Un goal di Sigthorsson decide Ajax - PSV. La squadra di Cocu è ora a -14 dalla vetta


L'Ajax si aggiudica la super-sfida con il PSV davanti ai propri tifosi, accorsi all'Amsterdam ArenA per garantire il tutto esaurito per la sfida che più di ogni altra caratterizza il duopolio degli ultimi decenni. La rete che decide una gara frizzante e dai due volti, porta la firma di Kolbeinn Sigthórsson, schierato al centro dell'attacco ajacide per via dell'infortunio alla coscia destra di Siem de Jong, accreditato alla vigilia come il probabile terminale offensivo dei padroni di casa. 

Le due squadre, reduci dai giorni di sole e caldo in diverse località del Mar Mediterraneo, si presentano entrambe con due formazioni a chiara trazione offensiva e con i migliori uomini a disposizione. Mancano, curiosamente, i due capitani: Siem de Jong, per il sopracitato problema muscolare, e Georginio Wijnaldum, fuori causa da metà settembre ed al centro di un gossip di mercato che lo vedrebbe come prossimo giocatore del Liverpool.
C'è, invece, il nuovo arrivato Bryan Ruiz, che torna (al pari di Labyad, passato al Vitesse) in Olanda dopo l'esperienza in chiaroscuro al Fulham. Cocu decide di lanciare il costaricano ex Twente dal primo minuto, insieme a Locadia e Depay, relegando ancora in panchina Narsingh.

Il PSV, che in classifica vede il proprio gap dall'Ajax ingigantirsi di giornata in giornata, parte fortissimo e, dopo un primo pericolo provocato dal duetto dei danesi Fischer e Schone, inizia a pressare fortissimo gli avversari, impedendo ai padroni di casa di fare il loro gioco basato essenzialmente sul possesso palla.
E' Jurgen Locadia l'uomo in più dell'attacco dei boeren. Il ventenne, più volte innescato da Maher, provoca numerosi grattacapi alla retroguardia dell'Ajax, costantemente in pericolo per quasi tutto l'arco del primo tempo. La solita imprecisione degli attaccanti del PSV, unita alla bravura di Cillessen, riesce a salvare l'Ajax, che sfiora il goal nel finale, quando Serero calcia al volo dal fuori area ed il pallone, colpito di mezzo esterno, esce di un soffio alla sinistra della porta difesa da Zoet.

Al rientro in campo, l'Ajax sembra trasformato. Il discorso di De Boer negli spogliatoi sveglia i suoi ragazzi, che finalmente giocano come atteso dal pubblico dell'ArenA. 
Con un piglio più deciso ed aggressivo, i biancorossi cominciano a macinare gioco, portando al tiro i propri terminali offensivi. Prima Sigthórsson, poi Klaassen, fanno sussultare i tifosi, ma la rete che sblocca il risultato tarda ad arrivare. 
L'incontro si decide al 64' grazie ad una splendida azione sviluppatasi sull'asse nordico che parte dal finlandese Moisander per arrivare all'islandese Sigthorsson, con la gentile collaborazione del danese Schone, che con un fantastico assist al volo consente al centravanti islandese di battere in tuffo l'estremo difensore avversario.
Trovato il vantaggio, l'Ajax prova a chiudere il match nel giro dei cinque minuti successivi: oltre ai tentativi di Fischer e dello scatenato Sigthorsson, è da cineteca il controllo al volo seguito dal tiro, tutto col piede destro, di un sempre più sorprendente Davy Klaassen, la cui giocata al 70' avrà fatto brillare gli occhi a Dennis Bergkamp, suo mentore durante gli allenamenti.
Il PSV annaspa ma resiste, preparando l'assalto finale negli ultimi minuti. Bakkali e Narsingh, entrati nel finale insieme allo svedese Hiljemark, non cambiano volto ad un attacco che paga una inspiegabile sterilità. 



Termina, così, con il risultato di 1 a 0 in favore dell'Ajax la gara conosciuta come De Topper. De Boer, che mercoledì sarà chiamato a sfidare in Coppa d'Olanda l'altra rivale storica (il Feyenoord), aggancia nuovamente il Vitesse, andato in fuga sabato pomeriggio. Cocu, dal canto suo, nonostante la sconfitta, può cogliere alcuni aspetti positivi nella prestazione dei suoi. Specie nel primo tempo, infatti, il PSV ha mostrato il ritmo dei primi mesi della stagione e se dovesse ritrovare anche la fiducia, il morale dei Boeren, attualmente sotto terra, non potrà che risollevarsi così come la loro posizione in classifica.

Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese!
 

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top