Un Olanda minimal affonda gli indonesiani. De Jong & Robben espugnano Jakarta

Il man of the match di quest'oggi, Siem De Jong
L'Olanda di Louis Van Gaal affronta la modesta Indonesia, nella prima delle due amichevoli che la selezione Oranje giocherà nel corso di questo mini-tour asiatico. I tulipani scendono in campo con Cillessen in porta, Janmaat, Vlaar, Pieters e Nelom in difesa, Toornstra, De Guzman e Wesley Sneijder a centrocampo e Lens, Van Persie, Schaken in attacco. Sono tre i debuttanti assoluti in nazionale: l'estremo difensore Cillessen, novantottesimo calciatore di proprietà dell'Ajax ad esordire con la nazionale olandese, oltre a Nelom e Toornstra.

Caldo e afa caratterizzano il clima a Jakarta, dove
 i tulipani provano subito a fare la partita. Passa appena un minuto e Sneijder si vede annullare un gol per fuorigioco, correttamente segnalato dall'assistente arbitrale. La prima frazione di gioco è pesantemente condizionata dal clima ed il risultato è un progressivo calare del ritmo, con l'Olanda che comunque ci prova in maniera ripetuta con Van Persie, ma il centravanti dello United non punge adeguatamente l'estremo difensore indonesiano, autore di un ottima prestazione.
La selezione casalinga non impensierisce più di tanto la formazione di Van Gaal, dimostrando evidenti limiti tecnici, ma grande agonismo ed abnegazione. Nonostante la compattezza degli indonesiani, l'Olanda da l'idea di affondare come il proverbiale coltello nel burro quando cambia passo, ma fatto sta che si va al riposo sullo 0 - 0 nella gioia più totale dei tifosi casalinghi. Da segnalare un brutto pestone rimediato da Lens, che al 10' lascia il campo per l'uomo della finale di Wembley: Arjen Robben. Fra i più positivi del match vi sono Janmaat, De Guzman e Schaken, mentre molto in ombra è rimasto Sneijder, apparso stremato dal grande caldo.


Al rientro dagli spogliatoi, Van Gaal opera quattro cambi, inserendo Siem de Jong, Van Wolfswinkel, Heitinga e Vermeer in luogo di Sneijder, Van Persie, Pieters e Cillessen.
Partita speciale per Heitinga, visto che suo padre e suo nonno sono nati proprio nel paese del sud-est asiatico.
Dopo un avvio stentato delle due squadre, l'Olanda si porta in vantaggio al 57': Schaken pesca de Jong, che di testa infila facilmente la rete dell' 1 a 0 per l'Olanda. Lo stesso capitano dell'Ajax si ripete 10 minuti più tardi, sempre con un colpo di testa, aggiudicandosi di diritto il titolo di man of the match.
La formazione di Van Gaal, che nel frattempo aveva inserito anche Tiendalli al posto di Janmaat, chiude la pratica al 90' con Robben, che sguscia sulla sinistra, vince un rimpallo e da posizione favorevole scaglia imparabilmente la palla in rete. Al di là del risultato finale, la partita ha riservato pochi spunti di riflessione: i debuttanti si sono comportati egregiamente  e nonostante non ci sia stata la pioggia di gol prevista, gli Oranje si sono imposti facilmente e senza troppi affanni.


Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top