Il PSV travolge 3-1 un buon Roda JC e conquista il secondo posto. La squadra di Kerkrade è sempre più ultima


Il PSV travolge 3-1 il Roda JC grazie ai gol di Locadia, Ruiz e Bruma e si porta al secondo posto con 53 punti, a sole 6 lunghezze dall'Ajax capolista, ferma a 59 punti, che però giocherà questo turno il 2 aprile in casa dell'RKC. Il Roda JC, invece, rimane all'ultimo posto in Eredivisie, con 25 punti, a 2 punti dalle penultime. 

Cocu schiera nel suo 4-3-3 Brenet terzino sinistro, a causa dell'assenza per squalifica di Willems, mentre in attacco il tridente è formato da Ruiz, Locadia, Depay, con quest'ultimo che ha giocato con una maschera nera sul volto a causa di una ferita sotto l'occhio sinistro rimediata nel match vinto in casa del Vitesse la settimana scorsa. Unica punta nel 4-2-3-1 di Tomasson è Donald, con Hupperts, Paulissen e Fledderus che agiscono alle sue spalle.

Il PSV parte subito forte alla ricerca del vantaggio, che arriva al 14': Arias mette al centro per Park, che si gira e serve Jurgen Locadia, il quale trafigge Kurto per il momentaneo 1-0 (nella foto in alto di Nusport.nl). Da questo momento i Boeren costruiscono molte occasioni per il raddoppio, che vengono sprecate malamente dagli attaccanti biancorossi: Ruiz a tu per tu con il portiere giallonero manda il pallone sul fondo con la porta spalancata, poco dopo Depay aggira Kurto in area, ma l'intervento di un difensore ospite manda la palla in corner; il tiro di Arias viene deviato bene in angolo da Kurto, mentre Locadia di prima manda fuori una buona palla servita da Depay. 

Dalla mezz'ora il PSV inizia a spegnersi a poco a poco e a soffrire terribilmente le incursioni degli attaccanti del Roda JC: prima Fledderus viene accerchiato in area dai difensori biancorossi, che gli impediscono di tirare a rete, poi ci prova Ramos con un rasoterra, parato senza difficoltà da Zoet. Al 41' il Roda JC trova il pareggio con Mitchell Paulissen che mette il pallone alle spalle del portiere del PSV con un preciso rasoterra nell'angolino basso (nella foto sotto di Nusport.nl). I tifosi di casa rimangono in apnea quando ancora Paulissen rischia di siglare il raddoppio, ma viene anticipato all'ultimo in area.



Il PSV, spronato da Cocu nell'intervallo, inizia il secondo tempo con molta più determinazione rispetto alla fine della prima frazione di gioco. Locadia, servito in area da Depay, va a terra, ma per l'arbitro Makkelie il giocatore del PSV non ha subito fallo e così lo ammonisce per simulazione. I Boeren aumentano l'intensità del gioco e trovano il 2-1 al 63' con Bryan Ruiz, il cui tiro si insacca in porta, dopo che le conclusioni di Depay e Locadia erano state ribattute dalle barricate erette dai difensori del Roda JC. 

Al 75' Jeffrey Bruma sigla il definito 3-1 con un colpo di testa su un angolo dalla destra; da questo momento il PSV gestisce la partita, amministrando il doppio vantaggio, e la conduce in porto. Cocu inserisce Maher e Narsingh per Schaars e Depay, il quale dopo tanti cross e una buonissima prestazione, questa sera non riesce a trovare il gol. Tomasson manda in campo Demouge, Hocher e Bonevacia per Paulissen, Hupperts e Kali. A pochi minuti dal triplice fischio di Makkelie Bruma strattona Demouge che cade in area, ma per il direttore di gara è tutto regolare, così il risultato non cambierà più e il Roda JC si ritroverà, dopo il pareggio del NEC in casa dell'Heerenveen, sempre di più all'ultimo posto in Eredivisie. 



Ti è piaciuto l'articolo? Vieni a parlarne su Facebook, sulla pagina ufficiale del blog Calcio Olandese! 
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top