I talenti del calcio olandese: Yassine Ayoub, centrocampista dell'Utrecht


Yassine Ayoub nasce ad Al Hoceima, in Marocco, il 6 marzo 1994, ma si trasferisce prestissimo, insieme alla famiglia, in Olanda, ad Amsterdam, dove inizia a dare i primi calci al pallone sin da piccolo all'ASV De Dijk, club amatoriale che ha dato i natali calcistici a gente come Ruud Krol, Edgar Davids e Patrick Kluivert.
A differenza dei tre campioni sopracitati, il giovane Yassine, però, non riesce ad esplodere nell'Ajax. La sua avventura con i Lancieri di Amsterdam si interrompe prestissimo: arrivato a 14 anni nella selezione C1 dei biancorossi, non avvertendo la fiducia dell'ambiente, preferisce prendere un altra strada e così, a 16 anni, decide di lasciare l'Ajax per trasferirsi all'Utrecht.
Questo centrocampista centrale, bravissimo in entrambe le fasi, esplode letteralmente con la selezione A1 dell'Utrecht, riuscendo a guadagnare in breve tempo la promozione in prima squadra. L'anno scorso arrivano le prime (tante) panchine e, finalmente l'esordio in Eredivisie, a gennaio, nella vittoria per 3 a 1 contro il Willem II. Per lui scampoli di gara anche contro il NAC Breda ed il Twente, minutaggio utile per far capire all'allenatore, Jan Wouter, che su di lui si può scommettere.

All'inizio della nuova stagione, ovviamente, Ayoub viene aggregato stabilmente in prima squadra e figura costantemente tra i convocati per le gare di Eredivisie. In virtù della politica di ringiovanimento che ha coinvolto la squadra, oltre che grazie al suo indubbio talento, alla terza giornata, nella sfortunata sconfitta di Enschede contro il Twente, Yassine è già nell'undici iniziale, dopo essere partito dalla panchina nelle prime due partite.
Da quel giorno in poi, Ayoub è diventato titolare praticamente inamovibile: fiato e grinta, ma anche piedi buoni e visione di gioco sono state le qualità che il suo allenatore ha notato ed alle quali non ha voluto più rinunciare.
Si tratta di un centrocampista centrale mancino, in grado di interompere il gioco e farlo ripartire in brevissimo tempo.
La sua dinamicità è, però, abbinata anche ad una buona qualità e precisione nei passaggi e, per questo, questo ragazzo dotato anche di passaporto marocchino, oltre che olandese, può giocare sia in una linea a quattro, al centro del campo, che un pò più indietro, qualora l'allenatore scelga un centrocampo a rombo.

Ayoub, a dispetto del doppio passaporto, ha scelto di giocare per la nazionale olandese, con la quale ha vinto gli europei di categoria under 17, giocando (e vincendo) tutte e cinque le partite. Dopo alcune presenze con l'Under 19, ora è passato nell'U21 oranje di Stuivenberg, con la quale ha giocato un amichevole (pareggiata per 1 a 1) contro la Francia ed una gara di qualificazione agli europei di categoria, pareggiata anch'essa, contro la Slovacchia.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top