Euro 2020: il 19 settembre la scelta delle 13 città ospitanti. Tra le candidate c'è anche Amsterdam.


Mancano ancora sei anni, ma l'Europeo itinerante del 2020, che celebrerà i 60 anni dalla nascita del Campionato Europeo di calcio, prenderà ufficialmente avvio il prossimo 19 settembre 2014 alle ore 13, quando nel complesso "Espace Hippomene" di Ginevra il Comitato Esecutivo della UEFA renderà note le 13 città che ospiteranno Euro 2020.

Ci sono due tipi di pacchetti che verranno assegnati a una singola città:

  • 12 città verranno selezionate (su 19 candidate) per il Pacchetto Standard, che prevede il diritto di ospitare 4 partite (3 della fase a gironi + 1 tra sedicesimi e quarti); le candidate per questo tipo di pacchetto sono: Baku, Minsk, Bruxelles, Sofia, Copenhagen, Londra, Monaco di Baviera, Budapest, Dublino, Gerusalemme, Roma, Skopje, Amsterdam, Bucarest, San Pietroburgo, Glasgow, Bilbao, Stoccolma, Cardiff;
  • 1 città verrà selezionata (su 2 candidate) per il Pacchetto Finali, che prevede il diritto di ospitare 3 partite (le 2 semifinali + la finale); le candidate per questo tipo di pacchetto sono: Londra e Monaco di Baviera.

Nonostante Platini abbia annunciato che la sua priorità fosse quella di assegnare i pacchetti a città che non avessero mai ospitati l'Europeo, la candidatura dell'Amsterdam ArenA (53.052 posti, con ampliamento futuro a 55.000 posti) rimane comunque forte.

La capienza minima degli stadi sarà di 70.000 posti per semifinali e finale, di 60.000 per i quarti di finale e di 50.000 per la fase a gironi e per i sedicesimi di finale. Saranno fatte al massimo due eccezioni per stadi che avranno la capienza minima di 30.000 posti, soltanto per la fase a gironi e i sedicesimi di finale.

Quattro nazioni hanno ritirato le loro candidature in quanto organizzatori degli ultimi Europei: la Svizzera (Basilea, per Euro 2008), l'Ucraina (Kiev), la Polonia (Varsavia e Katowice, entrambe per Euro 2012), la Francia (Lione per Euro 2016). 

Inoltre la Turchia ha ritirano la sua candidatura (Istanbul), in quanto mira a ospitare l'Europeo del 2024, per il quale ora è la grande favorita. A causa di problemi finanziari o di altra natura, anche Portogallo, Repubblica Ceca, Grecia, Croazia, Kazakistan e Serbia hanno ritirato le loro candidature.

Posteshop
Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top