Il nuovo portiere dell'Ajax ha nove dita. La storia di Diederik Boer


Posteshop

Diederik Boer è stato assoldato dall'Ajax, con un contratto triennale, per fare da secondo a Jasper Cillessen. Il portiere cresciuto nello Zwolle presenta una particolarità: non si parla delle sue quasi 300 presenze con il PEC e la sua fedeltà al club di Deventer, con cui ha collaborato per 13 anni sino all'occasione irrinunciabile di diventare un ajaced, bensì a Boer manca un dito. Quando era un ragazzino Diederik perse il mignolo cercando di recuperare un pallone sul tetto di una scuola, ma il giovane Boer si infortunò e i medici furono costretti ad amputargli il dito. Questo handicap non lo ha fatto desistere dal sogno di diventare un portiere e negli ultimi anni si è tolto qualche soddisfazione, come la Coppa d'Olanda e la Supercoppa d'Olanda, con la conseguente straordinaria qualificazione ai preliminari di Europa League. L'Eredivisie è un campionato speciale, perché ci fa assistere a questi miracoli calcistici. Boer è l'unico calciatore professionista olandese ad avere nove dita. Il calcio è fantastico perché ci fornisce sempre qualche speranza di riscatto. 


Lo Zwolle ha puntato il suo nuovo obiettivo per la porta: Jelle ten Rouwelaar, ma l'estremo difensore del NAC Breda ha declinato l'offerta ed ha dimostrato nuovamente la sua fedeltà al club. 

(Fonte foto: www.goal.com)

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale.

CONVERSATION

0 Commenti a quello che hai letto:

Posta un commento

Back
to top