita nella Roma.
Ma soprattutto nel passato i calciatori olandesi sono stati dei grandissimi protagonisti nelle formazioni di casa nostra. Ovviamente saltano alla mente di tutti gli appassionati di calcio giocatori come Van Basten, Gullit e Rijkard, il famoso trio milanista che ha fatto la storia del Milan di Berlusconi. Ma sono stati veramente importanti per il campionato italiano anche gli interisti Bergkamp e Snejder, ed il napoletano Ruud Krol. La lista è lunghissima, ed include portieri, difensori, centrocampisti ed attaccanti.
Ecco qua di seguito un elenco di alcuni dei più grandi giocatori olandesi che nel corso degli anni hanno segnato la storia del calcio italiano.

Marco Van Basten

Il centravanti della nazionale olandese ha giocato in Italia con la maglia del Milan ed è considerato uno dei più grandi attaccanti della storia del calcio mondiale. No a caso Van Basten ha ricevuto per ben tre volte il Pallone d’oro. Con la maglia rossonera l’attaccante olandese ha mostrato fin dalle prime gare il suo grande talento, ed è arrivato a conquistare numerosi trofei nazionali ed internazionali nel corso della sua carriera italiana.
Purtroppo Van Basten ha dovuto lasciare il calcio giocato troppo presto, a soli 30 anni, per i numerosi infortuni che lo hanno colpito. Di lui, oltre alle reti che segnate con la maglia degli “orange”, anche nell’europeo del 1988, restano importanti quelle che hanno contribuito alle vittorie dello Scudetto, della Coppa Campioni e della Coppa Intercontinentale per il Milan.
Van Basten per la sua eleganza sul terreno di gioco è stato soprannominato “Il cigno di Utrecht”.

Frank Rijkaard

Anche Rijkard in Italia ha giocato solo con la maglia rossonera. Centrocampista di grande qualità, è stato tra i giocatori più duttili della storia del calcio, ed infatti venne acquistato dai rossoneri come difensore, prima di essere trasformato da Sacchi in un centrocampista. Rijkard è sempre stato un giocatore non solo grintoso, ma anche di buone qualità, con un buon fiuto del goal, come dimostrò anche in occasione della finale della Coppa dei Campioni del 1990, competizione che il Milan vinse contro il Benfica al Prater di Vienna proprio grazie ad una rete di Rijkard su assist del connazionale Van Basten.

Ruud Gullit

Il “tulipano nero”, così era soprannominato Ruud Gullit, è stato uno dei più grandi talenti del calcio olandese. Ruud arrivò in Italia nel 1987 dal PSV per vestire la maglia rossonera, ma successivamente ha giocato, in due diversi momenti della sua carriera, anche nella Sampdoria.
Nel suo primo campionato da milanista Gullit ha strabiliato tifosi e avversari grazie alle sue doti tecniche, accoppiate ad una grande potenza fisica e ad una eccezionale velocità, che poi lo avrebbero portato a realizzare 62 reti nelle sue 178 presenze totali nel campionato italiano. Grazie anche alle sue caratteristiche treccine è stato uno dei più grandi idoli delle tifose.

Clarence Seedorf

Centrocampista di ruolo, Seedorf è un calciatore originario del Suriname, che approdò in Italia nel 1995, anno in cui la Sampdoria lo acquistò dall’Ajax. Dopo un’ottima stagione con 3 gol in 32 partite, Seedorf si trasferì a Madrid per giocare nel Real vincendo con i “Blancos” sia la Liga che la Coppa dei Campioni, la prima della sua prolifica carriera.
Clarence fece il suo ritorno in Italia nel 1999, nelle file dell’Inter, dove resta fino al 2002. Ma il momento più importante della sua carriera è quello che lo vede protagonista con la maglia del Milan, dove gioca per 10 anni dal 2002 al 2012, conquistando ogni tipo di trofeo nazionale ed internazionale
Seedorf conclude la sua carriera italiana con 396 presenze ed un totale di 58 reti.

Edgar Davids

Come tanti altri calciatori olandesi, anche Edgar Davids è arrivato in Italia grazie al Milan, che nel 1996 lo acquistò dall’Ajax. Dopo un solo anno in rossonero Davids passò alla Juventus, ed è proprio con i bianconeri che ha vissuto le sue migliori stagioni in Italia, tra le quali la stagione 1997/1998, culminata con la vittoria dello scudetto. Dopo una piccola parentesi al Barcellona, Davids tornò a Milano ma sulla sponda interista, con la cui maglia ha chiuso l’esperienza italiana. 
Edgar Davids è stato un centrocampista di grande valore, con grandissime doti tecniche a cui abbinava una grande capacità di corsa. 

Jaap Stam

Uno dei grandi difensori della scuola olandese, Jaap Stam arrivò in Italia nel 2001 dopo aver giocato in Inghilterra con il Manchester United, squadra con il quale vinse anche una Coppa Campioni. Stam arrivò in Italia per vestire la maglia della Lazio, con la quale giocò per tre stagioni, e successivamente si trasferì in rossonero. Con il Milan fu grande protagonista, partecipando anche alla sfortunata finale per il titolo di campione d’Europa di Istanbul, non riuscendo così a centrare il bis personale nella manifestazione.
Nel campionato italiano Stam giocò un totale di 112 gare segnando anche 4 gol.

Dennis Bergkamp

Uno dei più grandi colpi messi a segno negli anni ‘90 dalle squadre italiane è stato sicuramente Dennis Bergkamp, che nel 1993 diventò un giocatore dell’Inter. Il centrocampista olandese purtroppo ebbe un rendimento non all’altezza della sua fama nelle due stagioni con la maglia nerazzurra, anche se fu uno dei protagonisti del successo interista in Coppa Uefa.
La mancata continuità del talentuoso olandese portò alla cessione all’Arsenal, con il quale fece vedere ottime cose, riuscendo anche a diventare uno dei punti fissi della nazionale olandese.

Aron Winter

Tra i grandi protagonisti del calcio italiano degli anni ‘90 c’è sicuramente anche Aron Winter. Il centrocampista olandese arrivò in Italia acquistato dalla Lazio nel 1992, che lo prelevò dall’Ajax, la migliore squadra del suo paese, nella quale era cresciuto. 
Winter si mise in evidenza per le sue grandi doti realizzative e per la sua capacità di disegnare delle fantastiche geometrie in mezzo al campo. Dopo aver giocato con la formazione romana, Winter proseguì la sua carriera italiana, fatta di un totale di 199 presenze, con la maglia dell’Inter. Anche con la maglia nerazzurra il giocatore olandese si tolse la soddisfazione di alzare al cielo la Coppa Uefa nella finale che l’Inter giocò e vinse nettamente a Parigi proprio contro gli olandesi dell’Ajax.

Ruud Krol

Uno dei primi calciatori olandesi a giocare in Italia è stato Ruud Krol, che per cinque stagioni è stato uno dei pilastri della difesa del Napoli. La sua carriera si svolse in gran parte nell’Ajax, squadra con la quale vinse per 3 volte la Coppa Campioni, poi nel 1980 il passaggio nelle file partenopee quando aveva già superato i 30 anni. Classico libero, portò in dote grande esperienza e fisicità nonostante l’età, oltre a dispensare ottimi consigli ai colleghi di reparto più giovani.
Krol è stato anche uno dei pilastri della nazionale del suo paese, con la quale conquistò due secondi posti nei mondiali, affiancato a giocatori come Cruijff e Neeskens.
Ruud Krol in totale ha fatto registrare 107 presenze nel campionato italiano, nel corso delle quali ha messo a segno anche un gol. 

Wesley Sneijder

Dopo essere cresciuto nelle file dell’Ajax ed avere giocato anche nel Real Madrid, Wesley Sneijder ha fatto la fortuna dell’Inter, che lo portò in Italia nel 2009.
Grandissimo trequartista, dotato di un gran tiro soprattutto sui calci piazzati, con la maglia nerazzurra Sneijder ha messo in mostra tutte le sue capacità sotto la guida di Mourinho, conquistando il triplete e sfiorando anche il Pallone d’Oro. Successivamente gli infortuni, che lo fermarono anche all’inizio della sua carriera, lo hanno tormentato, portandolo al ritiro dall'attività agonistica all'età di 35 anni.

Gli altri campioni che hanno giocato in Italia

L’Italia ha visto passare molti altri calciatori olandesi di fama mondiale. Facciamo un’ultima carrellata partendo dai portieri per arrivare fino agli attaccanti.
Edwin van der Sar è stato il primo portiere straniero della storia del club bianconero, con il quale ha giocato dal 1999 al 2001, non lasciando però un bel ricordo. Il portiere olandese però è considerato uno dei portieri più forti della storia del calcio mondiale ed ha dato il meglio di sé con la maglia del Manchester United.
I tifosi dell’Inter si ricorderanno sicuramente di Andy Van der Meyde, un ottimo centrocampista che ha vestito la maglia nerazzurra dal 2003 per due stagioni, vincendo anche una una Coppa Italia.
Uno dei più grandi talenti olandesi è stato anche Patrick Kluivert, che ha giocato in Italia un solo anno nelle fila del Milan. Purtroppo l’attaccante olandese non si è ambientato nel campionato italiano, ma ha fatto comunque una grande carriera, soprattutto con la maglia del Barcellona.
Chiudiamo con Brian Roy, un giocatore favoloso che dal 1992 per due stagioni ha vestito la maglia del Foggia, realizzando 15 gol in 50 partite. Nel 1987 Roy venne premiato come Migliore talento del calcio olandese e sembrava destinato ad una carriera nell’olimpo del calcio, ma dopo la parentesi italiana si è perso e non è più riuscito a mettere in mostra il suo talento.

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top